Le pagelle di Empoli-Crotone (1-1)

Le pagelle di Empoli-Crotone (1-1)

Pelagotti 5 – Non impeccabile sul gol che porta in vantaggio il Crotone.   Vinci 5 – Tanta volontà, ma anche tanti errori. Soffre il dinamismo degli attaccanti avversari.   Mori 5,5 – Si fa infilare con un pò troppa facilità, e nel primo tempo lui e Pelagotti rischiano di confezionare lo 0-

Pelagotti 5 – Non impeccabile sul gol che porta in vantaggio il Crotone.

 

Vinci 5 – Tanta volontà, ma anche tanti errori. Soffre il dinamismo degli attaccanti avversari.

 

Mori 5,5 – Si fa infilare con un pò troppa facilità, e nel primo tempo lui e Pelagotti rischiano di confezionare lo 0-2 che avrebbe tagliato le gambe alla squadra azzurra. Cerca di rifarsi mettendoci grinta e determinazione.

 

Stovini 6 – Psicologicamente non era facile per lui dopo l’erroraccio contro il Brescia; tutto sommato non commette grandi errori anche se a tratti si vede che anche lui non è il solito Stovini che abbiamo conosciuto in passato.

 

Regini 5,5 – Come il compagno Vinci soffre la velocità dei punteros calabresi.

 

Gallozzi 5 – Tanto fumo, poco arrosto… tanta corsa, ma alla fine non riesce ad incidere, lascia per Brugman al 12′ della ripresa.

 

Coppola 5 – Il tecnico azzurro gli consegna le chiavi del gioco in mano, molteplici palloni (quasi tutti fino a quanto il tecnico lo tiene in campo) passano dai suoi piedi, ma quello secondo il nostro modesto parere non è il suo ruolo. Quando esce si imbuca subito verso gli spogliatoi, senza guardare la panchina, e gettando con rabbia i guanti sul terreno del Castellani (?).Manuel Coppola

 

Moro 5 – Meglio nell’arrembaggio finale, ma il Moro visto nel primo tempo e nei primi venti minuti della ripresa non ci è piaciuto per niente. E’ vero che corre per tre, ma spesso corre a vuoto e commette molti errori. Ci prova dalla distanza senza fortuna. Se ritrova il giusto equilibrio in campo può essere determinante nella corsa alla salvezza.

 

Saponara 5 – Male, decisamente male, ed è un peccato perchè l’Empoli ha bisogno anche del Saponara ammirato purtroppo soltanto con la maglia azzurra dell’Under 21.

 

Tavano 6 – La sua prestazione non sarebbe da sufficienza piena, ma come possiamo dare una insufficienza ad un ragazzo che, subito un grave infortunio meno di due mesi fa, ha strinto i denti per dare una mano ai compagni e anche contro il Crotone non si è risparmiato mai? Se torna in forma, lui e Maccarone, e perchè no anche Mchedlidze, potrebbero diventare un mix esplosivo per la nostra squadra. Lo attendiamo fiduciosi…

 

Maccarone 6 – Ci prova due volte di testa: la prima volta va fuori di un niente, la seconda prende la traversa; poi ci riprova due volte di piede e per due volte Belec gli ha chiuso la porta. Poi quando entra Mchedlidze si porta in posizione più esterna cercando di aprire varchi ai compagni. Sarà stato anche impreciso soprattutto nella prima occasione di piede del secondo tempo, ma almeno con lui là davanti l’attacco è diventato più imprevedibile… e forse oggi era proprio la sua giornata sfortunata. Continuando così i gol di BigMac arriveranno…

 

Mchedlidze 6 – Eccolo il Levan che avevamo conosciuto ai tempi della primavera. Entra e sconquassa gli equilibri. Ci si mette di fisico e alza il baricentro della propria squadra. Prova a rompere il ghiaccio con un siluro dalla distanza che si infrange all’incrocio dei pali, prova un paio di incursione stile-sfondamento e quando c’è da metterci la testa le prende tutte lui. Se entra in condizione anche Levan unito a Tavano e Maccarone potrebbe diventare il trio da salvezza.

 

Antonio Buscè in azione con la maglia azzurraBrugman 6 – Non era facile entrare in una partita del genere e Gaston ci è riuscito. Rispetto alle ultime uscite lo abbiamo visto più determinato e convinto. Prova con un paio di ripartenze ad illuminare il gioco. Il talento c’è, per la salvezza serve anche il suo estro.

 

Buscè 6,5 – Entra in campo ed insieme a Mchedlidze e Brugman aiuta a capovolgere gli equilibri della partita. Sua l’inzuccata vincente che permette all’Empoli di agguantare un pareggio che, in termini di classifica potrebbe servire a poco, ma almeno potrebbe avere il merito di dare un’iniezione di fiducia nell’ambiente… perchè (almeno questa cosa va riconosciuta) nel mese di gennaio una partita così l’avremmo persa 0-2.

 

Il Mister Carboni 5 – Dare a Coppola il compito della costruzione del gioco non ci sembrata proprio una mossa azzeccata. Manuel ci ha messo la solita determinazione di sempre ma secondo il nostro modesto parere ha altre caratteristiche. Se la squadra va troppo spesso sotto nei primi minuti delle frazioni di gioco, complicando le cose come oggi, forse potrebbe dipendere da un impatto sbagliato con le partite, e spesso su questa cosa deve lavorare l’allenatore… Ci impiega troppo a togliere Saponara, in evidente giornata no, ma almeno ha il merito di azzeccare i tre cambi che cambiano il volto della squadra nei venticinque minuti finali. Adesso ci attendono tre partite in trasferta consecutive (compreso il recupero con la Samp) una più difficile dell’altra… da queste tre partite potrebbe dipendere il futuro dell’Empoli di quest’anno… e non solo. Il mister dovrà cercare di studiare una soluzione ad hoc per ottenere punti che al momento sembrano quasi impossibili…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy