” Il Punto “, con Alessandro Marinai…

” Il Punto “, con Alessandro Marinai…

Puntuali come ogni settimana  torniamo in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento, “Il Punto” (l’originale). Con Alessandro proviamo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.   Alessandro ben trova

Commenta per primo!

Puntuali come ogni settimana  torniamo in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento, “Il Punto” (l’originale). Con Alessandro proviamo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.   Alessandro ben trovato. Si è fermata la marcia azzurra, sconfitti in casa dalla Juventus che non ha certo destato una grande impressione. Anzi, a differenza di altre sconfitte quella di domenica ha lasciato davvero l’amaro in bocca… marinai“E’ stata la peggior Juventus mai vista al “Castellani”, una squadra in difficoltà a dispetto del proprio blasone. Come sospettavamo i bianconeri hanno trovato grosse difficoltà nel sostituire i campioni che se ne sono andati e nonostante la vittoria di Empoli non si può certo dire che abbiano risolto i loro problemi. La sconfitta contro la Juventus per gli azzurri rientra nella normalità, ma stavolta si fa più fatica a digerirla. L’Empoli ha fatto quello che poteva fare, ma con un po’ più di attenzione e precisione si poteva fare meglio”.   Eppure tutto sembrava essersi messo nella giusta direzione. Abbiamo pagato due errori su due specifiche situazioni… “L’approccio è stato quello giusto, il piglio anche nell’affrontare una squadra più forte tecnicamente e soprattutto fisicamente, ma come dici tu l’Empoli ha pagato a carissimo prezzo delle ingenuità che contro un simile avversario non dovresti commettere. E’ paradossale pensare che la Juventus ha vinto a Empoli grazie a dei regali e questo fa montare un pizzico di rabbia”.   Con un Dioussè in fase di leggero calo si vede che li in mezzo manca qualcosa… “A centrocampo non si riesce a trovare ancora la quadratura, Dioussè e Maiello stanno avendo entrambi delle difficoltà. Si sapeva che non sarebbe stato semplice sostituire Valdifiori, ma secondo me si avverte molto anche la mancanza di un giocatore come Vecino soprattutto dal punto di vista fisico. Troppo spesso si ha la sensazione di essere leggeri a centrocampo e questo l’Empoli a volte lo paga come successo domenica scorsa”.   Con la Juve è mancato anche il miglior Saponara… “Se guardiamo ai singoli son mancati in diversi e tra questi pure Saponara anche se sul gol di Maccarone ha fatto un movimento importante per portare via l’avversario e consentire a BigMac di andare alla conclusione. Può capitare di non essere al top e questo è dovuto anche all’avversario… Di fronte aveva un certo Marchisio…”.   Empoli che però non ha perso quelle certezze arrivate dall’ultimo periodo… “La sconfitta con la Juventus non può e non deve minimamente scalfire l’autostima anche se l’amarezza c’è. Dobbiamo voltare pagina e fare tesoro degli errori commessi, sapendo che contro certe squadre l’attenzione deve essere superiore alla media. A Palermo gli episodi furono tutti a favore, domenica scorsa quasi tutti contro ma non ci sono poi state grandissime differenze tra le due prestazioni. L’Empoli ha una sua fisionomia ben definita ma commette ancora troppi errori, su questo di deve lavorare per acquisire affidabilità e continuità”.   La pausa arriva per far rifiatare dopo un vero tour de force, alla ripresa sarà derby… “La pausa servirà per ricaricare le pile perchè ci sono da recuperare energie anche nervose e da ricercare una condizione migliore sebbene pensassi ad un Empoli in crescita sotto questo aspetto. Evidentemente mi sbagliavo e contro la Juventus la squadra ha finito la benzina tropo presto. Il derby è una partita molto attesa per tutti e non mancheranno gli stimoli per prepararla al meglio”.   Duole dirlo ma in questo momento questa Fiorentina sembra avere un altro passo… “E’ una delle squadre che giocano meglio e sicuramente la sorpresa più grande di questa prima parte di campionato. Nessuno si sarebbe mai aspettato una Fiorentina così in alto soprattutto dopo il divorzio con Montella. Paulo Sousa è stato accolto dal totale scetticismo della piazza ma oggi possiamo affermare di avere a che fare con un allenatore bravo, affabile, educato e che in pochissime giornate è riuscito a far dimenticare il suo predecessore. Il lavoro del portoghese è già ottimo, lo dicono i risultati ma anche la valorizzazione della rosa”.   Che tipo di accorgimenti serviranno per provare a portare a casa punti? “L’unico accorgimento per l’Empoli deve essere la concentrazione massima per eliminare le disattenzioni e gli errori che stanno costando punti pesanti. A livello di gioco non è pensabile ipotizzare un Empoli snaturato nel modulo e nel modo di interpretare la gara. Di sicuro ci vorrà qualcosa in più da parte di tutti per provare a fermare la marcia della capolista”.   Chiudiamo come sempre con i promossi ed i bocciati dell’ultimo turno… “Promosso Donadoni, due partite e due vittorie pesanti che hanno risollevato il Bologna dai bassifondi. Già detto della Fiorentina, non si può non promuovere il Napoli che non perde un colpo e rimane attaccato alla testa della classifica con un Higuain mostruoso. Tra i bocciati ancora l’Hellas, gravissima la sconfitta interna contro il Bologna e se non recupera qualche infortunato importante potrebbero essere dolori. Bocciato il buon Zamparini, conferma Iachini dopo la sconfitta con l’Empoli e lo caccia dopo la vittoria con il Chievo. Qual è la logica? Ma anche Ferrero con Zenga non è che sia da meno eh. E poi Allegri. Per il solo fatto di non dare spazio a Rugani”.   Alessio Cocchi  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy