I Più e i Meno di Empoli-Carpi

I Più e i Meno di Empoli-Carpi

L’esaltante vittoria ottenuta a Verona ha portato l’Empoli ad avere un ricco bottino di 21 punti i classifica, ben cinque in più rispetto alla passata stagione. La squadra di mister Giampaolo ha saputo soffrire, contro un avversario disperato per la posizione in classifica alquanto deficitaria, e h

Commenta per primo!

curva carpiL’esaltante vittoria ottenuta a Verona ha portato l’Empoli ad avere un ricco bottino di 21 punti i classifica, ben cinque in più rispetto alla passata stagione. La squadra di mister Giampaolo ha saputo soffrire, contro un avversario disperato per la posizione in classifica alquanto deficitaria, e ha portato a casa tre punti che rafforzano la rincorsa alla salvezza. Il Carpi, invece, viene dal pareggio casalingo contro il ben più blasonato Milan. Vediamo quali sono le maggiori insidie e i punti fermi del prossimo match analizzando, come facciamo ogni settimana, i Più e i Meno. Cominciamo da quesi ultimi:   1) IL PERICOLO DI SENTIRSI “GIÁ ARRIVATI” L’Empoli, ancora prima del giro di boa del campionato, ha già ottenuto metà dei punti che servirebbero per ottenere la salvezza anche quest’anno. Le ultime due partite contro Lazio e Verona hanno consegnato agli azzurri la consapevolezza ulteriore di potercela fare anche soffrendo, contro ambienti non facili da affrontare. Ecco che la partita contro il Carpi diventa difficile per il motivo inverso: il sentirsi già a metà dell’opera, appagati, è un rischio che non dobbiamo assolutamente correre.   2) NELL’ULTIMA PARTITA IN TRASFERTA IL CARPI HA SBANCATO GENOVA Il Carpi è una squadra in crescita, non perde da due turni e nell’ultima trasferta ha violato un campo difficile come quello del Genoa. Anche se la classifica è fin qui deficitaria, gli emiliani non sono avversari da prendere sottogamba, anzi lottano in ogni partita come è giusto che sia.   3) IL CARPI SEGNA DI PIÚ FUORICASA CHE IN CASA Sono 13 le marcature totali del Carpi in questa stagione e, di queste, ben 8 sono state realizzate in trasferta: chiaro segnale che il Carpi trova più facilmente la via del gol quando deve difendersi e ripartite rispetto a quando deve fare la partita. Ci vorrà comunque grande accortezza in fase difensiva.   E passiamo ora i Più.   1) SKORUPSKI IN UNO STATO DI FORMA IMPRESSIONANTE Con le sue parate ha salvato il risultato sia contro la Lazio che contro l’Hellas Verona: il portiere polacco sta riscattando con le grandi prestazioni un avvio di campionato non brillantissimo ed è anche merito suo se l’Empoli ha portato in cascina sei punti su sei. È migliorato molto tra i pali, grazie al lavoro giornaliero fatto con Marchisio, e infonde sicurezza al reparto.   2) CARPI PEGGIORE DIFESA E SECONDO PEGGIOR ATTACCO DEL TORNEO Il Carpi ha fin qui subìto più gol di tutti, 27. Soffre sprattutto fuoricasa, visto che per ben 19 volte il portiere è stato costretto a recuperare il pallone in fondo al sacco. Ma anche l’attacco non è dei migliori, visto che con 13 gol (insieme al Palermo) è al penultimo posto delle reti realizzate (di peggio ha fatto solo il fanalino di coda Verona).   3) LA FIDUCIA DEI RAGAZZI E DELL’AMBIENTE AZZURRO Cullarsi sugli allori sarebbe sbagliato, come dicevamo sopra. Ma va detto che, nonostante la sofferenza patita nelle ultime gare, la precaria condizione di alcuni calciatori e le squalifiche, l’Empoli ha saputo conquistare punti pesanti come macigni. Si respira un’aria di fiducia in tutto l’ambiente azzurro e questo non può far altro che infondere maggiore sicurezza nei ragazzi, capaci fin qui di imprese davvero importanti.   Simone Galli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy