I Più e i Meno di Empoli-Palermo

I Più e i Meno di Empoli-Palermo

Dopo aver mosso la classifica contro la Sampdoria, gli azzurri proveranno a tornare alla vittoria contro il Palermo, squadra che non sta vivendo un facile momento, sia societario che di risultati. Il presidente rosanero Zamparini ha infatti cacciato l’ennesimo allenatore della stagione e ha ingaggia

Commenta per primo!

empoli_palermo_serie_a (13)Dopo aver mosso la classifica contro la Sampdoria, gli azzurri proveranno a tornare alla vittoria contro il Palermo, squadra che non sta vivendo un facile momento, sia societario che di risultati. Il presidente rosanero Zamparini ha infatti cacciato l’ennesimo allenatore della stagione e ha ingaggiato l’ex empolese Novellino. Ma il cambio è servito a poco, almeno nella partita precedente, che ha visto i siciliani uscire sconfitti contro il Napoli. Eccovi, come sempre, i Più e i Meno di questa sfida, che sarà la seconda consecutiva al Castellani. Partiamo dai Meno:   1) IL PALERMO GIOCHERÁ LA GARA DELLA VITA Il Palermo è impelagato come non mai nella lotta per non retrocedere: i buoni risultati ottenuti dal Frosinone e quelli scarsi ottenuti proprio dai rosanero hanno riaperto la zona retrocessione Il fatto che gli uomini di Novellino siano quasi costretti alla vittoria rappresentano una difficoltà in più per Maccarone e compagni.   2) IL CENTROCAMPO AZZURRO È PARSO IN CALO DI FORMA Nelle ultime partite è mancato soprattutto l’apporto di Leandro Paredes, che con le sue geometrie ci aveva deliziato nella prima parte di stagione. L’argentino sta attraversando un momento di appannamento, forse fisiologico ma che è decisivo per le sorti dell’Empoli. Anche i suoi compagni di reparto possono fare di più.   3) IL PALERMO È SQUADRA ESPERTA E FISICA Nelle ultime gare al Castellani l’Empoli ha dovuto fronteggiare avversari forti fisicamente e volti più al contenimento che al gioco. Il Palermo, vista la situazione di classifica, magari non verrà al Castellani per lo 0-0 ma ha caratteristiche fisiche e mentali che potrebbero mettere in difficoltà i nostri. Su tutte l’esperienza e la fisicità.   Passiamo ora in rassegna i Più.   1) IL PUNTO OTTENUTO CONTRO LA SAMP POTREBBE AVER SBLOCCATO I RAGAZZI Delle forma abbiamo già accennato sopra. Pur non essendo in formissima, la squadra potrebbe essersi tolta di dosso il peso di dover tornare a fare punti, cosa che mancava da ben quattro partite prima della Samp. Un blocco mentale che poteva pesare sul morale e sulla convizione degli azzurri.   2) IL RIENTRO DI TONELLI L’Empoli ha fatto a meno di lui per tre partite, contro Roma, Genoa e Sassuolo. Lorenzo Tonelli è pronto a tornare in campo, per dare maggior sicurezza a una difesa che negli ultimi tempi ha subito almeno un gol. Un rientro importante, soprattutto alla luce dell’infortunio di Cosic.   3) LA CONSAPEVOLEZZA DI AVER IL PRIMO MATCH-POINT La classifica attuale parla di 35 punti: 3 sole lunghezze separano gli azzurri da quei 38 punti che sono considerati da molti come sinonimo di salvezza. Con la vittoria contro il Palermo l’Empoli raggiungerebbe quella quota e metterebbe un macigno sulla permanenza in Serie A. Un primo match-point che potrà essere sfruttato al massimo.   Simone Galli  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy