La Storia di Milan-Empoli

La Storia di Milan-Empoli

Dopo la sconfitta interna di domenica scorsa, gli azzurri tornano a giocare  facendo visita al Milan a San Siro nella considdetta “Scala del Calcio”.  Partita stimolante e sempre suggestiva, con un Milan che cercherà vendetta dopo la brutta di figura di Firenze ma con gli azzurri altrettanto affa

Commenta per primo!

Dopo la sconfitta interna di domenica scorsa, gli azzurri tornano a giocare  facendo visita al Milan a San Siro nella considdetta “Scala del Calcio”.  Partita stimolante e sempre suggestiva, con un Milan che cercherà vendetta dopo la brutta di figura di Firenze ma con gli azzurri altrettanto affamati. Come di consueto noi analizziamo i precedenti che la storia ci indica, e dobbiamo dire che non sono del tutto incoraggianti; intatti dei 10 precedenti (Tutti in serie A) con i rossoneri nella “Casa del Diavolo” sono arrivate 7 sconfitte (3 delle quali di stretta misura), ma anche due vittorie degli azzurri. 16 sono sono state le reti del Milan contro le 4 messe a segno dagli azzurri. Due i  pareggio, l’ultimo nella passata annata.   00Il primo confronto con i rossoneri risale alla nostra prima partecipazione in serie A che risale alla stagione 1986-87 che ci vide uscire sconfitti per 1-0 grazie alla rete di Giuseppe Galderisi al 5′ del primo tempo di quella gara. Come noto in quella stagione L’Empoli di Gaetano Salvemini a fine stagione ottenne la salvezza, e nella stagione successiva, 87-88, le due squadre tornarono ad affrontarsi ed arrivò una nuova sconfitta di misura (1-0) stavolta a decidere la gara ci pensò un “certo” Marco Van Basten al 61′. A fine stagione agli azzurri di Gaetano Salvemini non riuscì l’impresa di rimanere in serie  e arrivò la retrocessione in serie B.   L’Empoli torna in serie A grazie a Luciano Spalletti e nel 1997-98 si torna a San Siro, arriva una nuova sconfitta, stavolta per 3-1. Vanno a segno Weah al 3′  poi Ganz al 15′, nella ripresa Cappellini riapre la contesa al 65′ prima del gol del definitivo 3-1 firmato da Maniero nel finale al 82′.  A fine stagione si rimane nella massima serie, nuovo confronto nella stagione successiva, 98-99, dove gli azzurri subiscono la sconfitta più pesante della serie: finisce 4-0 nella penultima giornata di quella disastrata stagione dove tra l’altro i rossoneri conquisteranno lo scudetto con Zaccheroni. Per la cronaca in quella gara andarono a segno Bierhoff con una tripletta e Leonardo nel finale. Nel 2002-03 arriva con Silvio Baldini alla vigilia di Pasqua del 2003 il primo storico successo in casa del Milan per 1-0 grazie alla rete di Antonio Di Natale al 12′ di quella sfida, vittoria che risulterà fondamentale per la salvezza che arrivò a fine stagione. Nella stagione, 2003-04 successiva solo un calcio di rigore di Pirlo all’ 86′ non permise agli azzurri di Perotti di uscire da San Siro con un risultato positivo, Era l’anno della “Fatal Ancona!” tanto per intenderci.   Nel 2005-06 il Milan di Ancelotti sconfisse L’Empoli di Gigi Cagni per 3-0 con doppietta proprio di Pippo Inzaghi (che domenica sarà in panchina alla guida dei rossoneri) e Shevchenko. A  fine stagione arrivò una comoda salvezza, e nella stagione successiva le due squadre tornarono ad affrontarsi, e arrivò una nuova sconfitta per 3-1. Passò in vantaggio il Milan con Ronaldo al 12′ pareggio L’Empoli con Saudati al 43′, i rossoneri andarono al riposo in vantaggio con Gilardino e chiusero la gara con Favalli al 78′. Era la stagione della storica qualificazione alla coppa Uefa. Nel 2007-08 arrivò la seconda storica vittoria alla “Scala del Calcio” L’Empoli di Cagni si impose per 1-0, una vittoria che segui le sconfitte per 3-0 di Zurigo (in Coppa uefa) e  Siena. In quella gara andò a segno Saudati al 55′. Insomma una partita molto difficile certo, ma gli azzurri hanno dimostrato in questa stagione che se la possono giocare con tutti, chissà che non arrivi una “sorpresina” da San Siro che ci possa allietare il pranzo domenicale. Lo scoro anno, 2014-15, storia recente il pareggio per 1-1 con Maccarone a rispodere al vantaggio di Destro.   Stefano Scarpetti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy