Le Pagelle di Genoa-Empoli 1-0

Le Pagelle di Genoa-Empoli 1-0

Ecco le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri, che hanno perso per 1-0 al Ferraris contro il Genoa.   SKORUPSKI: 6.5 Ice-man è prodigioso su Rigoni a inizio match ma non può nulla sul tiro del centrocampista che decide l’incontro. A volte è impreciso in uscita e col pallon

Commenta per primo!

Ecco le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri, che hanno perso per 1-0 al Ferraris contro il Genoa.   SKORUPSKI: 6.5 Ice-man è prodigioso su Rigoni a inizio match ma non può nulla sul tiro del centrocampista che decide l’incontro. A volte è impreciso in uscita e col pallone tra i piedi, ma tra i pali dimostra di essere reattivo.   LAURINI: 6 Il francese se la deve vedere con la vivacità dell’ex Laxalt e con le scorribande di Pandev, che lo mette in difficoltà quando va a gravitare nella sua zona di competenza. Il terzino azzurro riesce a limitare i danni mettendo la consueta dose di determinazione e grande generosità.   COSIC: 6 Il difensore serbo risponde presente, leggendo spesso le linee di passaggio avversarie e togliendo le castagne dal fuoco in più di una circostanze. Come il compagno di reparto Ariaudo si fa trovare impreparato in occasione del gol di Rigoni che decide il confronto.   ARIAUDO: 5.5 Ha il demerito di dare troppo spazio a Rigoni in occasione del gol partita del Genoa. Per il resto la sua prestazione è positiva, combatte con grande determinazione, dando vita a duelli rusticani con gli attaccanti liguri.   empoli tifosi genoa-empoliZAMBELLI: 5 Nettamente insufficiente il terzino ex Brescia, spostato a sinistra per la squalifica comminata in settimana a Mario Rui. Cerci incide sul match e riesce a saltarlo quasi sistematicamente, creando i presupposti della pericolosità.   BITTANTE: S.V   ZIELINSKI: 6 Il polacco anima la manovra azzurra con il suo dinamismo e la sua tecnica, poco prima del vantaggio del Genoa, spreca la palla del possibile vantaggio ma non trova la porta. A volte dà l’impressione di essere l’unico a provarci con convinzione.   PAREDES: 5.5 L’argentino sembra attraversare un periodo di calo psico-fisico. Molti sono gli errori da parte sua nel fraseggio, raramente dà la sensazione di incidere in maniera positiva nella manovra offensiva.   BUCHEL: 5.5 Costretto come i compagni di reparto a stare in posizione molto bassa, le rare volte che gli azzurri si propongono in avanti non riesce a graffiare.   SAPONARA: 6 Giampaolo inserisce per conferire maggior incisività alla fase offensiva azzurra, arretrando Croce in posizione di esterno sinistro. “The Magic” pur dimostrando di non essere in condizione si impegna e da maggiore linfa alla manovra dei nostri.   CROCE: 6 Non riesce ad incidere molto il “Prestigiatore” sia in posizione di trequartista, che da interno sinistro. Ma è anche uno dei pochi a provare a inventare qualcosa nel grigiore generale.   MACCARONE: 5 Big Mac lotta con i centrali avversari, ma appare decisamente poco incisivo, non dando mai la sensazione di poter essere pericoloso nei sedici metri avversari.   PUCCIARELLI: 6 Seppur non in perfetta forma, prova a mettere il suo dinamismo al servizio della squadra: è suo un assist prezioso che però non viene sfruttato da Saponara. Un suo tiro fuori di poco tra gli scarsi pericoli recati oggi dai nostri.   MCHEDLIDZE: 5.5 Levan prova a districarsi ma nel primo tempo non si vede quasi mai. Nella ripresa è sua l’occasioene più ghiotta degli azzurri, ma la sua conclusione si stampa sul palo.   MISTER GIAMPAOLO: 5.5 Costretto dalle assenze a ridisegnare la formazione, inserendo Zambelli a sinistra e Croce nel ruolo di trequartista al posto del febbricitante Saponara. La squadra ha fatto fatica ad esprimere il proprio gioco, soffrendo a tratti in maniera eccessiva il forcing avversario. Dopo il vantaggio siglato da Rigoni ha provato a cambiare la gara in maniera repentina, con gli ingressi di Pucciarelli e Saponara. Forse troppo tardivo il cambio tra Zambelli – apparso in netta difficoltà su Cerci – e Bittante. Il momento è difficile, c’è da ritrovare quello spirito che ci ha permesso di fare quei risultati strabilianti del girone d’andata.    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy