Il Pisa chiede asilo ad Empoli?

Il Pisa chiede asilo ad Empoli?

Un’altra volta l’impianto di illuminazione dell’Arena Garibaldi sulla strada della serie B. A fine estate 2014 impedì il ripescaggio, anche per un “giallo” legato alle certificazioni consegnate in regola o meno, oggi però la lezione dovrebbe essere stata imparata. Sta di fatto che lo sta

Commenta per primo!

arena garibaldiUn’altra volta l’impianto di illuminazione dell’Arena Garibaldi sulla strada della serie B. A fine estate 2014 impedì il ripescaggio, anche per un “giallo” legato alle certificazioni consegnate in regola o meno, oggi però la lezione dovrebbe essere stata imparata. Sta di fatto che lo stadio cittadino non è a norma per la serie superiore, proprio a cominciare dalle luci. E questo lo ha già stabilito la Lega di serie B, che nei giorni scorsi ha effettuato un sopralluogo nell’impianto di Porta a Lucca. Una decisione il Pisa la dovrà prendere entro questo lunedì 20. Di fronte all’evidenza di non poter risolvere tutte le situazioni in pochi giorni, il regolamento prevede che la società indichi una sede alternativa. Cioè uno stadio in regola per la serie B dove giocare le partite ufficiali della prossima stagione.   Dunque, entro lunedì il Pisa dovrà comunicare il suo “nuovo” stadio: Empoli la soluzione più probabile, Siena un’altra ipotesi, mentre Firenze è un’idea che non può trovare concreta attuazione. Il tecnico incaricato dalla Lega di serie B è stato all’Arena l’1 giugno scorso, ben prima che arrivasse il verdetto promozione. Ha esaminato l’impianto e poi lunedì scorso ha comunicato all’Ac Pisa e al Comune le prescrizioni. L’elenco è abbastanza lungo. Ci sono una serie di adempimenti che riguardano documentazioni e che dunque possono essere risolte più facilmente.   fonte: iltirreno    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy