L’Empoli torna al successo esterno

L’Empoli torna al successo esterno

Da questa gara ci aspettavamo quella continuità che da tanto stavamo rincorrendo, la vittoria con il Sassuolo aveva dimostrato che l’encefalogramma non era piatto ma, soltanto oggi potevamo capire se tutte le parole, tutti gli sfoghi e tutte le promesse avevano un senso oppure no. L’Empoli es

pozzi autore del primo gol ad anconaDa questa gara ci aspettavamo quella continuità che da tanto stavamo rincorrendo, la vittoria con il Sassuolo aveva dimostrato che l’encefalogramma non era piatto ma, soltanto oggi potevamo capire se tutte le parole, tutti gli sfoghi e tutte le promesse avevano un senso oppure no.

L’Empoli esce vittorioso dal Conero di Ancona, un 2-1 che oltre a regalarci la prima vittoria esterna da novembre ci fa capire che gli azzurri emotivamente ci sono ed hanno voglia di raggiungere la zona play-off. Dimostrazione ne è quell’incitamento che a inizio primo e secondo tempo, ha visto tutta la squadra abbracciata in cerchio, stile rugby.

L’inizio è subito vibrante per i nostri che, con Musacci dopo 12 minuti si rendono pericolosi, ma è al 16° che grazie ad un colpo di testa di Nicola Pozzi su cross di Tosto che, l’Empoli si porta in vantaggio.

La reazione dell’Ancona è sterile, gli azzurri controllano agevolmente e il primo tempo si conclude 1-0 per noi.

Nella ripresa i dorici partono a testa bassa, prendono possesso del centro campo e inevitabilmente fanno arretrare il baricentro dell’Empoli. L’Ancona potrebbe pareggiare al 10°, ma è la traversa a dire di no a Bassi battuto. I marchigiani sentono che il momento è propizio, ma la difesa azzurra oggi in gran spolvero, capitanata dal rientrante Vargas non concede altri pericoli. Ottima anche la prova di Sabato come centrale. Dalla girandola dei cambi entrano Vannucchi e Corvia e sono loro a confezionare il raddoppio azzurro, infatti è il bomber romano a raccogliere sottomisura un invito del capitano. Quando la partita sembra dover andare agli archivi con il punteggio di 2-0, Eusepi riesce ad inventare un gol carambola che fa riprendere in mano il cronometro a tutti gli sportivi empolesi, ma, per fortuna, la partita di li ad un minuto finisce.

Torniamo da Ancona con questi tre punti, la strada imboccata sembra essere quella giusta ,se nelle nove gare che ci separano dalla fine del campionato  l’Empoli continuerà a giocare con questa determinazione certi traguardi sembrano ancora alla nostra portata.

 

A.C.

 

Ancona (4-2-3-1): Da Costa; Rincon, Comazzi, Olivieri (28′ st Turati), Rizzato; Catinali, Camillucci (13′ st Eusepi); Miramontes (13′ st Surraco), De Falco, Siqueira; Mastronunzio.  A disp. Sirigu, Di Fausto, Langella, Arcuri.

Empoli (4-4-2): Bassi; Vinci, Vargas, Sabato, Tosto; Buscè, Carrus, Musacci (28′ st Vannucchi), Valdifiori; Pozzi (28′ st Corvia), Saudati.  A disp. Dossena, Marzoratti, Angella, Bianco, Pasquato.

Arbitro: Marelli di Como

1-2

Reti: Pozzi al 16′ pt, Corvia al 43′ st, Eusepi al 47′ st

Ammoniti: Camillucci, Carrus, Corvia, Vannucchi

Angoli: 8-7

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy