IL CASO | La preparazione degli azzurri? Ne parleremo, promesso.

IL CASO | La preparazione degli azzurri? Ne parleremo, promesso.

di Gabriele Guastella   Ormai da più parti, e ovviamente qui sul nostro portale, sono piovute decine e decine di vostre richieste sul tema legato ai troppi infortuni e alla preparazione atletica condotta dalla squadra azzurra, effettivamente non in grado attualmente di reggere il confronto con g

di Gabriele Guastella

 

Ormai da più parti, e ovviamente qui sul nostro portale, sono piovute decine e decine di vostre richieste sul tema legato ai troppi infortuni e alla preparazione atletica condotta dalla squadra azzurra, effettivamente non in grado attualmente di reggere il confronto con gli interi novanta minuti di gara.

 

Un problema, ma più che un problema un dato di fatto, che io stesso personalmente ho già sollevato più volte durante le dirette su Radio Bruno parlandone anche con l’ex tecnico azzurro Alfredo Aglietti, fino a domenica scorsa chiamando in causa il nuovo tecnico Bepi Pillon.

 

Ad onor del vero un problema simile vi è già stato anche durante la scorsa stagione, probabilmente in tono minore rispetto a questo avvio di campionato, dove in maniera netta sono emerse carenze fisiche piuttosto notevoli. Un aspetto captato anche dai media nazionali, alcuni dei quali hanno sottolineato il netto calo degli azzurri soprattutto nei secondi tempi di gioco, e i frequenti infortuni muscolari di lieve e maggiore entità, certamente ingigantiti dai 4cm di strappo muscolare subiti da Claudio Coralli.

 

Vorremmo rispondere ai vostri post con un accurato servizio dove cercheremo di analizzare questi aspetti con colleghi giornalisti e, magari, anche con i responsabili dello staff tecnico azzurro, cercando di fare chiarezza senza polemica e con critica costruttiva, evitando la inutile caccia al colpevole che in questo momento credo possa essere sono lesiva e non aiuta ad uscire da una situazione tanto ingarbugliata quanto delicata. 

  

Per questo nei prossimi giorni cercheremo di soddisfare la vostra richiesta, smentendo il fatto (come scritto in alcuni post, ndr) che non è mai nostra intenzione occuparci di alcuni argomenti evitando di affrontarne altri… solo che per fare bene alcune cose a volte è richiesto più tempo rispetto ad altre. Tutto qua.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy