La Storia di Empoli-Inter

La Storia di Empoli-Inter

Si torna in campo per la prima partita del 2016 nel giorno dell’epifania, il battesimo di questo nuovo anno ci presenta un confronto affascinante con una big del massimo torneo: l’Inter. A due giorni di questa sfida, come consuetudine, ripercorriamo i precedenti contro i neroazzurri: sono 10 le gare

Commenta per primo!

Si torna in campo per la prima partita del 2016 nel giorno dell’epifania, il battesimo di questo nuovo anno ci presenta un confronto affascinante con una big del massimo torneo: l’Inter. A due giorni di questa sfida, come consuetudine, ripercorriamo i precedenti contro i neroazzurri: sono 10 le gare disputate al “Castellani” (tutte ovviamente nella massima serie) tra cui 5 vittorie degli ospiti, tre pareggi e due vittorie azzurre. Le reti realizzate dall’Empoli sono complessivamente 9, mentre l’Inter è andato a segno 16 volte. Il primo storico precedente tra Empoli e Inter risale alla stagione 1986-87. Il 14 settembre 1986 gli azzurri di Gaetano Salvemini giocarono la prima partita nella massima serie proprio contro i nerazzurri: si giocò a Firenze per l’indisponibilità del Castellani, e ci imponemmo per 1-0 grazie alla rete di un giovanissimo Marco Osio al 37′. La stagione successiva le due squadre tornarono ad affrontarsi, stavolta al Castellani finì 1-1 con le reti siglate da Vincenzo Scifo al 9′ e da Lucci al 70′. Per trovare un nuovo confronto tra Empoli ed Inter bisogna aspettare dieci anni, cioè al ritorno dell’Empoli nella massima serie,  nella stagione 1997-98: per la precisione le due squadre si affrontarono il 25 gennaio 1998 nell’ultima partita del girone d’andata. Gli azzurri di Luciano Spalletti passarono in vantaggio con una rete – tanto per cambiare – di Esposito ma furono raggiunti da un gol empoli-inter marzorati ibrahimovicincredibile di Alvaro Recoba che superò Roccati con un tiro da oltre 30 metri. Nella stagione 98-99 si registra invece la prima vittoria del” Biscione” al Castellani per 2-1. Fu un successo in rimonta quello dei milanesi, perchè passò in vantaggio l’Empoli con Carparelli al 13′, poi però arrivarono le reti di Beppe Bergomi e di Ventola, rispettivamente al 26′ e al 37′. Come molti ricordano a fine di quella stagione gli azzurri purtroppo finirono in B. Nella stagione 2002-03 il calendario poneva Empoli-Inter come gara inaugurale del campionato, poi in realtà la gara fu rinviata al 6 Novembre per il mancato accordo sui diritti televisivi. Gli azzurri di Silvio Baldini furono sconfitti con un rocambolesco 4-3. Crespo e Zanetti portarono repentinamente l’Inter in vantaggio con due gol nei primi 10′. Di Natale accorciò le distanze al 16′, poi nella ripresa Recoba segnò il 3-1 al 50′ e Ighli Vannucchi riportò sotto l’Empoli al 61′. Nel finale ci furono le reti di Adani all’85′ e di Tavano al 92′. Ancora molti gol nella stagione successiva, quella che molti ricordano con molta amarezza, perchè fu quella della retrocessione, causata anche dall’incredibile sconfitta di Ancona contro una squadra ormai retrocessa. Empoli-Inter in quella stagione si giocò proprio una settimana dopo quella partita, e gli azzurri di Attilio Perotti furono sconfitti per 3-2. L’Empoli passò in vantaggio al 18′ con Lucchini, poi arrivò la doppietta di Adriano al 45′ e 69′, intervallato dalla rete di Recoba (Ancora lui!!) al 65′ e dal lampo di Tommaso Rocchii. Nel 2005-06 Empoli che torna ad affrontare l’Inter di Roberto Mancini, arriva una clamorosa vittoria che di fatto certifica la salvezza, grazie (e’ proprio il caso di dirlo), ad una clamorosa autorete di Materazzi che nel recupero pensò bene di fare un retropassaggio verso Julio Cesar, sorprendendo il proprio portiere e regalandoci tre punti di platino. Le due squadre tornarono ad affrontarsi nella stagione  2006-07, quello della nostra qualificazione in Coppa Uefa e l’Inter si impose grazie alle reti dei Crespo al 60′, Zlatan Ibrahimovic al 78′ e Samuel all’87′. L’anno successivo si giocò il 1° settembre e i neroazzurri vinsero per 2-0 grazie alla doppietta di Zlatan Ibrahimovic al 14′ e all’83′. Infine passiamo al confronto della scorsa stagione: finì a reti inviolate nella gara del 25 gennaio 2015, dove furono gli azzurri a tenere a lungo il pallino del gioco non riuscendo a raccogliere i frutti della propria pressione.   Tra due giorni inizia con una partita che la carte indicherebbe fuori dalla nostra portata, il pronostico e i valori delle due rose spingono dalla parte del “Biscione”, gli azzurri però non hanno nulla da perdere, con una classifica che permette di giocarsi la partita con serenità. Chissà che la “Befana” non porti con se una piccola sorpresa nel suo sacco… Stefano Scarpetti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy