Il pregara di mister Aglietti

Il pregara di mister Aglietti

Ha parlato al termine della rifinitura il tecnico azzurro Alfredo Aglietti. Impossibilitati questa mattina ha portare le nostre telecamere nella sala stampa del “Castellani” vi riportiamo in modalità testuale le sue dichiarazioni.   Mister, l’obbiettivo e la continuità anche se domani

Commenta per primo!

Ha parlato al termine della rifinitura il tecnico azzurro Alfredo Aglietti. Impossibilitati questa mattina ha portare le nostre telecamere nella sala stampa del “Castellani” vi riportiamo in modalità testuale le sue dichiarazioni.   Mister, l’obbiettivo e la continuità anche se domani sarà molto dura: Ancora una volta vorrei non parlare dell’avversario. Si presenta da solo e sappiamo della sua forza. Dobbiamo però essere noi i primi a non sentirsi vittime sacrificali andando li a giocare partita, colpo su colpo, palla su palla. La squadra dovrà dare più del massimo, dovrà uscire stremata, ringhiando su ogni palla e cercando di affondare quando ci sarà la possibilità. La tensione che ho visto a Padova con il Livorno non dovrà venir meno, soprattutto per eventuale riverenza verso l’avversario. Se interpretiamo la gara con la giusta mentalità, con lo spirito che ho sopra descritto, potremmo avere le nostre possibilità di non tornare a bocca asciutta.”   Il fatto di non dover essere noi a fare la partita potrebbe aiutarci? Non dover fare la partita non vuole però dire stare in dieci a difendere la porta. La partita va giocata, con accortezza ed intelligenza, sfruttando le occasioni che avremo. Dobbiamo essere bravi a stare compatti e ripartire, però certo, il non dover essere noi ad offendere potrebbe darci dei vantaggi rispetto anche ad una gara come quella di sabato scorso.”   Si gioca dopo soli tre giorni, effettuerai del turn-over? più che turn over ci sono alcuni giocatori che non saranno a disposizione per dei problemi o per degli affaticamenti, come per esempio Maccarone. Anche Vinci non partirà per un problema al ginocchio. A loro poi si aggiungono anche Tonelli e Mori che stanno decisamente meglio ma che preferiamo non rischiare. Poi c’è Valdifiori ma qui il discorso è diverso e valuteremo dopo la sua situazione. Ci sono alcuni dubbi che scioglierò domani ma per il resto non verranno fatti grossi stravolgimenti, la squadra sta trovando un suo equilibrio. Tra questi non c’è quello dell’attaccante, dico già che partirà Dumitru con Tavano Una novità ci sarà tra i pali.”   Ci spieghi meglio? Giocherà Dossena dal primo minuto. Questo perché vogliamo dare un po’ di riposo ad Alberto, riposo anche mentale perché, nonostante le mia stima e quella di tutto lo staff, verso di lui sia massima e soprattutto integra, il ragazzo sta accusando un po’ troppo alcune critiche che gli stanno arrivando. Dossena è pronto, si è sempre allenato con serietà e soprattutto con l’intelligenza di aver accettato il suo ruolo.”   Due gare e due punti ma soprattutto due prestazioni intense. Come sta la squadra: La squadra, come il sottoscritto, vuole trovare la vittoria, una vittoria che oltre ai tre punti darà ancor maggiore sicurezze e maggiori prese di coscienza del valore collettivo. Stiamo interpretando al meglio quanto dobbiamo fare di qui alla fine. Giocare queste gare come finali, pensare che ogni gara sia l’ultima, dare il massimo in quella senza stare a fare calcoli e conti. Se continueremo su questa strada, alla fine, verremo premiati.”   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy