Le Pagelle di Carpi-Empoli 1-0

Le Pagelle di Carpi-Empoli 1-0

Ecco le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri usciti immeritatamente sconfitti dal Braglia di Modena 1-0 al cospetto del Carpi.   PELAGOTTI: 7 Voto molto alto nonostante il gol subìto nel finale da Lasagna sul quale era impossibile intervenire. Per il resto è prodigioso in

Commenta per primo!

Ecco le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri usciti immeritatamente sconfitti dal Braglia di Modena 1-0 al cospetto del Carpi.   PELAGOTTI: 7 Voto molto alto nonostante il gol subìto nel finale da Lasagna sul quale era impossibile intervenire. Per il resto è prodigioso in almeno due circostanze su Mboakogu e sul match-winner del confronto. Dimostra grande reattività tra i pali ed efficacia nelle uscite, dando sicurezza al reparto.   ZAMBELLI: 6 Qualche problema a tratti glielo crea la vivacità di un frizzante Di Gaudio, anche se non arrivano reali pericoli nella sua zona di competenza. Mette la sua esperienza e il suo senso della posizione al servizio della squadra.   COSIC:  6 Si conferma su buoni livelli il difensore centrale bosniaco e vince molto spesso i duelli aerei con un elemento fisicamente prestante come Mbakogu. Arrivato in punta di piedi ad Empoli, si sta ritagliando uno spazio importante e sarà un elemento da monitorare con attenzione in chiave futura.   COSTA: 5.5  Non del tutto convincente nelle chiusure e nelle letture delle giocate avversarie. In occasione del gol si fa sorprendere da Lasagna che lo taglia fuori con troppa facilità.    MARIO RUI: 6 Lotta con l’ardore e la determinazione di sempre, eccellente il suo contributo soprattutto sulle diagonali, anche se in certi momenti della gara dimostra di soffrire troppo le giocate nella sua zona di competenza. Proprio da lì nasce il gol di Lasagna che decide il confronto.   ZIELINSKI: 6 Non appariscente il polacco, fatica ad incidere nella metà campo avversaria finendo per essere ingabbiato dalla fisicità degli avversariBuono il suo contributo in fase di non possesso, spende molte energie per mantenere compatta la squadra in inferiorità numerica dopo l’espulsione di Levan.   PAREDES: 6.5 Cerca di dare geometrie al centrocampo azzurro non disdegnando di fornire il suo contributo in fase di non possesso, guadagnando qualche importante punizione. Lotta contro i ruvidi dirimpettai avversari, nel finale si guadagna un cartellino giallo per proteste, che poteva evitare.   MACCARONE: S.V   BUCHEL: 6 Spreca per eccessiva precipitazione la palla del vantaggio, colpendo con la punta del piede destro nel primo tempo. Per il resto consueto lavoro di grande sacrificio in mezzo al campo, aiutando a mantenere gli equilibri del nostro centrocampo.   CROCE: 6  “Il Prestigiatore” entra nella seconda metà del confronto dando il suo consueto apporto di dinamismo e quantità nella due fasi di gioco.   caremp4SAPONARA: 7  Abbiamo ritrovato questa sera al Braglia il “The Magic” di qualche tempo fa, nonostante ci fosse su di lui una marcatura a uomo ferrea, che andava ben oltre il regolamento. Ha saputo dare qualità alla fase offensiva azzurra creando superiorità nella sua zona di competenza, riuscendo anche a innescare Pucciarelli nell’occasione del gol annullato ingiustamente.   PUCCIARELLI: 6.5 Tiene in costante affanno la retroguardia emiliana con il suo movimento. Dialoga molto bene con i compagni di reparto e sfiora il gol con un tiro velenoso diretto al sette che Belec vola a deviare in corner. La rete del vantaggio la troverebbe anche, però Valeri fischia un fallo davvero misterioso.   MCHEDLIDZE: 5 Peccato, perché poteva essere la partita giusta per vedere finalmente all’opera il centravanti georgiano. Dopo appena 25′ minuti di gioco viene espulso dall’arbitro per una ingenua manata nei confronti di un avversario, ma il provvedimento sembra davvero eccessivo.    MISTER GIAMPAOLO: 6.5 Sufficienza ampia per la prestazione offerta dalla squadra, che si è presentata al Braglia di Modena con la salvezza in tasca contro un Carpi che aveva bisogno dei tre punti. La squadra ha giocato a viso aperto nonostante l’inferiorità numerica e ha impensierito la porta difesa da Belec in più di una circostanza. Merito è anche del tecnico che ha preparato al meglio questa partita chiedendo alla propria squadra di giocare con grande determinazione  e spirito di sacrificio. Adesso c’è da concludere al meglio questa stagione in queste ultime tre partite, siamo sicuri che il tecnico abruzzese saprà toccare le corde giuste per avere dagli azzurri risposte importanti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy