Il pregara di mister Aglietti

Il pregara di mister Aglietti

Con il tecnico azzurro Alfredo Aglietti, a ventiquattro ore dal match che ci vedrà affrontare il Padova, proviamo a fare il punto della situazione in casa azzurra presentando il prossimo match:   Mister arriva il Padova che tu in tempi non sospetti hai definito da prima fila? “ E lo confermo.

Commenta per primo!

Con il tecnico azzurro Alfredo Aglietti, a ventiquattro ore dal match che ci vedrà affrontare il Padova, proviamo a fare il punto della situazione in casa azzurra presentando il prossimo match:   Mister arriva il Padova che tu in tempi non sospetti hai definito da prima fila? E lo confermo. Il Padova ha un organico importante, forte, una squadra ben costruita con tutti elementi di spessore per la categoria. Un centrocampo robusto ma con grande qualità e davanti hanno di che scegliere. Sarà una gara difficile, una di quelle in cui rischi di pagare ogni piccola imprecisione. Dovremo essere bravi nel palleggio e nella fase di non possesso. Sono forti ma non sono impenetrabili e noi davanti dovremmo essere cinici nello sfruttare lo sfruttabile.”   Potrebbe essere a centrocampo la chiave del match? Loro in quella zona del campo hanno ottime individualità. Sia che giochi Milanetto sia Italiano (partirà il primo, ndr.) è da li che nascono le loro azioni. Quindi va da se che dovremo essere bravi in quella zona del campo a non dargli modo di imporre il loro gioco ma anzi di provare ad essere noi a dettare i tempi.”   Nel dopogara di lunedi scorso si diceva che la vittoria con la Reggina doveva fare da iniezione di fiducia per il futuro, come hai visto la squadra nella settimana? Bene, indubbiamente lunedì scorso era fondamentale vincere per ritrovare un pizzico di sicurezza nei nostri mezzi e convincerci che non poteva girare sempre tutto storto. La vittoria di lunedì  non deve però nemmeno essere vista come la risoluzione di tutti i problemi, anche in quella gara abbiamo fatto diversi errori che in settimana abbiamo analizzato per far si che non si ripetano soprattutto domani contro una formazione, lo abbiamo già detto, che difficilmente perdona gli errori altrui.”   Parliamo di formazione: si va verso la conferma di modulo e uomini? A livello di modulo abbiamo lavorato sempre con lo stesso sistema di gioco quindi non ci sono novità da questo punto di vista. Per quello che riguarda la formazioni mi porto a domani un paio di soluzioni che ho in testa. Sono contento per il recupero di Buscè che se anche non partirà dall’inizio potrebbe darci una mano visto che Ficagna non è ancora al top del condizione. Gli assenti sono i soliti da qualche settimana più Fatic.”   Uno dei dubbi, forse poi l’unico riguarda Signorelli. Come stai vedendo la crescita di questo ennesimo prodotto del vivaio azzurro? Franco non lo scopriamo certo oggi per il gol alla Reggina seppur bellissimo. È un giocatore che ha molta qualità ed una discreta personalità data la sua giovane età. Sicuramente l’aver giocato lunedì, con la prestazione che tutti avete visto, gli ha dato qualcosa in più per cercare quella continuità fondamentale nel suo percorso di crescita. I presupposti per continuare su questa strada ci sono. Per quanto riguarda il dubbio, si, confermo che voglio valutare alcune cose dove Franco potrà darci qualcosa in più ma dove anche Moro potrebbe essere prezioso.”   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy