” Il Punto “, con Alessandro Marinai | Speciale Playoff

” Il Punto “, con Alessandro Marinai | Speciale Playoff

Penultimo appuntamento in compagnia del collega Alessandro Marinai per questo speciale de “Il Punto” in occasione della disputa dei playoff promozione.   Alessandro buongiorno. Domenica sera abbiamo vissuto una serata davvero magica, un Empoli straripante che ha letteralmente asfaltato il Nov

Commenta per primo!

Penultimo appuntamento in compagnia del collega Alessandro Marinai per questo speciale de “Il Punto” in occasione della disputa dei playoff promozione.   Alessandro buongiorno. Domenica sera abbiamo vissuto una serata davvero magica, un Empoli straripante che ha letteralmente asfaltato il Novara… “Non c’è stata storia, nell’arco dei 180 minuti è stata meritata la qualificazione alla finale che l’Empoli ha fatto sua grazie anche ad una condizione atletica invidiabile. Una partita molto diversa rispetto a quella di gennaio quando il Novara vinse 2-0 ed i commenti furono incentrati sulla gabbia che Aglietti riuscì a costruire attorno a Saponara. Evidentemente Sarri stavolta aveva la chiave del lucchetto”.   Una serata magica anche perché vissuta in una cornice di pubblico davvero da brividi.. E’ sempre piacevole assistere ad una gara che ha gli spalti gremiti, lo avevamo già assaporato a Verona in maniera più netta visto il numero degli spettatori. Portare così tanta gente a Empoli non è facile e lo vediamo durante l’anno, però queste partite, come quella dell’anno scorso contro il Vicenza, dovrebbero servire da volano per acquistare tifosi. Speriamo sia la volta buona”.   Tra l’altro, questo, credo che sia anche il miglior biglietto da visita per la finale, dove troveremo la terza (il Livorno) che ha tutto da perdere e che viene da due pareggini… Viene da due pareggi e dalla sconfitta di Modena contro il Sassuolo che gli ha negato la promozione diretta, che sicuramente ha pesato a livello psicologico. Il Livorno credo che tema molto questa doppia partita perchè sa che l’Empoli non è il Brescia, con tutto il rispetto per le rondinelle, a dimostrazione di ciò basta leggere alcune dichiarazioni che circolano in queste ore. Si può discutere quanto si vuole sulla formula dei play off ma si torna sempre ai soliti discorsi: riesce a tutti criticare, ma servono proposte e alternative. L’Empoli comunque è pronto ed il risultato di domenica è un messaggio chiaro”.   Dovremmo parlare del match di mercoledi, ma non si puo non parlare di quanto successo ieri, ovvero la decisione definitiva di toglierci i due Under21 per il ritorno. Alessandro, cosa possiamo aggiungere a quanto già scritto? Personalmente credo di avere scritto tutto ciò che penso fin dalla scorsa settimana. E’ un’ingiustizia ed un sopruso che viene perpetrato all’Empoli e che falsa inevitabilmente la finale dei play off. Una cosa che non doveva accadere e quando stamani ho letto, da fonti della Lega di Serie B, che la trattativa con la FIGC è andata avanti fino a tarda notte sono rimasto basito. Ma di quale trattativa parlano? Si riducono al 27 maggio a discutere di questo problema? Ma stiamo scherzando o cosa? Mica stiamo a giocare il torneo dell’oratorio! Poi ho letto in questi giorni che è stato fatto un parallelo con Candreva nel 2009: ma davvero dobbiamo paragonare il peso di Saponara e Regini con quello di Candreva di allora che, per inciso, nella gara di andata entrò in campo al 78′? Siamo seri su… E se qualcuno ribatte a questa affermazione dicendo che le regole valgono per tutti, rispondo che in questo caso sarebbe stato sufficiente applicare il buon senso perchè la prima partita l’Italia la gioca il 5 giugno, tre giorni dopo il play off, e c’erano le condizioni per non penalizzare nessuno”.   Abodi (presidente Lega serie B), e questo gli fa onore, sta rispondendo in queste ore a quanti gli stanno chiedendo via mail la “testa” per le parole spese. Lui dice di aver fatto un miracolo ad averli lasciati fino alla finale di andata e che ci proverà fino all’ultimo… Si torna lì: a fine maggio ti muovi? Ad agosto, in occasione della compilazione dei calendari di B va trovata la soluzione, non ora! E’ stato fatto di tutto per finire il prima possibile il campionato e materialmente non c’era proprio spazio per fare diversamente? Benissimo, ma lo si dica allora, con regole chiare e scritte in maniera tale che nessuno poi possa lamentarsi… Dov’erano le istituzioni in questi giorni? Perchè nessuno ha speso mezza parola sulla questione? Faccio male se penso che non sapevano che pesci prendere e che magari stavano rimpallandosi le responsabilità? Non credo… Magari facevano anche il tifo per un’altra finale… La Lega di Serie B, secondo me, dovrebbe fare solo una cosa: chiedere scusa e Abodi dovrebbe rassegnare le proprie dimissioni per non essere riuscito, in quanto presidente della Lega stessa, a garantire la regolarità del campionato. Se poi in extremis verrà trovata una soluzione diversa e i due giocatori disputeranno anche la gara di ritorno, il mio giudizio non cambierà ugualmente di una virgola”.   Parliamo di calcio e di questo Livorno. Squadra che ha fatto bene ma che resta una sorpresa della vigilia… Nessuno si aspettava un campionato del genere da parte del Livorno, forse nemmeno loro durante il ritiro precampionato avrebbero mai pensato di disputare una stagione così, però Nicola ha saputo costruire un bel gruppo. E’ una squadra solida ed ha avuto il pregio di capitalizzare spesso al meglio il volume di gioco e le occasioni create. Ha avuto un Siligardi in annata di grazia e quando è stato costretto a fermarsi per infortunio ci ha pensato Belingheri. Poi, completare il reparto con Paulinho e Dionisi ha fatto il resto. Come in difesa, per esempio, va sottolineata la bellissima stagione di Emerson. Non so sinceramente in quale condizione sia in questo momento il Livorno perchè in queste partite è importante stare bene”.   Si gioca sui 180 minuti, ma quanto sarà importante la gara del “Castellani”? “Moltissimo. E’ vero che abbiamo detto più volte che l’Empoli si esprime meglio in trasferta, con le squadre che lasciano spazi e via dicendo, ma proprio per questo è importante la gara casalinga perchè è il Livorno ad avere il beneficio dei due risultati su tre. Vincere al “Castellani” vorrebbe dire obbligare la squadra amaranto a fare la partita nel ritorno aumentando le possibilità di prestare il fianco agli attacchi azzurri. Diversamente potrebbe risultare un problema scardinare una difesa chiusa stando attenti a non scoprirsi troppo perchè anche loro nelle ripartenze sanno fare molto male. Senza considerare che l’Ardenza è storicamente un campo ostico per l’Empoli”.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy