Le pagelle di Empoli-Ascoli

Le pagelle di Empoli-Ascoli

Seconda vittoria di fila per gli azzurri che dopo aver vinto a Trieste piegano anche l’Ascoli sul terreno amico. Decide il secondo gol stagionale di Davide Moro, un gol pesantissimo.   HANDANOVIC 7 – Compie un paio di interventi, uno per tempo, decisamente importanti. Sicuro nelle uscite, bravo e

Seconda vittoria di fila per gli azzurri che dopo aver vinto a Trieste piegano anche l’Ascoli sul terreno amico. Decide il secondo gol stagionale di Davide Moro, un gol pesantissimo.

 

HANDANOVIC 7 – Compie un paio di interventi, uno per tempo, decisamente importanti. Sicuro nelle uscite, bravo e ordinato tra i pali. Incute fiducia in tutto il reparto difensivo.

 

VINCI 6,5 – Svolge con sufficienza piena il suo compito, spinge quando c’è da attaccare, morde e spazza via i palloni quando c’è da difendere.

 

MORI 6,5 – Qualche piccola sbavatura, ma nel complesso prova positiva.

 

STOVINI 6,5 – Il capitano guida con la solita scioltezza il reparto arretrato, e sbroglia alcune situazioni non facili da gestire.

 

GOTTI 6 – Sufficienza piena, ma quell’errore sottoporta gli rosica mezzo voto. “Ho combinato una cag…” dirà ai microfoni di Radio Bruno, “con il mio gol potevamo soffrire meno, ma abbiamo comunque vinto, bene così”. La prestazione di Gotti è comunque positiva. Deve migliorare nei cross.

 

SORIANO 6 – Buona prestazione del talentino dell’Under 21. Esce nel secondo tempo tra gli applausi del “Castellani”.

 

VALDIFIORI 7,5 – Per noi il migliore in campo. Gioca play al posto di Musacci, squalificato, e sforna una prestazione di assoluto livello tecnico e tattico. Gli manca il gol, arriverà.

 

MORO 7 – Gioca con qualche linea di febbre (37,5 per la precisione), e chissà quanti chilometri avrà percorso anche in questa partita il giocatore dai sette polmoni. Davide in fase di interdizione oggi è stato semplicemente fantastico, un pò meno in fase di impostazione con molti errori e un pò troppi palloni persi. Ma il suo gol, la sua staffilata rasoterra dai venti metri che ha permesso all’Empoli di vincere la partita vale da sè almeno mezzo voto in più…

 

NARDINI 6 – Gioca con generosità mettendo in campo la solita grinta che lo contraddistingue. A volte è però un pò troppo precipitoso, e quella stessa precipitazione lo porta a commettere qualche errore di precisione oltre misura.

 

CORALLI 6,5 – Contro l’Ascoli non trova la via del gol e viene raggiunto in vetta alla speciale classifica marcatori dal piacentino Cacia che ha rifilato una doppietta al Grosseto. Ma il “cobra” tiene in apprensione per 90 minuti la difesa bianconera senza risparmiarsi mai. Encomiabile.

 

FORESTIERI 7 – “El topa” delizia il Castellani con tocchi di ben altra categoria. L’italo-argentino gioca contro l’Ascoli sicuramente la miglior partita in azzurro, quando innesta il turbo è devastante; è lui a costruire l’azione che porta al gol-partita, è lui a far cambiare marcia alla squadra azzurra, e quando c’è da dare una mano in difesa non si risparmia. Nei minuti finali mister Aglietti lo vede stanco e decide di sostituirlo: lo stadio Castellani si alza in piedi per una vera e propria standing-ovation. Adesso attendiamo con trepidazione il suo primo gol con l’Empoli.

 

SIGNORELLI 6 – Chiamato in causa per sostituire Soriano e dare più freschezza al centrocampo azzurro. Svolge con sufficienza il compito richiesto.

 

SAPONARA sv – Entra al posto di Forestieri, ma quando entra lui l’Empoli ha “deciso” di mettersi sulla difensiva.

 

TONELLI sv – Gioca pochi scampoli di partita, ingiudicabile.

 

IL MISTER AGLIETTI 6,5 – Deve fare i conti con le defezioni di Fabbrini, Mchedlidze, Foti e Lazzari, le squalifiche di Musacci e Gorzegno. Ha preparato la partita in 48 ore, allenando gli azzurri solo giovedi e venerdi scorso, in quanto per tutta la settimana è stato impegnato con il Master. In più Tonelli, Handanovic, Mori, Soriano e Saponara (oltre a Fabbrini, ndr), sono stati impegnati con le rispettive nazionali e rappresentative. L’uomo-partita, Moro, ieri ha avuto la febbre a 38. Nonostante tutto prepara abbastanza bene la partita; schiera in campo una formazione comunque equilibrata ed ottiene tre punti pesantissimi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy