La Lucchese nega la ripresa-tv: chiesti soldi per un’amichevole. Senza “buonsenso” calcio alla deriva…

La Lucchese nega la ripresa-tv: chiesti soldi per un’amichevole. Senza “buonsenso” calcio alla deriva…

Lucchese-Empoli poteva essere una festa totale, come la scorsa estate quando le due squadre si stavano mentalmente preparando al salto di categoria: i rossoneri nella ritrovata Serie C a categoria unica, l’Empoli nella Serie A riconquistata sei anni dopo la retrocessione del 2008; già, una festa pe

vitaliLucchese-Empoli poteva essere una festa totale, come la scorsa estate quando le due squadre si stavano mentalmente preparando al salto di categoria: i rossoneri nella ritrovata Serie C a categoria unica, l’Empoli nella Serie A riconquistata sei anni dopo la retrocessione del 2008; già, una festa perchè i due club accendono il calcio d’estate con una partita che ricorda un grande ex, e lo fanno incrociandosi dodici mesi dopo e sopratutto avendo centrato entrambe a pieni voti i loro rispettivi traguardi: salvezza e valorizzazione dei giovani in A per gli azzurri, salvezza senza patemi per i rossoneri nel campionato di terza divisione nazionale.

Ma una festa totale non può essere perchè quando chi gestisce il calcio perde il buonsenso finisce per rovinare comunque il buon clima che si respira: a 24 ore dal fischio d’inizio del match, previsto per questa sera al tramonto, la Lucchese ha comunicato che la partita non può essere trasmessa in tv (neanche in differita il giorno dopo precisiamo noi, ndr) se non di fronte ad un lauto compenso economico, dopo che per tutta la settimana i mass media (tutti) si sono impegnati per sponsorizzare a grande voce questa partita, diversa da una semplice amichevole proprio perchè occasione per ricordare un grande uomo mai dimenticato neanche ad Empoli. Una scelta nei tempi (perchè solo il giorno prima?) e nei modi che riteniamo davvero fuori luogo: in un momento così delicato dove si dovrebbe operare nell’intento di ridare credibilità e simpatia a questo sport sembra invece che ci sia ancora chi con poca umiltà e tanta testardaggine si diverte a pugnalare alle spalle gli sportivi ed i tifosi con scelte come queste.   In sostanza: niente partita in tv per chi non potrà per ovvi motivi essere presente allo stadio, e ringraziamo davvero l’Ufficio Stampa della Lucchese per l’impegno con cui si è adoperato nelle ultime ore per consentire quantomeno il sacrosanto diritto di cronaca, almeno i gol, quelli che saranno realizzati, i tifosi delle due squadre li potranno rivedere. Qui su PianetaEmpoli li rivedrete in nottata… Quando un giorno in questo mondo sarà rispettato il lavoro e le competenze di ciascuna persona nel proprio “campo” forse potremmo definirci sulla buona strada; quel “qualcuno” che questa volta non ha ascoltato il consiglio di chi questo lavoro lo fa per scelta di vita, con impegno, sacrificio, tanta dedizione, professionalità e soprattutto quella competenza necessaria nel mondo del giornalismo e della comunicazione.   Lucchese-Empoli si giocherà, ma c’è chi ha già perso ancor prima di veder scendere in campo i calciato

.

Redazione PE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy