I Più e i Meno di Empoli-Inter

I Più e i Meno di Empoli-Inter

Penultima gara di andata per gli azzurri, che riceveranno la visita della capolista Inter. Sarà naturalmente un banco di prova impegnativo per le aspettative dell’Empoli, che potrà saggiare la sua forza contro un avversario che subisce davvero pochissimo in difesa ed è a volte letale in attacco.

Commenta per primo!

empoli - inter (6)Penultima gara di andata per gli azzurri, che riceveranno la visita della capolista Inter. Sarà naturalmente un banco di prova impegnativo per le aspettative dell’Empoli, che potrà saggiare la sua forza contro un avversario che subisce davvero pochissimo in difesa ed è a volte letale in attacco. Torna il classico appuntamento con i “Più e i Meno”, stavolta in un giorno diverso dal consueto mercoledì, visto il turno dell’Epifania che impegnerà i ragazzi di Giampaolo: diamo un occhio alle ragioni più positive e a quelle più negative, partendo da queste ultime.   1) INTER SQUADRA ARCIGNA E FISICA CHE SUBISCE POCHI GOL Tralasciando la qualità tecnica, che sulla carta è comunque superiore da parte dei nerazzurri, l’Inter dispone di una squadra che fa della fisicità e della forza le sue armi preponderanti. Questo gli permette anche di subire pochi gol, cosa che nel campionato italiano conta tantissimo. L’Empoli dovrà escogitare un modo per sopraffare questa forza fisica della capolista, se vorrà ottenere con un risultato positivo.   2) L’INCOGNITA SOSTA PER I CALCIATORI AZZURRI Vero che la squadra si sta allenando duramente anche durante questo periodo di vacanze natalizie, ma il ritorno alla Serie A dopo la sosta è sempre un grosso punto interrogativo. Per tutti, sia chiaro, ma ancora di più per chi è reduce da ben quattro vittorie consecutive e stava giocando, prima della fine dell’anno, il miglior calcio d’Italia.   3) L’INTER HA SEGNATO IN QUASI TUTTE LE PARTITE DI QUESTO CAMPIONATO Inter-Juventus 0-0 è l’unico match nel quale gli uomini di Mancini non sono riusciti a segnare. Poi 16 incontri in cui almeno un gol è venuto fuori in un modo o nell’altro: fuoricasa sono 12 le reti nerazzurre, una in più di quelle realizzate al Meazza. Insomma, l’Inter non segna tantissimo (il suo attacco è, alla pari di quello dell’Empoli, solo settimo) ma sa centellinare bene le marcature.   Passiamo invece ai Più   1) LA SQUADRA PUÓ MIGLIORARE ANCORA MOLTO 27 punti sono un’enormità, se si pensa all’estate e ai numerosi dubbi che popolavano la mente dei tifosi azzurri. La squadra sta giocando magnificamente, riesce a imporre il proprio gioco e soprattutto ha trovato una maturità calcistica superiore rispetto allo scorso anno. Ma soprattutto è in costante miglioramento, un miglioramento che non sembra certamente arrivato agli sgoccioli.   2) DIECI GOL NELLE ULTIME CINQUE PARTITE PER GLI AZZURRI 10 reti segnate negli ultimi cinque incontri fanno dell’Empoli uno degli attacchi più prolifici delle ultime giornate. I ragazzi sono stati più cinici sottoporta e sono riusciti a capitalizzare al massimo le occasioni create. Molto dipenderà dallo stato di forma di centrocampisti e attaccanti, pronti a inventare e a ottimizzare il gioco di tutta la squadra.   3) L’EMPOLI HA TROVATO IL REGISTA GIUSTO Una delle novità più importanti e positive di questo Empoli targato Marco Giampaolo è la posizione del regista. Sostituire Valdifiori non era facile e, dopo vari tentativi, la scelta è ricaduta su Leandro Paredes. Un calciatore che sta stupendo tutti per l’abilità in quel ruolo, nonostante sia una novità per lui che nasce trequartista e che in Italia aveva giocato da mezzala. Casualità o no, con lui in cabina di regia gli azzurri hanno portato a casa 13 punti su 15 nelle ultime ciunque gare.   Simone Galli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy