Le Pagelle di Empoli-Carpi

Le Pagelle di Empoli-Carpi

Ecco le pagelle dell’Empoli, redatte come di consueto dalla Redazione PE, relative all’incontro disputato dagli azzurri contro il Carpi questo pomeriggio.   SKORUPSKI: 6.5 Nel primo tempo riesce a mettere una pezza su una pericolosa scorribanda di Matos (determinata da un’incertezza di Tonell

Commenta per primo!

Ecco le pagelle dell’Empoli, redatte come di consueto dalla Redazione PE, relative all’incontro disputato dagli azzurri contro il Carpi questo pomeriggio.   SKORUPSKI: 6.5 Nel primo tempo riesce a mettere una pezza su una pericolosa scorribanda di Matos (determinata da un’incertezza di Tonelli) uscendo in maniera tempestiva ed evitando lo svantaggio degli azzurri. Non viene impegnato molto, ma dimostra sempre abilità conferendo sicurezza al reparto.   LAURINI: 6.5 Il Concorde fa buona guardia soprattutto in difesa, quando è costretto a ripiegare non si fa mai trovare impreparato. Tenta anche qualche sortita in avanti, ma principalmente il suo forte sono i recuperi difensivi e il tenere a bada le ali del Carpi.   TONELLI: 6 La gara di Lorenzo non è perfetta come in altre occasioni, nel primo tempo da una sua leggerezza nasce una potenziale occasione pericolosa sulla quale Skorupski si fa trovare pronto. Nel secondo tempo è maggiormente sicuro, anche con avversari forti fisicamente.   COSTA: 6.5 Va vicino alla seconda marcatura consecutiva dopo il gol realizzato a Verona. In difesa è ormai una sicurezza, dalle sue parti i calciatori avversari non riescono a sfondare, soprattutto negli anticipi riesce a mostrare le sue doti migliori. empoli-carpi (13) MARIO RUI: 6 Più bloccato del solito, soprattutto nella prima frazione, quando la tattica difensiva del Carpi non permette al portoghese di spingersi con continuità. Cresce nel corso della gara, rintuzzando anche in difesa all’occorrenza.   ZIELINSKI: 7 Nel primo tempo è il migliore dell’Empoli, uno dei pochi che prova a saltare l’uomo e a innescare le punte. Nella ripresa continua da dove si era fermato, diventando decisivo in occasione del primo gol di Maccarone e riuscendo a offrirgli un assist al bacio.   (CROCE: 6) Sostituisce uno dei migliori in campo, Buchel, e cerca di acquisire minutaggio prezioso   PAREDES: 6.5 A volte perde qualche pallone in più, ma già il fatto di non farsi mai prendere dalla frenesia, mostra la sua importanza tattica nello scacchiere di Giampaolo. Anche lui aumenta i giri della sua prestazione nel secondo tempo, cercando di smarcare le punte e mostrando in denti e i muscoli quando necessario.   BUCHEL: 7.5 Corsa, grinta, ma anche grandissima qualità. Uno di più continuo dell’intero centrocampo azzurro, impreziosisce la sua ottima gara con l’assist filtrante al bacio per Maccarone, che così può segnare il gol del 3-0.   (DIOUSSE: s.v.)   SAPONARA: 7.5 Va detto che The Magic nel primo tempo lascia un po’ a desiderare, imballato da una condizione fisica ancora precaria e dal catenaccio del Carpi. Nel secondo tempo si trasforma, diventa una continua spina nel fianco della difesa del Carpi e realizza un gol importantissimo per la sua fiducia.   PUCCIARELLI: 6 Manuel cerca di aprire spesso la difesa carpigiana, svariando molto e muovendosi sulla fascia di sua competenza. Questo lo porta a sacrificarsi e ad essere meno pericoloso in zona gol. Il suo apporto è comunque sempre prezioso in termini di corsa e impegno.   MACCARONE: 8 Apre le danze al primo minuto del secondo tempo, sbloccando un match che sembrava incanalato sui binari del pareggio. Realizza una doppietta di pregevole fattura, mostrando ancora una volta di essere il terminale offensivo più pericoloso dell’undici azzurro.   (LIVAJA: 6) Entra al posto di Maccarone, mettendo la sua fisicità al servizio della squadra.   MISTER GIAMPAOLO: 7.5 Se questo Empoli veleggia a 24 punti in classifica, è anche merito di un mister che ha saputo addirittura migliorare questa squadra e trarne il meglio. Nel primo tempo l’Empoli non riesce ad avere sbocchi in avanti, bloccato dal muro difensivo del Carpi, ma nella ripresa la furia azzurra è devastante. Anche nei cambi è oculato, cercando di rimpiazzare i giocatori che avevano speso più energie.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy