I Più e i Meno di Torino-Empoli

I Più e i Meno di Torino-Empoli

La partita contro l’Inter è da poco alle spalle e l’Empoli si rituffa da subito nel campionato. Sarà il Torino la squadra designata a chiudere il girone di andata degli azzurri: i granata sono reduci dalla sconfitta di misura del San Paolo e vorranno rimediare a una classifica che fin qui ha lasci

Commenta per primo!

torino-empoli (3)La partita contro l’Inter è da poco alle spalle e l’Empoli si rituffa da subito nel campionato. Sarà il Torino la squadra designata a chiudere il girone di andata degli azzurri: i granata sono reduci dalla sconfitta di misura del San Paolo e vorranno rimediare a una classifica che fin qui ha lasciato più ombre che luci. Sarà, come sempre, una gara difficile da affrontare e la prima di due trasferte insidiose che toccheranno all’Empoli. Vediamo, come di consueto, i Più e i Meno di questa sfida, partendo dalle cose che secondo noi ci sfavoriscono maggiormente.   1) LA RIVALSA DEI GRANATA Dicembre è stato un mese senza vittorie per il Torino, che ha racimolato solo un punto nelle tre gare disputate. Aggiungendoci poi la partita di ieri sera contro il Napoli, il trend negativo è salito a quattro. Tutto ciò potrebbe essere pericoloso per l’Empoli, che troverà sulla sua strada un avversario incattivito e voglioso di recuperare il terreno perduto.   2) IL POCO TEMPO PER RECUPERARE ENERGIE Le energie spese contro l’Inter sono state tante, in più c’è qualche giocatore che potrebbe arrivare allo scontro di domenica con una forma non al top (vedi Saponara e, se recuperato, Tonelli). Giampaolo dovrà fare i conti con un impegno ravvicinato che forse avrebbe voluto evitare.   3) L’ATTACCO DEL TORINO Nonostante non stia attraversando un momento di particolare brillantezza, l’attacco del Torino rimane uno dei più pericolosi della Serie A. Quagliarella, Maxi Lopez, Belotti sono in grado di mettere in difficoltà anche le difese più organizzate e la linea difensiva azzurra dovrà essere perfetta anche domenica.   Passiamo ora ai Più   1) L’EMPOLI NON PERDE FUORI CASA DALLA PARTITA CONTRO LA ROMA Il ruolino degli azzurri lontani dal Castellani è di 3 vittorie e 2 pareggi nelle ultime cinque partite: l’ultima sconfitta risale alla partita contro la Roma del 18 ottobre scorso, quando i giallorossi si imposero per 3-1. Senza dubbio l’Empoli ha dimostrato di essere in grado di vincere anche fuori casa, Torino è l’occasione giusta per continuare questa striscia positiva.   2) IL GIOCO DEGLI AZZURRI Anche contro l’Inter i ragazzi avrebbero meritato un risultato positivo, per la mole di gioco espresso e per le occasioni avute. Un Empoli che continua a ingranare e che sembra poter migliorare ancora, come ricorda sempre mister Giampaolo. Nonostante il Torino sia una squadra fisica e molto pericolosa sugli esterni, c’è la consapevolezza che con queste prestazioni sfornate ultimamente l’Empoli possa davvero far male ai granata.   3) LA LINEA DI CENTROCAMPO AZZURRA Ora come ora il reparto forse più in forma è il centrocampo. Anche grazie all’intuizione di mettere Paredes in veste di regista e alla bravura di Buchel nel farsi trovare pronto dopo l’infortunio di Croce. Un trio completato da Zielinski, sempre più immerso negli schemi di Giampaolo. Un centrocampo allo stesso tempo tecnico e dinamico che sta convincendo sempre di più nelle ultime uscite.   Simone Galli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy