” Il Punto “, con Alessandro Marinai…

” Il Punto “, con Alessandro Marinai…

Siamo arrivati all’appuntamento settimanale in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento “il Punto”. Con Alessandro, come sempre, proveremo ad analizzare la situazione in casa azzurra a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.   Alessandro buongiorno. Az

Commenta per primo!

Siamo arrivati all’appuntamento settimanale in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento “il Punto”.

Con Alessandro, come sempre, proveremo ad analizzare la situazione in casa azzurra a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.

 

Alessandro buongiorno. Azzurri stoppati in casa dal Bari ma un match in cui la prestazione è stata abbondantemente portata a casa…

“Che sarebbe stata una partita non semplice lo sapevamo perchè il Bari, nonostante gli ultimi risultati negativi, è una squadra con dei valori e con dei giovani molto interessanti. La prestazione è stata soddisfacente, il rammarico è quello di non aver chiuso il match dopo il vantaggio maturato dopo pochi minuti. Le occasioni ci sono state, così come qualche occasione l’ha avuta anche il Bari. Un pareggio che lascia un pizzico di amaro in bocca ma che ci può stare, non mi pare il caso di strapparsi i capelli”.

Alessandro Marinai 

Non ami parlare degli arbitri ma fa rosicare il gol preso, con un’azione partita su un evidente fallo di mano di Fossati che poteva dare all’Empoli una punizione ma che invece l’Empoli lo ha punito…

Sì è vero, l’azione è partita con un fallo di mano che era parso evidente, però va detto pure che dal fallo di mano al gol ci sono sessanta metri di campo in cui gli azzurri non hanno saputo fermare l’azione avversaria. Dispiace per l’errore dell’arbitro ma imputare la mancata vittoria soltanto a questo episodio mi pare eccessivo”.

 

Tra le note positive del match ci sono Signorelli e Castiglia…

“Sono i due giocatori che più degli altri avevano i riflettori puntati addosso. Castiglia perchè reclamato a gran voce dai tifosi, spinti dalla curiosità di vedere all’opera questo giocatore e che, dopo l’infortunio di Croce, hanno avuto modo di saggiarne le caratteristiche avendo un bel po’ di minutaggio a disposizione. Ha fatto bene, non è Croce perchè è un altro tipo di giocatore ma il suo vero esordio in azzurro è stato positivo. Secondo me ha fatto bene anche Signorelli; ho letto critiche ingenerose per la sua prestazione ed inizio a pensare che qualcuno critichi il ragazzo a prescindere, un po’ come succedeva la passata stagione con Tonelli. Di sicuro non rimarrà negli occhi e nei cuori dei tifosi la partita di Signorelli contro il Bari, ma vorrei capire quali errori ha commesso. Ha cercato di dare ordine, di far girare palla, magari dà l’impressione che svolga il compitino, che sia “scolastico” nel suo modo di giocare ma se nell’arco di una partita sbaglia una cosa soltanto e si mette in evidenza quella piuttosto che tutto il resto allora credo ci sia malafede”.

 

Di contro c’è un Maccarone, complice anche un problema fisico, che appare in leggero appannamento…

“Che non sia il Maccarone che conosciamo mi pare evidente e credo che lui stesso ne sia consapevole, ma non mi passa nemmeno per l’anticamera del cervello metterlo in discussione o criticarlo. Nel corso di una stagione ci sono alti e bassi, questo è probabilmente un periodo in cui non riesce ad esprimersi a buoni livelli e ci può stare. Anche in momenti come questi, però, a uno come lui può bastare un guizzo, una giocata per risolvere una gara ed io non me ne proverei mai”.  

 

Si guarda alla trasferta di Terni, altra squadra enigma di questo campionato…

“Onestamente pensavo che la Ternana facesse un altro tipo di campionato dopo le operazioni in sede di calciomercato. Stesso tecnico e squadra rinforzata, l’avevo inserita tra le protagoniste di questo campionato. Non posso sapere il motivo per il quale abbiano avuto queste difficoltà, ma va pure detto che non è una sentenza definitiva, ci sono ancora tante gare da disputare anche se pare che Toscano sia in bilico e potrebbe saltare da un momento all’altro. Spero per lui di no perchè lo stimo come tecnico ma anche come uomo”.

 

Si parla sempre di prove e controprove. sicuramente sbagliando, ma quello di Terni potrebbe essere davvero un test probante per capire cosa possa fare da grande questa squadra?

“Tutte le partite sono una controprova alla precedente perchè c’è sempre qualche verifica da fare. La partita di Terni presenta indubbiamente un coefficiente di difficoltà notevole ed ancora una volta gli azzurri si troveranno di fronte una squadra con l’allenatore all’ultima spiaggia. Indipendentemente da questo, lo scoglio Ternana, qualora venisse superato, non farebbe altro che regalare ulteriore autostima a questo gruppo”.

 

Settimana ancora lunga, ma ad oggi c’è emergenza soprattutto a centrocampo. I già citati Signorelli e Castiglia sono in preallarme ma sono diverse le frecce all’arco di Sarri….

“Giocando di lunedì diventa complicato, ad oggi, fare ipotesi di formazione. Non parlerei di emergenza anche se Croce e Moro sono molto importanti per il gioco di Sarri. I sostituti non sono come loro ma hanno dimostrato di poterci stare in questa squadra. Partendo dal presupposto che solamente un folle poteva pensare di giocare tutto il campionato con gli stessi undici giocatori, gli altri componenti della rosa che sono qua stanno a significare che ci sono perchè hanno le qualità per esserci. Fidiamoci di quelle che saranno le scelte del mister”.

 

Chiudiamo come sempre con i promossi e bocciati dell’ultimo turno di serie B

“Bocciato, e senza appello, il giocatore del Varese, Rea, al centro di una squallida storia di minacce ad un giornalista, colpevole di avergli dato un 4 in pagella a seguito anche di un alterco in campo avvenuto tra il giocatore stesso ed un tifoso, oltre ad una prova insufficiente contro la Juve Stabia. Bocciato anche il Varese inteso come società per il silenzio tenuto attorno a questa vicenda. Tra i bocciati ci metto pure il Pescara, capace di farsi rimontare due gol in casa nel finale dal Brescia mentre promuovo il Modena, vero rullo compressore in casa e capace di fermare il lanciatissimo Lanciano. Una giornata che non ha registrato scossoni, tanti pareggi che non hanno alterato di molto la classifica. Peccato per l’Empoli che, visti i risultati, poteva trovarsi alla guida del campionato, speriamo sia solo rimandata…”.

Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy