Il prossimo Ds? Per noi solo una certezza.

Il prossimo Ds? Per noi solo una certezza.

La fine di questa settimana dovrebbe portare notizie importanti riguardo la pianificazione della prossima stagione sportiva. Come abbiamo avuto modo di dire ieri, la prima cosa da fare sarà quella di capire (l’augurio è che sia cosi) se Maurizio Sarri sarà ancora l’allenatore dell’Empoli. Ma c’è

Commenta per primo!

La fine di questa settimana dovrebbe portare notizie importanti riguardo la pianificazione della prossima stagione sportiva. Come abbiamo avuto modo di dire ieri, la prima cosa da fare sarà quella di capire (l’augurio è che sia cosi) se Maurizio Sarri sarà ancora l’allenatore dell’Empoli. Ma c’è un’altra figura importante, anzi diremmo importantissima, che è  a scadenza di contratto e per la quale si attendono buone notizie, che poi, gioco-forza, potrebbero essere collegate a quelle del mister: parliamo di Marcello Carli.   Il DS azzurro, è indiscutibilmente tra gli aterfici di questa grande stagione, una stagione che, come abbiamo avuto modo di sottolineare assieme a lui, è stata totalmente in salita. Dopo il grande lavoro fatto nel nostro settore giovanile, Carli, era passato a fare il direttore sportivo sotto l’ala dell’ex Pino Vitale. Le dimissioni poi di quest’ultimo, arrivate un anno fa, anno dato inevitabilmente maggiori responsabilità e doveri al direttore. Una campagna acquisti da fare, una squadra da ricostruire ed un tecnico, capace e motivato, da trovare, ed uno scetticism che intorno a lui si faceva grande. La storia che ha portato a Sarri ormai tutta la sanno. Quell’incontro a mezzanotte all’uscita dell’autostrada, quegli sguardi che si sono subito sintonizzati e sincronizzati, quella sretta di mano e l’avventura che andava a cominciare. Anche questa, in salita.   E poi il momento difficile, quello in cui, se non sei un grande uomo, se non hai la tempra giusta per affrontarlo (grazie ovviamente anche all’appoggio incondizionato del Presidente Corsi) il rischio di affondare è forse il minimo. Poi la grande calvalcata e per finire la lotta a denti stetti per aver Regini e Saponara nella finale di ritorno, quella da giocare senza rimpianti.   Tutto questo, e molto altro, è stato Marcello Carli nel suo primo anno da “Deus Machina”. Il tempo passa, il contratto arriva a scandenza. Anche per lui, adesso, ci saranno quei giorni di totale stacco, ma poi arriverà il momento di affrontare il discorso e di capire se sarà ancora lui l’uomo mercato, l’uomo che andrà a costruire la squadra del prossimo anno. Marcello Carli è uno di quelli che l’azzurro dell’Empoli lo ha tatuato sulla pelle, ed è per questo che i lucciconi agli occhi sono nitidi quando parla con noi di questa stagione che è appena passata e soprattutto quando vede la sua squadra, i suoi ragazzi, andare a prendere l’applauso della maratona dopo la sconfitta che ha chiuso la favola che stavamo vivendo. Ma di Empoli, Carli, non è sazio.   La vita però, quella professionale, puo’ essere imprevedibile e potrebbe avere delle sirene ammaliatrici che, potrebbero quanto meno far pensare. Non è infatti mistero che la Juventus stia pensando a lui per la gestione del suo settore giovanile. Potrebbe essere un’occasione unica, stimolante ed affascinante. Ma anche la prossima ad Empoli lo potrebbe essere, anzi sicuramente lo sarà. Far meglio di quest’anno tutti dicono sia impossibile e ci possiamo anche credere. Ma gli uomini come Marcello Carli sono uomini che hanno quel qualcosa in più dentro, quelli che mettono ancora il cuore prima di tante altre cose.   Potrebbe quindi non essere scontato, ma per noi dubbi non ci sono su chi dovrà essere il Ds della prossima stagione.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy