Le Pagelle di Napoli-Empoli 5-1

Le Pagelle di Napoli-Empoli 5-1

Ecco le pagelle, redatte dalla redazione di Pianetaempoli.it, inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri della gara di questo pomeriggio al San Paolo che li ha visti sconfitti contro il Napoli primo in classifica per 5-1   SKORUPSKI: 6 Assolutamente incolpevole sulle marcature partenopee

Commenta per primo!

Ecco le pagelle, redatte dalla redazione di Pianetaempoli.it, inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri della gara di questo pomeriggio al San Paolo che li ha visti sconfitti contro il Napoli primo in classifica per 5-1   SKORUPSKI: 6 Assolutamente incolpevole sulle marcature partenopee fin quando la gara ha un senso, ed ha semmai il merito di una grandissima parata sullo 0-0. Preciso nelle uscite si conferma uno dei migliori in squadra. Sul quinto gol ha responsabilità nette.   LAURINI: 5 In difficoltà costante sulle accellerazioni di Insigne che gli fa letteralmente vedere i sorci verdi. Il francese non difetta come al solito di determinazione ed abnegazione, ma non riesce mai ad arginare le avanzate degi partenopei nella sua zona di competenza.   TONELLI: 5.5 Per almeno settanta minuti riesce a limitare i danni, proponendosi con efficacia anche in fase offensiva. Nel finale affonda con tutto il resto della squadra dal continuo movimento degli uomini di Sarri.   CAMPORESE: 5 A sua parziale discolpa c’è il fatto che oggi esordiva in stagione ed il palcoscenico non era certo dei più semplici, oltre oltretutto aveva di fronte uno degli attaccanti più forti del mondo. Detto questo però, dobbiamo registrare la sua incapacità di limitare gli avversari non dando mai la sensazione di sicurezza al nostro reparto arretrato.   MARIO RUI: 5.5 Anche lui soffre molto l’asse composto da Callejon e Hysaj che lo obbligano ad interventi spesso affannosi e mai puliti. Per questo motivo è costretto a stare molto basso, non riuscendo a dare il suo contributo in fase offensiva.   ZIELINSKI: 5 La brutta copia del calciatore apprezzato nelle ultime uscite. Fatica molto in fase di non possesso e non riesce ad entrare mentalmente in partita. Fatica anche a dare qual contributo fatto di accelerazioni che eravamo abituati a vedere da parte del polacco.   paredes golPAREDES: 6 Regala l’illusorio vantaggio con un velenoso calcio piazzato. Uno dei pochi a meritarsi la sufficienza piena, ha il merito di provarci sempre, anche quando la partita è compromessa mettendo in mostra ancora una volta le sue qualità.   CROCE: 6 Giampaolo lo preferisce a Buchel facendolo ritornare titolare. Il “prestigiatore” inizia sul centro sinistra, dove fornisce il suo contributo fatto di dinamismo e grande sacrificio. Nella seconda parte della gara passa nel ruolo di trequartista, non incide molto anche se la partita in quel momento è ormai segnata.   KRUNIC: S.V.   SAPONARA: 5,5 Si accende poco e fatica molto a farsi vedere. Ha il merito di aver conquistato la punizione da cui scaturisce il gol di Paredes ma non è il Riccardo di settimana scorsa.   BUCHEL: 6 Entra ad inizio ripresa al posto di Saponara con il compito di limitare i centrocampisti partenopei è improbo. Ha il merito di lottare con grande ardore e spirito di sacrificio. Uno dei pochi ad arrivare sempre prima sui palloni.   PUCCIARELLI: 5.5  Cerca fortuna in area partenopea trovando nella coppia di centrali Koulibaly e Albiol una barriera quasi insormontabile. Ha il merito di non arrendersi anche se alla fine dei conti appare poco incisivo.   MACCARONE: 5 Non incide per niente nella partita e lo si vede poco anche in fase di ripiegamento. Nel primo tempo entra bene in area e li serviva l’istinto del killer e non l’altruismo.   MCHEDLIDZE: S.V   MISTER GIAMPAOLO: 5 Di fronte la prima della classe, squadra ad oggi più forte di noi. Ci piace come gli azzurri approcciano al match ma la sensazione che poi l’ambiente e l’avversario condizionino la mentalità, oggi non aggressiva e sfrontata come sempre, c’è. e nel finale questo aspetto viene fuori tutto. Reina al di la del gol risulta pressochè inoperoso (qualche uscita) e gli avanti in maglia nera, oltre ad essere poco incisivi, aiutano meno del solito i reparti arretrati. Una battuta d’arresto che non cambia però niente rispetto al cammino fatto qui.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy