Il punto sul mercato azzurro

Il punto sul mercato azzurro

Meno di 48 ore e si ricomincerà a parlare di pallone, inteso proprio come lo strumento sferico essenziale per il gioco del calcio. Lunedi prossimo di fatti, passato il momento del raduno e delle ultime visite mediche, sul campo di Margine Coperta, andrà in scena il primissimo allenamento che bagn

Commenta per primo!

Meno di 48 ore e si ricomincerà a parlare di pallone, inteso proprio come lo strumento sferico essenziale per il gioco del calcio. Lunedi prossimo di fatti, passato il momento del raduno e delle ultime visite mediche, sul campo di Margine Coperta, andrà in scena il primissimo allenamento che bagnerà la stagione sportiva 2011/12.   Ma l’argomento che sotto il sol leone tiene maggiormente gli sportivi di ogni fazione incollati ai vari media, è sempre il calciomercato, che chiuderà le porte solamente il prossimo 31 Agosto, a campionato già belle che iniziato. Vediamo come si stanno evolvendo le cose in casa azzurra, per una squadra che non ha subito e non subirà grossi restyling ma che ha ancora necessità di alcuni ritocchi.   COSA MANCA? La risposta è scontata ed anche un piccolo tifoso di sei anni saprebbe la risposta: uno/due terzini sinistri. La società ha già messo a segno il colpo Regini, ma le prestazioni del giocatore sono totalmente a titolo Samp, quindi fino a che non saranno i blucerchiati a dare il benestare il giocatore non arriverà ad Empoli. Il DS doriano Sensibile, proprio ai nostri microfoni, si è dimostro aperto verso la possibilità di mandare da subito il giovane terzino romagnolo in riva all’Arno, ma questo potrà accadere solo se a Genova arriverà un calciatore di uguale ruolo, ed il nome c’è già, ovvero quello di Rizzato, pupillo del tecnico Atzori. Ovviamente a Regini (ammesso che arrivi) andrà comunque affiancato un calciatore di esperienza. Si sta guardando alla lista degli svincolati con il nome di Mora in cima alla lista, ma potrebbero in corso d’opera inserirsi altri nomi, non da escludere a priori il ritorno di Bonetto. Possiamo dare per chiusa al 99,99% la situazione di Gorzegno. La fascia sinistra potrebbe avere però bisogno di un’aggiustata anche qualche metro più avanti, visto che il modulo con il quale si giocherà dovrebbe essere il 4-4-2. In questo senso la società empolese si sta guardando intorno, con un Forestieri che difficilmente tornerà e con un Sansone che sembra essere lontano visti i prezzi chiesti dal Siena. E di ieri la notizia che Vitale si starebbe accordando con la Juve per il giovane Boniperti, giocatore da molti indicato come un futuro campione (non per ultimo Alex Del Piero) ma con ovviamente tutto da dimostrare tra i professionisti. Resta caldo anche il nome di Vitiello.   CHI POTREBBE PARTITE? Gli azzurri si presenteranno in ritiro con 30 calciatori, diciamo 28 perché i due portieri della Primavera a tutti gli effetti saranno poi rimandati con i loro pari età. Sono comunque tanti, considerando che 2/3 giocatori potrebbero arrivare, e quindi è naturale che alcune bagagli che lunedì verranno disfatti in quel di Montecatini, verranno poi ricomposti per altre mete. Il primo a poter lasciare Empoli potrebbe essere Lino Marzoratti: lo vuole il Partizan Belgrado, l’Empoli sarebbe d’accordo, manca solo il benestare del giocatore. Anche Fanucchi e Cesaretti sembrerebbero sulla lista dei tempi determinati: il primo lo vuole fortemente il Pisa con un sentimento totalmente ricambiato. Il secondo avrà le sue occasioni nel precampionato e se farà bene e vorrà, sarà il quarto attaccante ufficiale. Più possibile e redditizio per tutti che Cristian trovi una squadra che punti su di lui dove possa essere protagonista. Ci sarà poi da sistemare qualche ex Primavera, sono saliti in sette (con Brugman) e quattro sono attaccanti, difficile per non dire impossibile trovare spazio per tutti.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy