Le pagelle di Empoli-Cesena 1-0

Le pagelle di Empoli-Cesena 1-0

Ecco le pagelle relative al Lunch Match, degli azzurri, di oggi contro il Cesena. Redatte come di consueto dalla redazione di PianetaEmpoli.it   BASSI: 6  Mai chiamato a fare interventi rilevanti nel corso della gara, se si esclude un paio di conclusioni senza pretese dalla lunga distanza. Nel

Commenta per primo!

Ecco le pagelle relative al Lunch Match, degli azzurri, di oggi contro il Cesena. Redatte come di consueto dalla redazione di PianetaEmpoli.it   BASSI: 6  Mai chiamato a fare interventi rilevanti nel corso della gara, se si esclude un paio di conclusioni senza pretese dalla lunga distanza. Nel primo tempo da brividi una sua uscita a vuoto su cross di D’Alessandro, per fortuna nessun bianconero era nei pressi.   LAURINI: 6 Nel riscaldamento accusa un indurimento al flessore, poi l’allarme è cessato e può scendere in campo. Da il suo contributo sulla fascia di competenza con grande attenzione, denotando eccellente senso della posizione. In avanti si fa vedere poco, ma non si poteva pretendere di più da chi come lui ha strinto i denti fino a che ha potuto per scendere in campo.   ROMEO: 6 Prende il posto di Laurini, e da il suo contributo alla causa nell’ultimo quarto d’ora.   TONELLI: 6.5 Grande autorità e sicurezza per il centrale azzurro che vince regolarmente i duelli con gli attaccanti bianconeri. Granoche e Succi, se non hanno palle limpide per segnare (contrariamente a cio che dice il loro tecnico nel dopo partita), è anche per merito suo. Ha anche la palla per segnare ma non ha piedi educati e il suo sinistro non inquadra la porta.   REGINI: 7 Consueta prestazione su livelli di eccellenza per il nazionale Under 21 che ormai non stupisce più: “perdete ogni speranza voi ch’entrate”  dalle sue parti non si passa. Da il suo contributo importante, nel far partire l’azione da dietro.   HYSAJ: 6 Va a corrente alternata l’Albanese; qualche buon spunto sulla fascia sinistra, unito a qualche ingenuità come nel secondo tempo, quando D’Alessandro si fa tutto il campo senza che riesca a intervenire. Tuttavia appare in crescita.   VALDIFIORI: 7 Prestazione eccellente per Mirko che oggi  giocava in pratica un derby. Regia lucida ed intelligente la sua. Visione di gioco sempre ottima, dirige la manovra con maestria e acume tattico, dandosi da fare anche in fase di non possesso, andando a accorciare alzando il pressing sui portatori di palla avversari.   MORO: 6.5 Consueta prestazione generosa quella del capitano che ha percorso una quantità di chilometri incalcolabili. Bravo a fare le due fasi con grande efficacia, pecca di lucidità nella gestione di qualche ripartenza. Il suo contributo alla causa azzurra è come sempre fondamentale, peccato per l’ammonizione (generosa) subita nella prima frazione.   CROCE: 6.5 Come di consueto, l’abruzzese, affonda come lama nel burro sulla corsia di sinistra, creando in alcuni frangenti superiorità. In alcune situazioni si intestardisce in qualche giocata un po troppo laboriosa. Da segnalare il contributo che sa dare anche in fase di non possesso andando spesso al raddoppio in aiuto dei compagni.   SAPONARA: 7.5 A tratti appare semplicemente devastante. Ha il merito di procurarsi il rigore decisivo, e di creare costantemente superiorità. Pare da qualche settimana in crescita anche a livello fisico, anche dalle sue giocate passa la possibilità degli azzurri di continuare a sognare. Oggi gli è mancato solo il gol.   SIGNORELLI: 6.5  Buon impatto nella gara per il venezuelano, favorito, giusto dirlo per onestà intellettuale, dal fatto che il Cesena si trova in inferiorità numerica e molto sbilanciata. Ha il merito tuttavia di sfruttare gli spazi che ha disposizione.   TAVANO: 6,5 Ha il merito di trasformare un rigore con estrema freddezza, calciando come il portire (specialista nel pare i rigori) non si potesse aspettare. In alcuni momenti del match non appare lucido, e nemmeno al top della condizione fisica, ma è sempre la davanti a punzecchiare.   PUCCIARELLI: 5,5 Entra in campo alla grande e si procura due occoasioni gol. Però è troppo clamorosa la seconda, dove si getta in una meta campo deserta ma si fa ipnotizzare da Campagnolo che gli ruba la palla.   MACCARONE: 6,5 Consueto lavoro ai fianchi della difesa avversaria, sotto porta appare meno cinico del solito sprecando almeno tre nitide palle-gol. Da il suo contributo anche in fase di non possesso, e tiene sempre alta la squadra.     MISTER SARRI: 6.5 Conferma di non avere buon rapporto con gli arbitri, o meglio di non star simpatico loro:  subisce la quarta espulsione stagionale. Per il resto prepara al meglio la gara, soprattutto sul piano mentale. C’era da rispondere alla sconfitta di La Spezia, e alle vittorie di Livorno e Verona che costringevano i suoi ad un solo risultato utile. La squadra ha espresso un buon calcio, ed è sempre stata lucida non cadendo nel trappolone preparato da Bisoli, con l’unica pecca di aver sbagliato davvero troppo sotto porta. Ad ogni modo il gruppo ha dimostrato di poter reggere le pressioni, e di poter prolungare il sogno. C’è da preparare una gara importante come quella del Menti di Vicenza, che si annuncia una vera e propria battaglia. Questo gruppo ha i mezzi per poter giocarla al meglio, in ogni caso comunque vada questo campionato, sarà un successo. Con il successo odierno i punti sono 66.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy