L’altro posticipo – Il Vicenza vince e aggancia gli azzurri

L’altro posticipo – Il Vicenza vince e aggancia gli azzurri

Nonostante una gara in meno, i biancorossi devono recuperare la partita interna con il Siena, il Vicenza ha gli stessi punti dell’Empoli: 25. I veneti vincono il posticipo del pomeriggio domenicale per 1-0 sul Frosinone e volano a ridosso della zona Play Off.   Se il Vicenza aggancia l’Empoli è an

Nonostante una gara in meno, i biancorossi devono recuperare la partita interna con il Siena, il Vicenza ha gli stessi punti dell’Empoli: 25. I veneti vincono il posticipo del pomeriggio domenicale per 1-0 sul Frosinone e volano a ridosso della zona Play Off.

 

Se il Vicenza aggancia l’Empoli è anche perchè i biancorossi centrano contro i ciociari la terza vittoria consecutiva, proprio mentre gli azzurri ieri a Bergamo contro l’Albinoleffe hanno centrato la terza sconfitta consecutiva. E pensare che tre settimane fa, dopo la sonante vittoria sull’Atalanta per 3-0, gli azzurri in piena zona Play Off avevano nove punti di vantaggio sui vicentini che invece erano a ridosso di quella Play Out.

 

Vicenza batte Frosinone dicevamo. L’1-0 al termine dei 90’ è il giusto risultato che premia a dovere i biancorossi e non i gialloblu, mai pericolosi se non nei primi minuti. Il Frosinone, infatti, prova ad impensierire i veneti già al 6’: l’ex empolese  Lodi calcia una punizione dal limite dell’area, che viene sventata in maniera ottimale da Russo. Il calcio piazzato è una delle poche cose mostrate dagli uomini di Carboni nella prima frazione. Il resto è tutto di marca biancorossa. Il Vicenza si fa avanti al 32’ con Botta che da pochi passi davanti alla porta inzucca un preciso cross di Gavazzi: palla alta. L’occasione più pericolosa capita, però, sui piedi di Misuraca che arpiona di destro un pallone di Soligo, si libera di un difensore e da posizione defilata dentro l’area calcia di sinistro. Il tiro è forte ma Sicignano risponde con i piedi. Nella ripresa i padroni di casa scendono in campo convinti di segnare. Ci provano quindi all’8’ con una punizione di Paro dal limite dell’area. L’ex juventino è preciso con una conclusione a girare che si dirige verso la porta. Il palo interno, però, dice di no. Dopo nemmeno un giro di orologio è la volta di Abbruscato, che riceve un pallone all’interno dell’area piccola, prova il pallonetto ma Sicignano è abile a respingere in uscita. Gli uomini di Maran sono in pieno possesso della partita. Il Frosinone cerca di difendersi ma al 30’ deve issare bandiera bianca. Gavazzi scende sulla destra e mette dentro un pallone basso per Rossi che cerca la magia di tacco. Sicignano ancora una volta si supera ma non abbastanza, perché dopo la respinta del numero uno come un falco si avventa Abbruscato che segna il gol della vittoria.

 

M. B.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy