Le pagelle di Bari-Empoli, tante insufficienze

Le pagelle di Bari-Empoli, tante insufficienze

L’Empoli esce sconfitto da Bari, un gol dell’ex Forestieri condanna la squadra di Pillon all’ennesima sconfitta. Vediamo le pagelle, per noi il migliore in campo è Stovini.   PELAGOTTI 6 – Si fa sorprendere sul gol di Forestieri, ma nel finale dice no al 2-0 dei pugliesi chiudendo la porta a Gro

L’Empoli esce sconfitto da Bari, un gol dell’ex Forestieri condanna la squadra di Pillon all’ennesima sconfitta. Vediamo le pagelle, per noi il migliore in campo è Stovini.

 

PELAGOTTI 6 – Si fa sorprendere sul gol di Forestieri, ma nel finale dice no al 2-0 dei pugliesi chiudendo la porta a Grofalo.

 

VINCI 5 – Costringe Pillon al cambio forzato per un problema fisico. Sempre in affanno sulla difensiva, mai preciso e ficcante negli affondi.

 

MORI 6 – La sua presenza nel pacchetto arretrato si fa notare. Con lui in campo la difesa centralmente è più solida anche se non riesce a contrastare Forestieri in occasione del gol che poi sancirà il successo dei galletti.

 

Lorenzo Stovini (Foto Ciabattini per PianetaEmpoli)STOVINI 6,5 – Per noi il migliore in campo degli azzurri. Baluardo difensivo e non solo. Annullato Marotta.

 

REGINI 5 – In continuo affanno su Forestieri; spreciso nelle avanzate, poco lucido nelle chiusure.

 

BUSCE’ 6 – Colleziona l’azione più pericolosa del secondo tempo con il colpo di testa che sorvola la traversa per questione di centimetri sull’angolo di “Ciccio” Tavano. Cala nel finale dopo aver corso per ottanta minuti.

 

MORO 5 – Corre, quanto corre, pressa e aggredisce gli avversari, ma non riesce a fare filtro perdendo il duello con il numero cinque del Bari ovvero il capitano Donati… i piedi sono quelli che sono… purtroppo. Male, decisamente male in fase di conclusione in porta, e questo è un altro grave problema dell’Empoli attuale.

 

VALDIFIORI 5,5 – Parte bene, su di lui ci stava dopo appena 28 secondi il fallo da rosso per il brasiliano Dos Santos, poi però finisce male. La sua autonomia si è alzata da 45 minuti a un’oretta circa, e commette troppi, troppi errori, che non sono da lui. La stanchezza del finale, la poca lucidità lo rendono nervoso, deve ritrovarsi il prima possibile perchè la squadra per ritrovare l’equilibrio ha bisogno di lui.

 

SAPONARA 5 – Troppo lezioso, amante dei dribbling. Riccardo deve imparare che nel calcio, specialmente in serie B, a volte si deve mirare al concreto. I leziosismi lasciamoli alla Under 21…

 

CESARETTI 5,5 – L’impegno di Cristian è encomiabile, e in alcuni frangenti è davvero sfortunato; ma forse la verità, non ce ne voglia Cristian, è che non ha ancora il passo giusto per la serie B.Cesaretti contro il Varese (Foto Ciabattini per PianetaEmpoli)

 

TAVANO 5 – Fallisce almeno un paio di occasioni che potevano cambiare il volto al match… e forse anche a questa stagione. Rimane capocannoniere con sette reti, sette come i punti della squadra, come dire che se non segna lui niente punti per l’Empoli…

 

LAZZARI 6 – Pillon lo manda in campo a gara in corso, lui risponde calandosi subito nel match giocando con lo spirito giusto da combattente, quello che è necessario in serie cadetta. Decisamente meglio di Saponara.

 

PUCCIARELLI SV – Gioca un solo pallone degno di nota, troppo poco per una nostra valutazione. Tuttavia la sua presenza fa curriculum.

 

MCHEDLIDZE 5 – Sarà che le aspettative sono alte, sarà che il fatto di essere il centravanti della nazionale georgiana fa pensare ad un baby prodigio, sarà che nelle giovanili ha fatto sempre bene, sarà che i numeri dello scorso inizio di stagione sono rimasti impressi nella mente di tutti… sarà, ma anche oggi Levan è entrato e non è riuscito ad essere incisivo. Si prende un giallo per simulazione assolutamente ingiusto. Oggi a Bari tutto il reparto offensivo ha steccato, altro dato preoccupante.

 

IL MISTER PILLON 6 – Schiera la squadra con il solito 4-4-2, e a dire il vero la squadra come è sistemata sul terreno di gioco ci piace perchè sembra ricoprire bene tutte le zone del campo. Il suo lavoro si vede perchè dietro sembriamo essere più solidi di qualche tempo fa, anche se abbiamo preso il solito “golletto” del sabato, tanto per non rovinare la media… La sensazione, conduzione tecnica a parte, è che se i alcuni singoli non si decidono a svegliarsi a maggio, o forse prima, la piana empolese calcisticamente parlando potrebbe trasformarsi in una “valle di lacrime”…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy