I Più e i Meno di Empoli-Fiorentina

I Più e i Meno di Empoli-Fiorentina

Ci siamo: dopo la salvezza matematica conquistata a Torino, gli azzurri sfidano la Fiorentina in quella che è ritenuta da molti la partita più attesa dell’intero campionato. Sarà naturalmente una gara dura, vista la forza dei viola e la loro rosa di prim’ordine: ma l’Empoli ha già dimostrato, in

Commenta per primo!

fiorentina-empoli (17)Ci siamo: dopo la salvezza matematica conquistata a Torino, gli azzurri sfidano la Fiorentina in quella che è ritenuta da molti la partita più attesa dell’intero campionato. Sarà naturalmente una gara dura, vista la forza dei viola e la loro rosa di prim’ordine: ma l’Empoli ha già dimostrato, in più di un’occasione, di saper affrontare avversari blasonati e siamo sicuri che metterà in campo tutte le energie richieste. Passiamo in rassegna, come facciamo settimanalmente, i Più e i Meno di questa sfida, partendo dalle cose più sfavorevoli.   1) LA VOGLIA DI EUROPA DELLA FIORENTINA I viola sono in piena corsa per l’obiettivo minimo dell’Europa League e, a quattro giornate dalla fine del campionato, vorranno accumulare più punti possibili. Inoltre la trasferta di Siviglia ha ridimensionato di molto la possibilità di conquistare la finale di Varsavia e di vincere quindi un trofeo internazionale, così il campionato è l’unico trampolino rimasto per accedere all’Europa.   2) SECONDO MIGLIOR ATTACCO DEL CAMPIONATO FUORICASA La Fiorentina, con 25 gol, risulta essere il secondo miglior attacco dell’intero campionato lontano dalle mira amiche: ancora non sappiamo quali saranno gli interpreti mandati in campo, ma Montella ha molte frecce al proprio arco. La retroguardia azzurra, impeccabile nell’ultima partita col Torino, dovrà stare attenta alle avanzate viola.   3) LA TRADIZIONE È DI COLORE VIOLA In Serie A, il bilancio degli scontri al Castellani è favorevole ai viola: tre successi per loro, tre pareggi e una sola vittoria azzurra, datata addirittura 30 novembre 1986 (gol di Ekstroem). Gli ultimi due match hanno visto la vittoria fiorentina e occorrerà quindi invertire questa tendenza negativa per portare a casa i tre punti.   Passiamo ora ai Più:   1) LA SALUTE COMPLESSIVA E IL MORALE DELLA SQUADRA Il morale dei giocatori azzurri è alle stelle, vista l’impresa di aver raggiunto la salvezza con ben quattro turni di anticipo. E anche lo stato di salute fisico pare eccellente: a Torino tutti i calciatori schierati hanno dimostrato di essere in grande condizione e di poter dare un contributo importante. In un derby come quello di domenica, nel quale le doti psico-fisiche possono avere un ruolo preponderante, l’Empoli non parte certo con gli sfavori del pronostico.   2) LA DIFESA DELLA FIORENTINA FUORICASA Lontano dal Franchi la retroguardia viola non sembra insuperabile: in particolare, nelle ultime quattro partite fuoricasa la Fiorentina ha subito la bellezza di dodici reti, quasi la metà di quelle subite in tutto l’arco del campionato (in totale sono 25). Sperando che questa serie negativa possa essere rimpolpata dall’attacco azzuro, le premesse ci sono tutte.   3) LA VOGLIA DI REGALARE IL DERBY AI TIFOSI (E A SARRI) I ragazzi sanno bene l’importanza che riveste il derby contro la Fiorentina per il popolo azzurro: anche mister Sarri non ha fatto mai mistero di tenerci particolarmente a vincere questa partita. Il coro partito durante la festa-salvezza di mercoledi scorso è il chiaro segnale che anche i giocatori sono fortemente attaccati alla maglia azzurra e vogliosi di battere i cugini viola. Per regalare ai tifosi una delle gioie più belle del campionato.   Simone Galli  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy