I Più e i Meno di Empoli-Sampdoria

I Più e i Meno di Empoli-Sampdoria

Archiviata l’ennesima sconfitta, gli azzurri ospitano la Sampdoria per cercare di tornare a una vittoria che manca ormai da troppo tempo. La sfida con l’altra genovese ha lasciato un po’ di amaro in bocca e il prossimo avversario non sarà facile da affrontare, visto il nostro e il loro momento. Anc

Commenta per primo!

samp-empoli (18)Archiviata l’ennesima sconfitta, gli azzurri ospitano la Sampdoria per cercare di tornare a una vittoria che manca ormai da troppo tempo. La sfida con l’altra genovese ha lasciato un po’ di amaro in bocca e il prossimo avversario non sarà facile da affrontare, visto il nostro e il loro momento. Anche questa settimana diamo un’occhiata ai Più e i Meno, ossia alle cose più preoccupanti e quelle più ottimistiche in vista del match di sabato. Cominciamo, come di consueto, dai Meno:   1) LE PARTITE SENZA VITTORIA COMINCIANO A ESSERE TROPPE Anche contro il Genoa è arrivata una sconfitta, la quarta consecutiva, che sebbene cambi poco dal punto di vista della posizione in classifica, potrebbe lasciare più di uno strascico sul morale della truppa di Giampaolo. Il gioco va a sprazzi e sembra mancare quella lucidità che era stata il punto di forza dell’Empoli nel girone di andata. Un periodo di appannamento che deve essere fermato a tutti i costi.   2) LA SCARSA FORMA DEGLI UOMINI MIGLIORI In questi due mesi l’infermeria è sempre stata piena e non ha permesso a Giampaolo di avere i suoi uomini nella forma migliore. Basti pensare ai vari Saponara, Mario Rui, Costa, appiedati dagli infortuni o dal giudice sportivo. Ma anche ai componenti dell’attacco azzurro, mai decisivi negli ultimi incontri.   3) LA SAMPDORIA VIENE DA DUE VITTORIE CONSECUTIVE CON DIRETTE CONCORRENTI I due successi ottenuti contro avversari per la lotta salvezza, ossia Frosinone e Verona, hanno rafforzato la posizione della Sampdoria e del suo tecnico Montella. Adesso la squadra ligure veleggia con maggiore tranquillità, anche se non è del tutto fuori dalle pericolose acque calde della zona-pericolo.   E passiamo ora ai Più:   1) IL PUBBLICO DEL CASTELLANI PUÓ GIOCARE UN RUOLO DECISIVO Mai come adesso la squadra ha bisogno della spinta del suo pubblico. E le due partite casalinghe consecutive cadono a pennello, da questo punto di vista. Servirà sì una grande prestazione in campo, ma anche i tifosi azzurri potranno fare la loro parte e sospingere i loro beniamini alla vittoria.   2) DOVREBBERO TORNARE A DISPOSIZIONE QUASI TUTTI Le ultime settimane, come dicevamo, sono state contrassegnate da infortuni, nervosismo e squalifiche. Questa potrebbe essere la settimana decisiva per vedere disponibili molti degli assenti dell’ultimo periodo: la stessa difesa ha dovuto sopperire a molte assenze e potrebbe ritrovare il lungodegente Costa, mentre Saponara dovrebbe riprendere il suo posto sulla trequarti.   3) LA CONVINZIONE CHE LA SQUADRA PUÓ RIPRENDERSI DA UN MOMENTO ALL’ALTRO Che manchi lucidità l’abbiamo rimarcato più volte, ma la squadra ha i mezzi tecnici per poter riprendersi da questo momento non proprio felicissimo. Occorrerà dare tutto per battere una Sampdoria in forma crescente, ma gli azzurri possono tornare alla vittoria. Umiltà, convinzione e concentrazione le parole chiave del prossimo incontro.   Simone Galli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy