La posta di PE | Antonio, tifoso azzurro di Palermo

La posta di PE | Antonio, tifoso azzurro di Palermo

Vi pubblichiamo questa breve lettera, una mail, mandataci ieri sera da Antonio Riso, che in molti conoscono come uno dei fondatori dei “Cannoli Azzurri”, gruppo siciliano dal cuore azzurro. Ieri Antonio è stato presente, con il suo vessillo, allo stadio Granillo di Reggio Calabria, dove la squadra

Commenta per primo!

Vi pubblichiamo questa breve lettera, una mail, mandataci ieri sera da Antonio Riso, che in molti conoscono come uno dei fondatori dei “Cannoli Azzurri“, gruppo siciliano dal cuore azzurro. Ieri Antonio è stato presente, con il suo vessillo, allo stadio Granillo di Reggio Calabria, dove la squadra, prima sul campo nel perentorio 3-0, e poi nel dopo gara, gli ha fatto davvero dei bei regali, e lui, da gran signore (oltre che da esempio per molti tifosi di casa che negli anni si sono allontanati) ha voluto ringraziare attraverso le pagine del nostro portale. In allegato anche due foto, scattate da Antonio, ieri: una nel traghetto che lo portava dalla sua Sicilia alla Calabria, ed una sul terreno del Granillo. Da parte della redazione di PianetaEmpoli, auguriamo ad Antonio ed al resto del suo gruppo un felice 2013, sperando di vederli presto ad Empoli.   “Ciao ragazzi tornati poco fà da Reggio ,stanco ma felice , Vi invio le foto, ricordandovi che il mio amore per l’empoli dura ormai da 15 anni quando scappato da casa, avevo 14 anni venni ad empoli in treno facendo 1500 km,per vedere giocare gli azzurri …la mia squadra del cuore …forse era destino perchè sono nato il 30 novembre e sò che li da voi è un giorno speciale visto che il patrono di Empoli è S. Andrea ..Comunque sono e sarò sempre orgoglioso di essere empolese ..Nè aproffitto per ringraziare la società per i biglietti , i tifosi perche’ mi fanno sentire sempre uno di loro ed i giocatori e lo staff per l’accoglienza nel dopo partita e per avermi regalato la maglia e la tuta . Grazie sempre ragazzi per il lavoro che svolgete giorno per giorno .” Saluti   Antonio Riso                    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy