Fallimento Dahlia: come chiedere il rimborso

Fallimento Dahlia: come chiedere il rimborso

Spenti definitivamente i riflettori dopo la comunicazione della sua messa in liquidazione e l’ufficializzazione della sua chiusura, su Dalhia Tv cala il silenzio. Un silenzio che però ha lasciato con l’amaro in bocca gli oltre 300.000 abbonati che ora dovranno essere risarciti. Per chi volesse

Commenta per primo!

Spenti definitivamente i riflettori dopo la comunicazione della sua messa in liquidazione e l’ufficializzazione della sua chiusura, su Dalhia Tv cala il silenzio. Un silenzio che però ha lasciato con l’amaro in bocca gli oltre 300.000 abbonati che ora dovranno essere risarciti. Per chi volesse inoltrare la richiesta per riavere indietro gli importi già pagati ma non ha idea di come fare l’Adoc ma messo a disposizione una piccola guida molto utile con procedure, indirizzi e recapiti per poter chiedere il rimborso. Sono stati gli stessi consumatori ed ‘ex’ abbonati a fare arrivare in poche ore tantissime richieste di intervento all’associazione dei consumatori, preoccupati dal fatto che la chiusura di Dahlia Tv e il conseguente fallimento, potesse provocare loro oltre al danno anche una pesante beffa economica. L’Adoc, come prima cosa, invita gli utenti a scaricare dal proprio sito una lettera di diffida da inviare alla società con una raccomandata con ricevuta di ritorno, e per conoscenza all’Adoc anche via fax allo 06.86329611 o mail a info@adoc.org, per ottenere il rimborso degli importi pagati.   M.dL.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy