” Il Punto “, con Alessandro Marinai…

” Il Punto “, con Alessandro Marinai…

Eccoci arrivati a mercoledi con la consueta rubrica di approfondimento, “Il Punto”, in compagnia del collega Alessandro Marinai. Con Alessandro proveremo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.   Alessandro ben trovato. Punto guadagn

Commenta per primo!

Eccoci arrivati a mercoledi con la consueta rubrica di approfondimento, “Il Punto”, in compagnia del collega Alessandro Marinai. Con Alessandro proveremo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.   marinaiAlessandro ben trovato. Punto guadagnato contro il Genoa, una gara difficile dove la maggior bravura è stata, forse, quella di essere andati all’intervallo con solo un gol di scarto… “Un punto d’oro sicuramente, soprattutto per come si era messa la gara anche se alla fine di tiri in porta ne ha subìti pochi l’Empoli. Dopo gli ultimi risultati altamente positivi poteva starci un calo fisiologico contro una squadra organizzata che gioca un buon calcio e l’esser riusciti a fare risultato e a dare continuità è stato senza dubbio importante“.   Se però nel primo tempo, va detto, in campo c’era solo il Genoa, nella ripresa gli azzurri sono tornarti a giocare il loro calcio, complice, secondo me, l’ingresso di Simone Verdi… “Il Genoa del primo tempo è stato sicuramente l’avversario che ha espresso il calcio più piacevole al “Castellani”. Abbiamo visto l’Empoli in palese e costante difficoltà tant’è che al termine della prima frazione di gioco dissi che ci stavano facendo a fette. In pochi, credo, nell’intervallo avrebbero scommesso su un risultato positivo, ma la reazione c’è stata insieme ad un abbassamento di ritmo da parte dei rossoblù e l’ingresso di Verdi, su questo sono d’accordissimo, ha fatto il resto. Alla fine il risultato è pure giusto“.   Qualcuno ha detto che anche il vento abbia fatto la sua parte. Vedi il tempo per parte… “Il vento ha sicuramente condizionato alcune giocate, ma ha soffiato per entrambe e non saprei dire se il tempo per parte sia dipeso davvero da questo agente atmosferico“.   Come hai visto Laurini, tornato titolare dopo molto tempo (coppa a parte) …. “Sapevamo che non poteva essere al top e nemmeno poteva fare sfoggio di una brillantezza che ovviamente non poteva esserci. Stare fuori a lungo per via di un infortunio richiede tempo per ritrovare i propri standard fisici, atletici e tecnici. Non abbiamo visto il Laurini che conosciamo, ma personalmente è una cosa che non mi preoccupa. Rientra tutto nella logica delle cose“.   Adesso Cagliari, gara che potrebbe chiudere ogni discorso …. “Allo stesso modo di come, invece, potrebbe riaprirlo il discorso… E’ la partita più importante che l’Empoli si trova a dover giocare, magari poi ce ne saranno di più importanti, ma in questo momento è quella che assume una valenza decisamente superiore rispetto a quelle fin qui disputate“.   Prima della gara con il Palermo, ti ricorderai, dicevamo che si andava a trovare una squadra diversa da quella vista al Castellani. Stesso discorso, all’inverso, lo possiamo fare adesso… “Assolutamente. Almeno è la nostra speranza di trovare una squadra diversa e non si risvegli proprio contro gli azzurri! E’ vero che il Cagliari a Empoli maramaldeggiò per un quarto d’ora, ma ritengo che si trattò di un semplice episodio, una partita strana che è rimasta un caso isolato nella storia del campionato dell’Empoli“.   E’ tornato Zeman sulla panchina rossoblù, e sabato sarà la sua seconda prima. Per noi, un bene od un male? “E’ sempre difficile stabilire se sia un bene o un male, in genere la squadra ha un sussulto, un moto di orgoglio, ma non è scontato. L’unica cosa certa è che il Cagliari da dei problemi e in questo momento fa fatica a ritrovare serenità. Un’altra certezza è che l’Empoli troverà un ambiente caldo, la tifoseria di casa cercherà di spingere la propria squadra alla vittoria ma i ragazzi di Sarri son sicuro che pure lì riusciranno a fare la loro bella prestazione“.   Sembrava che il “caso Pucciarelli” fosse rientrato ed invece anche domenica scorsa è arrivata la tribuna. Quali le tue sensazioni? “Più passano i giorni e più diminuiscono le possibilità di una fumata bianca. In fin dei conti non ci sono trattative da fare, Carli è stato chiarissimo nel dire che il contratto è pronto e non deve essere ridiscusso ma solo firmato dal giocatore. Mi pare del tutto evidente che non abbia molta voglia di mettere quella firma. Non dovesse partire neppure per Cagliari credo che i margini sarebbero ridotti veramente all’osso“.   Chiudiamo come sempre con i promossi ed i bocciati dell’ultimo turno… “Intanto vorrei mandare un grosso in bocca al lupo a Mattiello, è stato sfortunato nello scontro con Naingollan e spero si rimetta nel migliore dei modi. Super promossa la Lazio che zitta zitta ha agguantato il terzo posto strapazzando la Fiorentina che ha pagato pesantemente un periodo intenso ricco di risultati importanti. Promossi i giocatori del Parma capaci di fare risultato nonostante la grottesca situazione che stanno vivendo, di contro per l’Atalanta si tratta di uno stop grave che può incidere negativamente per il futuro. Bocciata anche la Roma, l’ennesimo pareggio ha di fatto chiuso il discorso scudetto con la vittoria della Juventus sul Sassuolo“.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy