Le pagelle di Bologna-Empoli 2-3

Le pagelle di Bologna-Empoli 2-3

Queste le pagelle redatte dalla redazione di PE inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri usciti vittoriosi per 3-2 dal difficile campo di Bologna.   SKORUPSKI: 6.5 Incolpevole il portiere polacco sulla punizione vincente di Brienza, qualche responsabilità in più c’è in occasione del

Commenta per primo!

Queste le pagelle redatte dalla redazione di PE inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri usciti vittoriosi per 3-2 dal difficile campo di Bologna.   SKORUPSKI: 6.5 Incolpevole il portiere polacco sulla punizione vincente di Brienza, qualche responsabilità in più c’è in occasione del secondo pareggio felsineo di Destro, dove non si capisce con i compagni di reparto. Nella ripresa blinda la vittoria con una grande parata su Thaider, e sul colpo di testa dell’ex attaccante del Milan tocca la sfera deviandola sulla traversa.   LAURINI: 6 Partita di grande sofferenza del francese che se la deve vedere con Masina, esterno che lo mette sovente in difficoltà con le sue sgroppate. Riesce a tener duro, e dimostra di saper soffrire non mollando di un centimento come sua consuetudine lottando con un gladiatore. Nel finale Giampaolo lo toglie inserendo Zambelli per garantire maggior freschezza ad una difesa messa sotto torchio.   ZAMBELLI: S.V     TONELLI: 6 Impreciso nel primo tempo, soprattutto in occasione dei due gol: nella prima circostanza un suo disimpegno errato obbliga Costa al fallo da cartellino giallo, dal quale arriva il pareggio dei rossoblù. Nella seconda circostanza non molto deciso, e Destro lo anticipa regalando il secondo pareggio agli emiliani. Molto meglio nella ripresa, dove si mostra concentrato e attento, anche se soffre la fisicità degli attaccanti di casa.   COSTA: 6.5 Costretto ad immolarsi per fermare Destro nel primo tempo in occasione del primo pareggio del Bologna, guadagnando un inevitabile cartellino giallo. Purtroppo però Brienza trova ugualmente la rete, per il resto mostra grande attenzione e precisione sui molteplici assalti dei padroni di casa, fondamentale la sua chiusura nel finale sulla botta a colpo sicuro di Taider.   MARIO RUI: 6 Gara di grande sacrificio del portoghese, che si dedica maggiormente ad un lavoro di copertura. Non è la prima volta che all’esterno azzurro gli venga chiesto questo tipo di lavoro e lo porta a compimento, anche se in qualche circostanza soffre l’irruenza dei propri dirimpettai.   ZIELINSKI : 6,5 Ancora una palla al bacio per Maccarone in occasione del secondo vantaggio azzurro Ottimo in almeno un due/tre interventi in copertura ma anche in fase di spinta fa egregiamente il suo dovere, sbagliando a volte ma cercando sempre la giocata e non rinunciando mai.   CROCE : S.V.   PAREDEbolemp5S : 7 Sempre più calato nel ruolo di regista smista bene tanti palloni ed offre anche copertura nonostante questa è forse la cosa da migliorare. Ha qualità ed anche oggi non l’ha tenuta nascosta. Da sottolineare che sta crescendo sulla battuta dei corner.   BUCHEL : 6,5 Gioca la sua partita con la P maiuscola come disse lui stesso. Bravo nelle due fasi e sempre pronto a calciare in porta quando si presenta l’occasione. L’ex Juve dimostra personalità giocando con ordine.   SAPONARA : 6,5 Si divora un gol clamoroso dopo 20′ che poteva portarci in vantaggio ma al di la di questo episodio la gara di “The Magic” va a corrente alterna con però molti più chiari che scuri ed un secondo tempo migliore del primo dove scappa spesso agli avversari. Si vede che la condizione è in crescita.   PUCCIARELLI : 6,5 Deve sicuramente molto a Rossetti che devia involontariamente in gol del vantaggio. Avrebbe meritato invece miglior fortuna il diagonale alla mezz’ora che prende il legno interno. Corre molto e si spende soprattutto in fase di non possesso.   MACCARONE : 8 E’ suo il primo tiro in porta degli azzurri dove non trova fortuna, fortuna (merito sia chiaro) che trova a fine primo tempo quando scambia con Zielinski e si inserisce alla perfezione per depositare il gol del 2-1. Ad inizio ripresa arriva la doppietta con un preciso colpo di testa per il terzo vantaggio azzurro. Episodi a parte gioca la solita gara a tutto campo non risparmiandosi mai per la squadra.   LIVAJA: 6 Venti minuti abbondanti nei quali gli viene chiesto di tenere la squadra alta. A suo modo ci riesce.   MISTER GIAMPAOLO: 8 Quello che sta facendo il tecnico abruzzese, è un autentico capolavoro, quarta vittoria consecutiva, 27 punti in 17 partite e una classifica da far venire le vertigine. Noi ovviamente manteniamo i piedi per terra, perchè l’obiettivo è quello di mantenere la categoria. Anche stasera partita preparata in maniera ottimale, squadra che impone il suo gioco con coraggio e personalità. Davvero un finale d’anno con i fuochi d’artificio, i complimenti se li merita per lo straordinario lavoro che sta facendo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy