” Il Punto “, con Alessandro Marinai…

” Il Punto “, con Alessandro Marinai…

Eccoci arrivati al consueto appuntamento settimanale con la rubrica di approfondimento “Il Punto”, in compagnia del collega Alessandro Marinai. Come sempre, con Alessandro, proveremo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultimo match giocato e quello a venire.   Alessandro

Commenta per primo!

Eccoci arrivati al consueto appuntamento settimanale con la rubrica di approfondimento “Il Punto”, in compagnia del collega Alessandro Marinai. Come sempre, con Alessandro, proveremo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultimo match giocato e quello a venire.   Alessandro buongiorno e ben trovato. Arrivava ad Empoli la prima della classe, seppur non di nome blasonata, ed arrivava la difesa meno perforata del torneo. Un 3-0 che non lascia alibi a nessuno… “Un messaggio chiaro per tutti, una prova di forza inequivocabile contro un avversario niente male. Le partite, si sa, a volte sono strane ed il 3-0 sembra un risultato troppo severo per il Lanciano ma allo stesso tempo poteva essere ancora più rotondo. Fino al gol del 2-0 i rossoneri sono stati in partita ed hanno creato anche qualche occasione, ma dopo il gol di Pucciarelli non c’è stata partita, come se la formazione di Baroni avesse certificato la superiorità dell’Empoli”.   marinaiUn’altra grande prova delle cosiddette “seconde linee”. Questa doveva essere l’arma in più e la sta diventando… “Ma io non ho mai avuto grossi dubbi in proposito e difatti non ho mai capito il motivo di fare tante polemiche quando vengono a mancare alcuni elementi per le convocazioni in Nazionale, lo trovo anche un paradosso oltre un voler discutere su regole già scritte. Sarri aspettava soltanto il completo inserimento dei cosiddetti nuovi o seconde linee, se questi sono i risultati c’è solo da guardare al futuro con estremo ottimismo. E poi dobbiamo anche ricordare sempre che in più di undici non si gioca”.   Ed a proposito di singoli, dobbiamo sottolineare un’altra buona prestazione di quel Signorelli, ultimamente un po’ troppo criticato, che forse con un pizzico di tranquillità in più riesce a tirar fuori quanto di buono ha… “Già un paio di settimane fa dissi che probabilmente a Franco servirebbe un po’ di continuità e che i giudizi negativi erano eccessivi. Deve crescere, certo, deve fare quel salto definitivo a cui abbiamo fatto riferimento più volte, ma le ultime prestazioni dimostrano che non è poi così scarso come qualcuno lo vuol dipingere e secondo me ha ancora margini importanti di miglioramento”.   Per chiudere sulla gara di domenica ti chiedo un impressione su questo Lanciano. Se la puo’ giocare fino alla fine? “Ho visto una squadra organizzata con alcune individualità interessanti, una squadra che ha una sua identità e non la baratta per meri fini di classifica. Tuttavia non credo che lotterà fino alla fine per le prime posizioni, ci sono formazioni più attrezzate dietro che alla lunga avranno la meglio”.   Siamo ad un terzo esatto del campionato. L’Empoli è in testa con altre due squadre, ma a parte questo, il bilancio non puo’ che essere positivo… “Direi proprio di sì, siamo già oltre il 50% dei punti salvezza ad un terzo del campionato anche se, diciamo la verità, nessuno, ed io per primo, crede a questa favoletta. Primo posto, squadra in salute, risposte individuali complessivamente buone ed in alcuni casi eccellenti… Beh direi che la strada intrapresa è quella giusta anche se il cammino presenta ancora delle difficoltà”.   Si torna a Spezia, altro campo sempre difficile per noi, dove ci sarà anche da vendicare quel 3-0 nel momento d’oro della nostra squadra… “Sarà uno stimolo in più per fare bene. La squadra ligure sta viaggiando a corrente alternata seppur disponga di un organico di tutto rispetto, non è semplicissimo inquadrare questa sfida. Sicuramente mi sento di dire che gli azzurri faranno meglio dell’anno scorso!”   La bianca squadra ligure non ha mai nascosto di volerci provare. Che idea ti sei fatto di questa squadra che macina dirigenti come Zamparini gli allenatori? “Questa battuta mi sa che l’hai rubata a qualcun altro! Però è vero, è esattamente ciò che succede nella società del patron Volpi e non credo sia un vantaggio, anzi… Avere un organigramma solido, punti di riferimento importanti è basilare per il raggiungimento di traguardi prestigiosi. Onestamente non conosco i motivi di questi ribaltoni frequenti, ma se si pensa che un giorno arrivi un mago con la bacchetta magica siamo fuori strada”.   Come sempre chiudiamo con i promossi ed i bocciati dell’ultimo turno di serie B… “Tra i promossi l’Empoli ovviamente, poi l’Empoli e ci metterei anche l’Empoli! Non potrebbe essere diversamente su, rifilare tre gol alla capolista che fino ad ora in trasferta ne aveva subìti soltanto quattro è un fatto che va rimarcato e messo in evidenza. Promuovo anche l’Avellino perchè raggiungere la vetta per una neo promossa è sempre motivo di straordinaria soddisfazione. Poi Breda, promuovo l’allenatore perchè a Latina ha saputo invertire la rotta rispetto ad Auteri. Bocciato il Novara ed Aglietti, tra l’altro esonerato, perchè trovarsi in quella situazione di classifica con quella rosa dopo i propositi estivi significa che si sta lavorando male. Novellino lo bocciamo? Ha perso il derby in casa, è stato espulso, direi di sì… Sicuramente dimentico qualcuno ma cerco di focalizzare di volta in volta, altrimenti diventa un’analisi della giornata ed anche superficiale”.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy