“Il Punto”, con Alessandro Marinai…

“Il Punto”, con Alessandro Marinai…

Puntuali come ogni settimana, anche per la vigilia di Natale,  torniamo in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento, “Il Punto” (l’originale). Con Alessandro proviamo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a veni

Commenta per primo!

Puntuali come ogni settimana, anche per la vigilia di Natale,  torniamo in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento, “Il Punto” (l’originale). Con Alessandro proviamo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.   marinai e cocchiAlessandro ben trovato, ti faccio subito i più sinceri auguri di Buon Natale. Un Empoli che stupisce e che non si ferma più, a Bologna un’altra prova incredibile coronata con una vittoria non semplice da pronosticare… “Un fine 2015 incredibile, stiamo esaurendo gli aggettivi per esaltare questa squadra che con la vittoria magnifica di Bologna ha ormai conquistato tutta l’Italia. Complimenti e parole importanti arrivano ormai da tutte le parti e questo non può che inorgoglire tutto l’ambiente. Al “Dall’Ara” una prova maiuscola e una vittoria meritatissima contro un avversario in piena salute e tra i più in forma del momento. No,non era per nulla facile pronosticare la vittoria, ma che l’Empoli ce la potesse fare lo si era capito fin dalle prime battute”.   Rimanendo sulla gara di sabato scorso, da sottolineare a mio avviso due cose: l’acquisita maturità mentale (non era facile tenere botta dopo due rimonte) ed un Maccarone che gioca forse meglio di quando aveva 20 anni… “La squadra gioca con una serenità incredibile e con estrema naturalezza. In questo momento si ha la percezione di essere di fronte alla squadra più forte di sempre, la più completa. Il bello è che ci sono ancora margini di miglioramento… Il gruppo è mentalmente forte, i nuovi arrivati hanno portato personalità e sfrontatezza oltre a una qualità tecnica importante mentre quelli che già c’erano hanno acquisito ulteriore sicurezza. Di Maccarone cosa dobbiamo e possiamo ancora dire? E’ un leader dentro e fuori il campo, un giocatore che non sente il peso degli anni perchè gioca con gioia. Sorrido quando penso che già due anni fa dicevano che era vecchio…”.   Un Empoli che sta stracciando tutti i record, numeri da capogiro ed una classifica che ci vede ad un passo dalla zona Europa… “Di sicuro è una stagione che rimarrà nella storia del club già prima della fine del girone d’andata. Nessuno può sapere oggi come si concluderà, ma la salvezza è virtualmente acquisita. Oggettivamente dovrebbe accadere un qualcosa di inverosimile per metterla in discussione anche se nel calcio vale il motto mai dire mai. L’obbiettivo ora è raggiungere il prima possibile quota 38/40 e poi divertirsi, vivere alla giornata e non porsi traguardi. La storia di questo campionato, la sua incertezza, ci fa capire che può succedere qualsiasi cosa”.   Allargando il raggio, visto che siamo a fine anno, un 2015 da incorniciare dall’inizio alla fine… “Direi di sì, una salvezza entusiasmante e un girone d’andata straordinario. Difficile chiedere di meglio. Sportivamente parlando è stato un anno meraviglioso che ha regalato enormi gioie ai tifosi azzurri”.   Se dovessi rivederti una partita del 2015 quale ti vorresti riguardare?Quella di Bologna di sabato scorso, non fosse stato per qualche leggerezza difensiva sarebbe stata perfetta. Mi riguarderei volentieri anche Empoli-Napoli della scorsa stagione, oltre al primo tempo di Firenze di quest’anno“.   Adesso un po’ di pausa ed alla ripresa avremo al “Castellani” la prima della classe che a mio modesto avviso troverà l’avversario peggiore che poteva trovare…Avrei preferito giocarci subito, la sosta non è positiva per le squadre che stanno bene. L’Inter è una squadra forte, lo sappiamo, ma l’Empoli delle ultime quattro gare può fare risultato contro chiunque. Mi aspetto un’Inter accorta, la solita Inter che pensa più a non prendere gol sperando di trovarne uno con i campioni che ha davanti. Potenzialmente potrà essere una bella partita. Di sicuro, classifica alla mano, sarà il big match di giornata“.   Ti voglio provocare. Se l’Empoli dovesse battere l’Inter come la iniziamo a mettere? “In pratica ho già risposto dicendo che l’Empoli deve raggiungere il prima possibile la quota salvezza e poi si potrà divertire. Ovviamente se l’Empoli dovesse vincere anche contro l’Inter potrebbe diventare una cosa seria…”.   Chiudiamo Alessandro con i promossi ed i bocciati dell’ultimo turno di campionato… “Sul gradino più alto ci mettiamo ancora una volta l’Empoli e non perchè siamo di parte ma perchè è giusto così. E’ stata nominata squadra rivelazione da tutti, quattro vittorie consecutive e posizione di classifica invidiabile. Il tutto condensato nella splendida prova di Bologna. Bocciata l’Inter, sconfitta in casa mentre tutte le inseguitrici hanno vinto, Empoli compreso. Promosso anche il Milan che sta andando a corrente alternata, ma fare quattro gol a Frosinone non era semplice. Anche la Samp sembra aver superato il momento negativo mentre tra i bocciati c’è il Torino di Ventura che non pare aver più lo smalto di inizio stagione.  Chiudo facendo gli auguri a te Alessio, a tutta la redazione di Pianeta Empoli e soprattutto a tutti i tifosi azzurri che ci seguono ma anche quelli che non ci seguono. Per tutti sarà un bellissimo Natale, con la speranza che il sogno possa continuare anche nel giorno della Befana. Buon Natale e felice anno nuovo a tutti!”.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy