Il Padova pensa a Sarri

Il Padova pensa a Sarri

Facciamo subito una premessa, ovvero che il titolo non va assolutamente interpretato anche al contrario, ovvero al fatto che Sarri stia pensando al Padova.   La notizia, o meglio, l’indiscrezione, uscita nella tarda serata di ieri sui soliti siti specializzati, è stata da noi approfondita ne

Commenta per primo!

Facciamo subito una premessa, ovvero che il titolo non va assolutamente interpretato anche al contrario, ovvero al fatto che Sarri stia pensando al Padova.   La notizia, o meglio, l’indiscrezione, uscita nella tarda serata di ieri sui soliti siti specializzati, è stata da noi approfondita nella mattinata, andando ad interrogare più di un collega che segue da vicino i biancoscudati. Quello che è emerso è che non ci sarà un prolungamento per Pea che, a chiusura di stagione, saluterà la città veneta. La società ha voglia di cambiare ed ha voglia soprattutto di una stagione da protagonista, quella che quest’anno non c’è stata. Al vaglio ci sono alcuni nomi, e si, quello di Maurizio Sarri pare essere davvero il più gettonato. Tra gli altri ci è stato fatto il nome anche di Luca Prina, attuale tecnico della Virtus Entella.   Fin qui niente di male o di strano, ci mancherebbe. Il mister valdarnese ha fatto (possiamo dirlo comunque vada) una grande stagione, sapendosi riprendere magistralmente da una caduta che sembrava inesorabile. Ha dimostrato di saper lavorare bene ma soprattutto ha dimostrato di saper essere un ottimo capo squadra. Ovvio che possa, anche fuori da Empoli, piacere. Come detto, niente di strano.   La situazione però finisce qui, con Maurizio Sarri che in questo momento pensa ad una sola cosa, ovvero chiudere come meglio sia possibile questa stagione con l’Empoli. Cercare questi 4 punti playoff e poi li, giocarsi il tutto per tutto. Dopo si vedrà. E questo, ormai è chiaro, vale anche per quanto riguarda Empoli.   Perchè se non troviamo niente di strano nel fatto che a Padova (come potrebbe essere silenziosamente anche in altre piazze) si possa pensare a lui, concedetecelo, qualcosa di strano nel fatto che ad oggi non ci sia stato il rinnovo in azzurro lo troviamo. Doveva essere una formalità da espletare al raggiungimento dei 51 punti. Cosi ci hanno raccontato tutti. Le parti avrebbero dovuto mettersi a sedere ed in cinque minuti, ci si sarebbe data la mano per andare avanti.   L’Empoli di punti ne ha 69, la salvezza è ormai storia vecchia, ed il discorso rinnovo pare essere andato in cavalleria. Nessuno, noi compresi (come stampa) ci è più tornato sopra. Va da se che a questo punto si aspetterà la fine dei giochi, e solo allora ci sarà (perchè troviamo assurdo che non si arrivi nemmeno a questo) il tavolo per discutere. Va da se anche che (invitiamo tutti agli scongiuri), arrivasse mai una promozione, sarebbe difficile pensare ad un Empoli in serie A senza l’uomo che lo ha portato e che per di più la serie A mai l’ha fatta. Ma se fosse serie B? A quanto pare, a quel punto, sarà soltanto l’eventuale progetto societario a far da ago della bilancia e solo quello deciderà se Maurizio Sarri, che all’Empoli ha dato molto ma che dall’Empoli ha anche avuto molto, sarà ancora in sella o meno.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy