Le Pagelle di Empoli-Inter 0-0

Le Pagelle di Empoli-Inter 0-0

Queste le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri, Redatte per voi dalla redazione di PE, relative alla partita di oggi contro L’inter, che ha chiuso il girone d’andata.   SEPE: 6 Una serata molto tranquilla per il portiere azzurro, chiamato in causa in poche occasione dagli at

Commenta per primo!

Queste le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri, Redatte per voi dalla redazione di PE, relative alla partita di oggi contro L’inter, che ha chiuso il girone d’andata.   SEPE: 6 Una serata molto tranquilla per il portiere azzurro, chiamato in causa in poche occasione dagli attacchi piuttosto blandi dell’Inter. Tuttavia da sicurezza all’intero reparto svolgendo al meglio l’ordinaria amministrazione.   HYSAJ: 7 Sarri lo preferisce a Laurini sulla destra. L’albanese risponde presente con una prestazione di sostanza e di quantità in fase di non possesso. Si propone in fase offensiva, dando il suo contributo, dando appoggio alla manovra dell’Empoli. Tagliato fuori nella ripresa dall’assist di Hernandez per Palacio che per nostra fortuna mette a lato.   TONELLI: 7 Riprende il suo posto al centro della difesa ” The Wall”. Preciso e puntuale come sempre nelle chiusure e soprattutto sulla palle alte. Combattivo e indomabile come sempre, da il suo contributo alla manovra offensiva, spesso imposta e si propone non solo sulle palle inattive: in un paio di circostanze lo vediamo addirittura in posizione di ala destra. Icardi non la vede mai.   RUGANI: 6.5 Evidenzia se ancora ce ne fosse bisogno, la capacità di leggere ogni situazione, facendosi trovare nella posizione ideale nel momento giusto. Come al solito si affaccia sistematicamente in area avversaria sulle palle inattive, creando qualche grattacapo agli avversari.   BARBA: 6,5 Sarri lo sceglie in ruolo che non è propriamente il suo ma dimostra una grande duttilità e capacità di adattamento. A tratti soffre Hernananes quando va a giocare dalla sua parte nella ripresa. Tuttavia dimostra di saper soffrire, giocando con grande intelligenza ed efficacia.   empoli - inter (10)VALDIFIORI: 7  Vince il duello con il dirimpettaio Guarin.  Ruba una quantità incredibile di palloni e gioca con grande intelligenza e velocità di pensiero. Nella ripresa prende letteralmente in mano la bacchetta magica, dirige la sinfonia azzurra e ispira i compagni. Peccato che al ravennate manchi il tiro. Ma lasciatelo dire prestazione ancora una volta sontuosa.   VECINO: 6 Suo il primo tiro della gara al 5′, per il resto grande fisicità e fosforo da parte dell’uruguaiano che lavora con grande applicazione nelle due fasi. Non disdegna di ripiegare all’altezza dei propri sedici metri, attaccando la profondità quando se ne presenta l’occasione. In qualche occasione, come accaduto altre volte, difetta di lucidità.   CROCE: 6.5 Instancabile come sempre il “Prestigiatore”. La sua capacità di leggere le linee di passaggio è fondamentale in fase di non possesso. Dialoga bene con i compagni, anche se gli manca un pizzico di incisività e di efficacia negli ultimi sedici metri. Il suo apporto tattico è fondamentale allo scacchiere di Sarri.   VERDI: 6,5 Per la “Lanterna verde” innegabilmente la partita di oggi era importante, dopo la non felice prova di Genova. Da sempre la sensazione di poter far saltare il banco in avanti ma svolge bene anche la fase difensiva.    ZIELINSKI: 6 Il Polacco ha un ottimo impatto mentale nel confronto, dialoga molto bene con i compagni di reparto e nel fazzoletto di campo dove opera, crea grattacapi alla difesa neorazzurra. Nel finale fatica un po’ anche se ha una palla importante sulla quale Handanovic dice di no.   PUCCIARELLI: 6,5 Sarri lo preferisce a sorpresa a Maccarone, in più di un’occasione va via alla guardia dei difensori dell’Inter. Soprattutto nel secondo tempo “El Ninho” con la sua velocità crea i presupposti della pericolosità, in un paio di occasioni obbliga Handanovic agli straordinari.   TAVANO: S.V Troppo pochi i minuti per un giudizio.   MCHEDLIDZE: 6,5  Il Georgiano risponde con la consueta grande generosità e fisicità. Lotta con la consueta grande determinazione ed abnegazione, ma gli manca purtroppo come in altre occasioni, “L’istinto del Killer”, però gioca una bella partita.   MACCARONE 6 – In panchina un po’ a sorpresa, prova a rifarsi nei minuti in campo. Pericoloso solo potenzialmente. Comunque positivo   MISTER SARRI: 7 Ci voleva L’Empoli con la faccia di C, come detto in conferenza. Purtroppo in questo momento il Castellani vede solo lo 0-0 anche se ai punti siamo sempre usciti vincitori, come oggi. Il mister ha fatto alcune scelte diverse ad inizio partita, con una coppia d’attacco diversa dal solito, relagando in panchina Tavano e Maccarone. Insomma, terminiamo questo girone d’andata a 19 punti, un punteggio che non fotografa quello che la squadra ha prodotto, ma certifica il fatto, che per la salvezza L’Empoli c’è.    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy