Le Pagelle di Milan-Empoli

Le Pagelle di Milan-Empoli

Ecco le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri, redatte dalla redazione di PE,  relative alla partita di oggi a San Siro contro il Milan che li ha visti pareggiare 1-1.    SEPE: 6 Strano a dirsi, ma il portiere azzurro non viene mai impegnato dagli attaccanti del Milan. Inco

Commenta per primo!

Ecco le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri, redatte dalla redazione di PE,  relative alla partita di oggi a San Siro contro il Milan che li ha visti pareggiare 1-1.    SEPE: 6 Strano a dirsi, ma il portiere azzurro non viene mai impegnato dagli attaccanti del Milan. Incolpevole sul gol di Destro che lo batte da pochi metri in occasione del gol che sblocca la contesa.   HYSAJ: 7  L’unico del pacchetto arretrato azzurro ad avere un pò di lavoro da smaltire. Dalla sua parte Bonaventura e Menez creano qualche grattacapo. Dal suo educato destro nasce il gol del pareggio di Maccarone.   TONELLI:  6.5 Fa buona guardia al centro della difesa “The Wall” vincendo sistematicamente i duelli aerei con Destro, facendosi trovare sistematicamente nella posizione migliore. Come il compagno di reparto Rugani si fa sorprendere in occasione del gol di Destro, dove la linea difensiva azzurra non è impeccabile.   RUGANI: 6.5 Non perfetta la sua lettura in occasione del gol di Destro che sorprende sia lui che Tonelli. Per il resto la sua prestazione a San Siro e’ ottima come di consueto. Precisione e puntualità nei suoi interventi, capacità di trovarsi sempre nella posizione migliore per poter anticipare gli attaccanti avversari.   MARIO RUI: 7.5  Conferma il suo straordinario e inarrestabile processo di crescita.  A tratti il portoghese sembra un pendolino sulla corsia sinistra. Prova anche il jolly  che per poco non sorprende Diego Lopez (sarebbe stato il gol dell’anno in anticipo). In fase di non possesso il suo rendimento non è inferiore, chiedere informazioni ad Honda che viene quasi umiliato dal portoghese. Devastante.   milan-empoli (14)VECINO: 6 Prestazione non appariscente la sua, ad ogni caso dà il suo contributo nelle due fasi, cucendo gioco per i compagni, e lavorando ai fianchi gli avversari con un costante pressing.   VERDI: 6 Sarri con il suo ingresso cerca di dare maggiore incisività e imprevedibilità sulla trequarti. Lavora ai fianchi la difesa rossonera la “Lanterna Verde” anche se in un paio di occasioni gli manca la concretezza nei 16 metri finali.   VALDIFIORI: 7 Alla scala del calcio, Mirko non si fa intimidire, anzi prende la bacchetta e dirige l’orchestra azzurra che suona uno spartito orecchiabile, mai una stonatura, un motivo che va avanti quasi senza pause per 93′. Spesso i propri dirimpettai vanno a vuoto, deliziosi come sempre le sue verticalizzazioni di prima.   CROCE: 6.5 Consueto moto perpetuo del Prestigiatore, che come sempre percorre una quantità di chilometri incalcolabile. Il suo contributo in fase di non possesso è fondamentale, pressing, raddoppi sui compagni e scatti brucianti nella metà campo avversaria.   SIGNORELLI: S.V   ZIELINSKI: 6,5 Sarri lo preferisce a Verdi dal 1′ nel ruolo di trequartista. Il Polacco va a corrente alternata, dimostrando ancora una volta di avere potenzialità enormi quando riesce ad accendersi, talvolta gli manca, come ai compagni del reparto un pizzico di concretezza nella “zona calda”.   PUCCIARELLI: 5,5 Fa molto movimento “El Ninho”, ma allo stesso tempo è inconcludente nel cuore dell’area rossonera, non sfruttando al meglio gli spazi, che talvolta la difesa del Milan concede.   TAVANO: 6 Positivo il suo impatto nel confronto. Per lui non è sempre semplice entrare in corso d’opera, da maggiore sostanza all’attacco azzurro, potrebbe trovare il gol che ci avrebbe potuto permettere di espugnare San Siro, ma Diego Lopez spende gli nega la gioia del gol.   MACCARONE: 7 Bellissimo lo stacco di testa che ci regala il Pareggio. Per BigMac è il secondo gol consecutivo dopo quello di domenica contro il Cesena. Oltre alla rete garantisce il consueto lavoro sia in attacco, che in fase di non possesso. Imprescindibile.   MISTER SARRI: 7.5 Esce a testa alta anche da San Siro. Anzi possiamo tranquillamente dire che i nostri hanno impartito una lezione al Milan. Grande compattezza e copertura eccellente degli spazi, pressing e grande personalità dei nostri, che hanno macinato gioco e saputo reagire dopo il momentaneo gol del vantaggio di Destro. Anche oggi meritavamo di vincere, ma la prestazione dei nostri dimostra la bontà del gioco dei nostri. E ora con L’umiltà e la determinazione di sempre, prepariamo al meglio il match di domenica contro il Chievo Verona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy