I Più e i Meno di Roma-Empoli

I Più e i Meno di Roma-Empoli

Dopo la sosta delle Nazionali, l’Empoli torna in campo a Roma contro i giallorossi: la squadra di Garcia è reduce dalla brillante vittoria di Palermo e vorrà dare seguito ai suoi risultati e alla rincorsa dell’obiettivo scudetto. Di contro gli azzurri riprendono il cammino verso la salvezza dopo l

Commenta per primo!

roma - empoli (15)Dopo la sosta delle Nazionali, l’Empoli torna in campo a Roma contro i giallorossi: la squadra di Garcia è reduce dalla brillante vittoria di Palermo e vorrà dare seguito ai suoi risultati e alla rincorsa dell’obiettivo scudetto. Di contro gli azzurri riprendono il cammino verso la salvezza dopo l’ottima vittoria casalinga – la prima stagionale – ai danni del Sassuolo. Andiamo ad analizzare “I Più e i Meno di questa sfida contro i capitolini che verrà disputata sabato alle ore 18. Partiamo, come sempre, dai Meno.   1) SULLA CARTA L’ABILITÁ TECNICA E FISICA DELLA ROMA È CHIARAMENTE SUPERIORE ALLA NOSTRA C’è poco da dire: la Roma ha le qualità tecniche per tornare a fare finalmente suo lo scudetto dopo quindici anni di astinenza. La squadra giallorossa è completa in ogni reparto e, sulla carta, è anche molto forte fisicamente: più dell’Empoli, che dovrà fare una prestazione super per portare via dall’Olimpico punti preziosi. Staremo a vedere, ma la differenza tra le due squadre appare netta per quanto riguardo tecnica e fisicità.   2) ROMA, ATTACCO ATOMICO Con 17 reti all’attivo la Roma è di gran lunga il migliore attacco della Serie A (sta al passo dei capitolini solo il Napoli di Sarri con 16). Le alchimie tattiche in avanti sono evidenti, e diventa tutto più facile quando si può disporre di calciatori decisivi come Dzeko, Salah, Gervinho e tutti gli altri. Vedremo chi giocherà, anche per l’incombenza della Champions, ma l’attacco romanista non può altro che fare paura.   3) LE ASSENZE DELL’EMPOLI Ancora non sappiamo chi sceglierà Giampaolo nell’undici titolare. Ma le certezze riguardano le assenze di Zielinski e Saponara (squalificati) e Croce infortunato, che obbligheranno il mister azzurro a inventarsi qualcosa di nuovo. Contro una squadra esperta come la Roma, la mancanza di questi giocatori potrebbe metterci in difficoltà anche in corso d’opera: la partita sarà dispendiosa e probabilmente mancheranno quei giocatori pronti a subentrare in corso d’opera per far rifiatare i compagni.   E passiamo ora ai Più.   1) LE DUE GARE DELLO SCORSO ANNO ALL’OLIMPICO SONO UN BUON VIATICO In Campionato fu 1-1, con un Empoli sugli scudi che riuscì a portare via dalla Capitale un punto prezioso in ottica salvezza. Anche in coppa Italia fu 1-1 alla fine dei tempi regolamentari, mentre sappiamo tutti bene come finì ai supplementari. Ma in due partite l’Empoli ha saputo dimostrare di potersela giocare con i giallorossi: il gioco degli azzurri può mettere in difficoltà i più quotati avversari.   2) FINALMENTE UNA PARTITA SENZA GOL SUBITI In campionato non accadeva dal 6 maggio, ossia dalla gara vittoriosa col Torino che ci consegnò la matematica salvezza. La gara col Sassuolo ha sancito la prima senza subire gol dalla difesa azzurra dopo dieci partite – tra questo e lo scorso anno – consecutive: può essere una svolta e una convinzione in più per una squadra che ha sempre fatto della fase difensiva una delle sue armi migliori.   3) LA ROMA POTREBBE AVERE LA TESTA ALLA CHAMPIONS LEAGUE La Roma è impegnata anche in Chmapions League e il 20 ottobre andrà a far visita al Bayer Leverkusen in una sfida che sembra decisiva per il suo destino europeo: la partita contro l’Empoli potrebbe essere una distrazione per i giallorossi, che corrono il rischio di non affrontarla con la giusta concentrazione. E questo non può che essere un vantaggio per gli azzurri, che dovranno sopperire in altro modo alla netta superiorità degli avversari.   Simone Galli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy