La storia di Empoli-Genoa

La storia di Empoli-Genoa

Dopo la sconfitta di sabato sera all’Olimpico contro la Roma, tra due giorni si tornerà a calcare il Castellani affrontando il Genoa di Gasperini. Come consuetudine di questa rubrica, andiamo a ripercorrere i precedenti delle gare giocate in casa contro il “Grifone”:  sono dieci le partite dis

Commenta per primo!

Dopo la sconfitta di sabato sera all’Olimpico contro la Roma, tra due giorni si tornerà a calcare il Castellani affrontando il Genoa di Gasperini. Come consuetudine di questa rubrica, andiamo a ripercorrere i precedenti delle gare giocate in casa contro il “Grifone”:  sono dieci le partite disputate tra azzurri e rossoblù, delle quali solamente due in A (sette in Serie B e una in C). Il bilancio è tutto sommato favorevole ai nostri, con 4 vittorie, 5 pareggi e 1 sola sconfitta; 8 le reti siglate dall’Empoli contro le 7 siglate dai liguri. Per quanto riguarda i marcatori azzurri, ci sono nomi importanti del nostro passato come Baiano, Cappellini ed Esposito, senza dimenticare Giovinco e Barba. E ora come sempre ripercorriamo nel dettaglio tutte le partite tra le due squadre: il primo confronto risale alla stagione 1970-71, con le due formazioni che militavano nella terza serie. Proprio come oggi c’era una serie C unica, e furono i rossoblù ad imporsi per 2-0 (grazie alle reti di Cini al 24′ e Capogna al 67′). Questa rimane l’unica vittoria del Genoa al “Castellani”; al termine di quella stagione gli azzurri ottennero la salvezza, mentre il Genoa salì in serie B.  Per trovare un nuovo confronto tra Empoli e Genoa bisogna aspettare la stagione 1984-85: gli azzurri di Vincenzo Guerini si aggiudicarono la sfida di misura per 1-0, grazie alla rete siglata da Zennaro al 13′: a fine stagione arrivò la salvezza sia per gli azzurri che per i rossoblù. Anche nella stagione successiva arrivò la vittoria di misura: stavolta fu decisiva l’autorete di Mileti. Quest’annata coincise poi con la prima storica promozione azzurra in Serie A, sotto la guida di Gaetano Salvemini. Dopo due stagioni nella empoli-genoa (16)in serie B nel 1988-89 ci fu un nuovo confronto tra le due squadre: per la prima volta si registrò un pareggio, 1-1 grazie alle reti di Baiano e Fontolan. Quella stagione, come tutti ricorderanno, terminò in maniera drammatica (calcisticamente parlando), con la sconfitta ai rigori nello spareggio con il Brescia e con la conseguente retrocessione.  Bisogna attendere quasi un decennio prima di riaffrontare il Genoa: nel 1996-97 l’Empoli di Luciano Spalletti si impose per 2-1, grazie alle reti siglate dai gemelli del gol Cappellini ed Esposito (intervallate dal gol di Beghetto); quell’anno terminò in maniera trionfale, con la seconda promozione nella massima serie grazie al secondo posto maturato al termine di quel campionato. Nel 1999-00 si registrò invece il primo 0-0 tra le due squadre, replicato nella stagione successiva (due annate nelle quali sia Empoli che Genoa rimasero nella serie cadetta). Risale al 19 maggio 2002 l’ultima vittoria azzurra ai danni del Genoa, in quel che rimane l’ultimo confronto di serie B tra azzurri e rossoblù (a decidere quella gara fu Mark Bresciano al 50′). Quei tre punti contribuirono in maniera importante alla promozione nella massima serie da parte dei nostri, guidati da Silvio Baldini; i rossoblù, invece, ottennero una faticosa salvezza nelle ultime giornate. Risale alla stagione 2007-08 il primo confronto in serie A tra le due squadre: la gara finì in parità 1-1, grazie alle reti di Giovinco e di Masiello. Sappiamo tutti come andò a finire per noi quella stagione, che iniziò con la storica partecipazione alla coppa Uefa ma terminò, purtroppo, con la retrocessione in serie B; i genoani, invece, volarono in Europa. Infine passiamo alla stagione scorsa che vide ancora un pareggio per 1-1, nel primo tempo passò in vantaggio il Genoa con Niang al 27′, nella ripresa arrivò il gol degli azzurri con Barba che approfittò di una parata affannosa di Perin su velenoso corner di Valdifiori. Sabato si aprirà un nuovo capitolo della nostra storia, augurandoci di portare a casa i tre punti che sarebbero importanti nella corsa alla salvezza.   Stefano Scarpetti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy