A Grosseto c’è voglia di vendetta e noi tifiamo Grifone

A Grosseto c’è voglia di vendetta e noi tifiamo Grifone

fonte: grossetosport   Dopo tre anni è arrivato il momento della vendetta, quello che tutti i tifosi e lo stesso presidente Camilli aspettavano con ansia. Sabato i biancorossi affronteranno all’Ardenza un Livorno bisognoso di punti per la salvezza e per i maremmani arriva la ghiotta occas

Commenta per primo!

fonte: grossetosport

 

Dopo tre anni è arrivato il momento della vendetta, quello che tutti i tifosi e lo stesso presidente Camilli aspettavano con ansia.

Sabato i biancorossi affronteranno all’Ardenza un Livorno bisognoso di punti per la salvezza e per i maremmani arriva la ghiotta occasione di mandare i cugini labronici nell’incubo play out.

“Non regalaliamo niente a nessuno tantomento al Livorno”, in sintesi questo il pensiero del comandante arrivato già domenica sera in sala stampa dopo il match contro l’Empoli.

E’ vero che di quella squadra che si vide defraudare la finale da un Celi a dir poco approssimativo c’è rimasto solamente capitan Consonni, che non sarà dalla partita.

C’è molta attesa nella città labronica ed è atteso il pubblico delle grandi occasioni per spingere i propri beniamini verso la salvezza, Grifone permettendo.

Anche ad Empoli sono oramai rassegnati allo spareggio play out, ma come diceva il Trap, non dire gatto se non l’hai nel sacco.

 

NOTA DI PE:

E’ vero, il popolo maremmano, già salvo, non si sente per niente la pancia piena ed anzi vorrebbe proprio per loro mano, affandare il Livorno, nemico ormai storico, verso la C. Sono stati molti gli attestati (Pres. Camilli compreso) che nella sala stampa dello Zecchini, nel post partita di domenica scorsa che ci venivano rilasciati dai colleghi e dirigenti biancorossi inerenti una pseudo-rassicurazione sul fatto che il Grosseto quella gara dell’Ardenza l’andrà a giocare come se valesse la parmenza nel mondo del calcio. Noi ovviamente ci vogliamo credere, anche se in campo andranno giocatori che non possono, per ovvi motivi, essersi legati al dito, quanto invece successo a tutto l’ambiente grossetano nei confronti dei labronici. Di certo è che noi, in quel match, sapremo bene per chi fare il tifo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy