Fanucchi chiede di restare a Pisa

Fanucchi chiede di restare a Pisa

Se Forestieri e Gorzegno chiedono al alta di voce di permanere ad Empoli, c’è un calciatore che ad Empoli preferirebbe non tornare: Iacopo Fanucchi. Il centrocampista, migrato a Pisa nel corso del calciomercato di gennaio, ha disputato con i nerazzurri una discreta parte finale di stagione, nella

Commenta per primo!

Se Forestieri e Gorzegno chiedono al alta di voce di permanere ad Empoli, c’è un calciatore che ad Empoli preferirebbe non tornare: Iacopo Fanucchi. Il centrocampista, migrato a Pisa nel corso del calciomercato di gennaio, ha disputato con i nerazzurri una discreta parte finale di stagione, nella quale si è tirato addosso le simpatie della gente e del club, cose che ad Empoli non erano accadute, tanto da far si che la volontà del calciatore nato a Lucca sia quella di restare nel suo ultimo club, anche se molto probabilmente verrà agreggato all’Empoli per l’inizio del raduno.   Vi riportiamo questa interessante intervista rilasciata da Fanucchi al quotidiano “La Nazione” nell’edizione pisana:   Fanucchi, sono cambiate un po’ di cose dall’ultima di campionato con il Gela. «Sì, ho letto e ho sentito». Per lei è cambiato qualcosa? «Per me assolutamente niente. Quello che dissi quel giorno lo sottoscrivo anche adesso: il mio desiderio è quello di giocare a Pisa anche il prossimo campionato. Un concetto che ho ribadito al mio procuratore giusto pochi giorni fa». Intanto, però, l’11 luglio partirà in ritiro con l’Empoli. «Sono un professionista e non posso fare diversamente. Anzi, ci tengo a dirlo: finchè indosserò la maglia azzurra darò il massimo per quei colori, come ogni calciatore serio deve fare. Ma questo non toglie nulla a quanto appena detto». Ossia? «Vorrei rimanere in questa città e giocare con la maglia del Pisa: la stagione scorsa mi sono trovato benissimo e per me sarebbe il massimo ritrovarmi all’Arena anche all’inizio del prossimo torneo». Realisticamente quante possibilità ci sono che questa possibilità si avveri? «Sinceramente non lo so. Penso, però, che una soluzione soddisfacente per tutti non dovrebbe essere impossibile, soprattutto se prevarrà il buon senso». A cosa si riferisce? «Ho trent’anni e non so quanto a Empoli vogliano davvero investire su un giocatore della mia età. E’ vero che ogni campionato ha la sua storia, ma l’anno scorso non ho trovato tantissimo spazio in azzurro». Vero, ma non è detto che Fanucchi interessi solo al Pisa. Nessun altro club si è fatto vivo con il suo procuratore? «Dovrebbe chiederlo a lui. Se fosse successo, ne sarei ovviamente felice perché avere in giro qualche estimatore fa sempre piacere: Però, ribadisco, in questo momento la priorità è il Pisa. Solo se e quando mi diranno che un accordo con la dirigenza nerazzurra non è possibile, potrò prendere in considerazione altre eventuali destinazioni». E allora quali potrebbero essere le prossime mosse della trattativa? «Questo davvero non lo so. Per quel che mi riguarda, le mie le ho fatte, facendo sapere in modo chiaro quali sono le mie preferenze». Non la preoccupa nemmeno il fatto che, dopo la rottura fra Camilli e Battini, il Pisa dovrà ridimensionare i propri progetti? «Questo non mi preoccupa. Rimarrei volentieri anche se l’obiettivo della prossima stagione dovesse essere una salvezza tranquilla. Però vorrei anche aggiungere una cosa…». Prego. «In diversi anni di calcio ho visti parecchi pronostici improvvisamente sovvertiti. Senza andare troppo indietro nel tempo, basta pensare a che cosa ha fatto il Gubbio nel campionato scorso .». Dice che volendo il Pisa potrebbe essere la mina vagante del prossimo campionato? «Divertirsi a fare ipotesi adesso è prematuro. Dico solo che partire un po’ a fari spenti non per forza è un male». E se poi in squadra ci fosse anche Fanucchi… «Penso proprio che con Carparelli formeremmo una bellissima coppia. Mi piacerebbe giocare tutta una stagione insieme a Marco: chissà cosa potrebbe accadere!». Dunque il suo è un arrivederci, per ora… «Questo è certo perché a Pisa ho lasciato diversi amici e tornerò di sicuro. Però mi piacerebbe davvero tanto tornare lì per giocare a calcio. Lo dico sinceramente: se non dovesse accadere, mi dispiacerebbe moltissimo».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy