“Il Punto”, con Alessandro Marinai…

“Il Punto”, con Alessandro Marinai…

Eccoci, come ogni mercoledi’, alla rubrica di approfondimento “Il Punto” in compagnia del collega Alessandro Marinai. Con Alessandro proveremo ad analizzare il momento della squadra azzurra a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.   Ciao Alessandro, contro il Sassuolo è

Commenta per primo!

Eccoci, come ogni mercoledi’, alla rubrica di approfondimento “Il Punto” in compagnia del collega Alessandro Marinai. Con Alessandro proveremo ad analizzare il momento della squadra azzurra a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.   marinaiCiao Alessandro, contro il Sassuolo è arrivata l’ennesima bella prestazione e una vittoria che avvicina molto la squadra all’obiettivo…

“Tre punti non decisivi ma quasi… E uno spettacolo assoluto vissuto al “Castellani”. Questa squadra sta scrivendo pagine importanti per la storia di questa società e sarà ricordata a lungo da tutti quelli che oggi ne stanno godendo il gioco e i risultati. Ormai la salvezza è veramente a un passo, dodici punti di vantaggio a dieci gare dal termine sono davvero tanti, ma occorre mantenere i piedi ben saldi a terra fino al raggiungimento della matematica”.

E’ stata riscattata la sconfitta dell’andata con identico punteggio, ma ci dovevamo aspettare qualcosa in più dal Sassuolo? “Il Sassuolo è una squadra che mi piace, giovane e di qualità, ma contro questo Empoli è dura per tutti. Eppure erano partiti bene i neroverdi, nei primi dieci, quindici minuti avevano messo in difficoltà gli azzurri ma poi i ragazzi di Sarri sono stati bravi ad uscire alla grande e a prendere in mano il pallino del gioco fino alla fine. Più meriti dell’Empoli che non demeriti del Sassuolo, con un secondo tempo stratosferico e prestazioni di alcuni elementi straordinarie”.    

Una vittoria nel segno di Saponara autore di una doppietta. Si può considerare completamente recuperato Riccardo?

“I gol danno indubbiamente una mano a chi sta ricercando la forma migliore e sicuramente questa doppietta influirà positivamente sullo stato di Saponara, Difficile dire se sia del tutto recuperato, ma forse occorrerà attendere ancora un po’ anche se la strada è quella giusta. Non è mai stato l’aspetto tecnico quello che preoccupava di lui, le giocate di domenica scorsa ne sono gradita conferma”.

E’ arrivato anche il primo gol in campionato di Mchedlidze… “La particolarità di Levan è che segna poco ma non fa mai gol banali. Quello di domenica ha stabilito il record di gol più veloce di giocatore subentrato, ma penso a quello contro il Genoa in Coppa Italia che fu assolutamente eccezionale oppure quello indimenticabile contro il Vicenza che dette il via alla rimonta azzurra. Un gol facile, grazie a Saponara, ma di straordinaria importanza per lui”.  

La settimana ha portato anche la prima convocazione in azzurro di Valdifiori, una soddisfazione incredibile per tutto l’ambiente. Ne avevamo già parlato ma sinceramente te l’aspettavi?

“E’ stata una speranza che è cresciuta partita dopo partita grazie alle prestazioni di Mirko. Ipotizzare la convocazione in Nazionale di un giocatore dell’Empoli è sempre difficile perchè vengono privilegiati spesso i giocatori che militano nei grandi club anche se questi ultimi sono sempre più affollati di calciatori stranieri. Sono contentissimo per lui che merita questa convocazione e rappresenta un premio per tutta la squadra per quanto fatto fino ad ora. Speriamo sia solo la prima di una lunga lista di chiamate di Conte. Per questo week end l’Empoli ha consegnato alle varie Nazionali quasi dieci giocatori, roba da top club”.

In Nazionale c’è finito anche l’ex Eder in qualità di oriundo che qui a Empoli è sempre ricordato con affetto. Assieme a lui Vazquez e si era parlato addirittura di Vecino sotto osservazione. Cosa ne pensi? “Per essere estremamente chiari e diretti dico semplicemente che per me Eder era e resta brasiliano. Più in generale, sul discorso degli oriundi, sono d’accordo con Mancini quando critica la scelta, ma detto da lui che allena una squadra dove di italiani se ne contano veramente pochi fa un po’ sorridere”.  

Adesso la sosta e poi alla ripresa un compito sulla carta proibitivo con la trasferta allo Juventus Stadium…

“Proibitiva ma affascinante, giocare in simili stadi dona energie extra notevoli e in più i bianconeri potrebbero anche pensare alla gara di ritorno di Coppa Italia. Sarà sicuramente difficile, ma l’Empoli avrà il vantaggio di non aver niente da perdere e potrà giocare sereno e con la testa libera”.

Credi che, visto il cospicuo vantaggio, la Juve possa avere più attenzione alle Coppe rispetto al campionato e quindi possa trovare, l’Empoli, una squadra non particolarmente affamata? “Faccio fatica a pensare ad una Juve così, non rientra proprio nella mentalità bianconera e non credo che snobberà la partita con l’Empoli. Ovviamente se tengono qualche big fuori non può che farci piacere, ma il problema è che i sostituti sono ugualmente giocatori di grande livello. Detto questo non ho grossi dubbi sul fatto che gli azzurri  faranno la loro bella figura anche allo Stadium, poi di perdere ci sta ma non è così scontato…”.  

Chiudiamo come sempre con i promossi e i bocciati

“Tra i promossi il Chievo che mostra sempre di avere sette vite, non muore mai e in queste ultime gare ha trovato le risorse per venire a capo di una situazione non facile. Poi la Lazio che in silenzio sta facendo un campionato notevole e si candida ad arrivare seconda. Piccole battute d’arresto per Fiorentina e Napoli che non sfruttano un turno non difficilissimo per la corsa verso il secondo posto anche se la Roma è riuscita a vincere, facendo un favore all’Empoli, a Cesena. Boccio il Napoli anche per il comunicato ufficiale apparso sul sito della società e ripreso da tutti i media in cui si lamentava dell’arbitro, una roba inguardabile. E poi come non bocciare tutta la vicenda Calciopoli che è caduta in prescrizione… Una vera tristezza per un calcio che avrebbe bisogno di certezze”. 

Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy