Giudice Sportivo serie A

Giudice Sportivo serie A

Il Giudice Sportivo dott. Gianpaolo Tosel, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione del 30 ottobre 2015, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate:   CALCIATORI   CALCIATORI ESPULSI SQUALIFICA PER UNA GIORNAT

Commenta per primo!

Il Giudice Sportivo dott. Gianpaolo Tosel, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione del 30 ottobre 2015, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate:

 

CALCIATORI

 

CALCIATORI ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

PJANIC Miralem (Roma): doppia ammonizione per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara e per comportamento non regolamentare in campo.

 

CALCIATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

BONAVENTURA Giacomo (Milan): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

BOVO Cesare (Torino): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

GUARIN VASQUEZ Fredy Alejandro (Internazionale): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

MEGGIORINI Riccardo (Chievo Verona): per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; già diffidato (Quinta sanzione).

 

ALLENATORI

AMMONIZIONE ED AMMENDA DI € 10.000,00 IACHINI Giuseppe (Palermo): per avere, al 35° del secondo tempo, contestato platealmente l’operato arbitrale uscendo dall’area tecnica; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale; con recidiva reiterata.

AMMONIZIONE ED AMMENDA DI € 5.000,00 MARAN Rolando (Chievo Verona): per avere, al 11° del secondo tempo, contestato platealmente l’operato arbitrale uscendo dall’area tecnica; con recidiva.

 

SOCIETA’

Ammenda di € 10.000,00 : alla Soc. INTERNAZIONALE per avere suoi sostenitori, al 29° del secondo tempo, indirizzato un fascio di luce-laser su un calciatore della squadra avversaria; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy