La Dea passa a Trieste

La Dea passa a Trieste

  vs    0 – 1   81′ Doni   L’Atalanta passa in trasferta contro una Triestina apparsa in netta ripresa rispetto alle ultime uscite. Agli uomini di Colantuono basta un gol di Re Mida Doni all’81’ per scardinare la roccaforte alabardata, che fino a quel momento aveva rett

  vs    0 – 1   81′ Doni

 

L’Atalanta passa in trasferta contro una Triestina apparsa in netta ripresa rispetto alle ultime uscite. Agli uomini di Colantuono basta un gol di Re Mida Doni all’81’ per scardinare la roccaforte alabardata, che fino a quel momento aveva retto con qualche sofferenza. Davanti agli ormai celebri tifosi virtuali del Nereo Rocco, l’Atalanta cerca di tenere il passo della Reggina contro una Triestina reduce da tre sconfitte consecutive. Colantuono schiera un 4-3-1-2 con Doni, almeno all’inizio, in panchina; in attacco ci sono Tiribocchi e Ruopolo supportati da Bonaventura. Iaconi, sulla graticola dopo le ultime uscite non esaltanti, può contare su Malagò in difesa, mentre in avanti preferisce Marchi a Godeas nel suo 4-5-1. La partita è molto bloccata per tutto il primo tempo e regala pochissime emozioni. Parte meglio l’Atalanta, subito proiettata in avanti per cercare di mettere in difficoltà la retroguardia della squadra di Iaconi, trafitta per ben nove volte negli ultimi tre incontri. All’11’ si fa vedere Tiribocchi, che prova il tiro a giro da posizione defilata: fuori di poco. Al 20′ la Triestina si fa vedere per la prima volta nell’area avversaria con Malagò, la cui deviazione in allungo sul corner sfiora il palo alla sinistra di Consigli. Al 22′ traballa la difesa dei padroni di casa: Barreto trova Ruopolo solo in area, l’attaccante colpisce di testa ma Colombo è sicuro e blocca. Il ritmo del match cala ulteriormente nella seconda metà del primo tempo. Bisogna aspettare il recupero per qualche fuoco d’artificio: ci provano Testini da fuori (gran tiro di sinistro, di poco a lato) e Tiribocchi (diagonale di destro dall’area, parato).

Il secondo tempo comincia subito forte. Al 47′ l’Atalanta ha una doppia occasione, prima con un colpo di testa ravvicinato di Ruopolo su cui Colombo si supera, poi con Capelli che prova il colpo sotto sulla respinta del portiere, ma dosa male la potenza del tocco calciando alto. Arrivano i primi cambi: entrano Godeas per Marchi nella Triestina e Doni per Bonaventura nell’Atalanta. Al 61′ c’è una gran palla di Barreto per Tiribocchi che, in acrobazia, prova il tiro al volo dal limite, senza però trovare lo specchio della porta. Due minuti più tardi Colombo è bravissimo a opporsi alla conclusione ravvicinata di Padoin. La Triestina soffre l’assedio nerazzurro ma riesce a non capitolare, riportando la partita in equilibrio anche grazie ai guizzi di Antonelli, entrato per Longoni al 66′. Fino all’81’, quando l’Atalanta passa: a confezionare il gol sono i nuovi entrati. Ardemagni va via sulla destra, vede l’inserimento di Doni in area e lo serve: il trequartista va sul pallone con il piatto e trafigge Colombo. Per lui è il sesto gol in campionato, ed è una rete da tre punti, visto che gli uomini di Colantuono riescono a gestire il risultato fino al triplice fischio di Gallione.

 

N.R.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy