Le pagelle di Palermo-Empoli 0-1

Le pagelle di Palermo-Empoli 0-1

Queste le pagelle, redatte dalla redazione di PE, inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri che a Palermo si sono imposti per 1-0 sui rosanero.   SKORUPSKI : 8 Mette in ghiaccio i tre punti in terra siciliana, con due interventi prodigiosi in rapida successione di Trajkovski e Rigoni. Pe

Commenta per primo!

Queste le pagelle, redatte dalla redazione di PE, inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri che a Palermo si sono imposti per 1-0 sui rosanero.   SKORUPSKI : 8 Mette in ghiaccio i tre punti in terra siciliana, con due interventi prodigiosi in rapida successione di Trajkovski e Rigoni. Per il resto da grande sicurezza al reparto facendosi trovare pronto sulle uscite dando sicurezza ad un reparto messo alla frusta nel finale.   ZAMBELLI : 6.5  Giampaolo lo preferisce a Laurini, l’ex difensore del Brescia risponde presente attraverso una prestazione ordinata, facendosi notare in fase offensiva sganciandosi in qualche circostanza nella prima frazione. Nel finale dimostra come tutta la squadra di saper stringere i denti sul forcing veemente dei rosanero.   TONELLI : 7 L’intervento su Gilardino sarebbe potuto costare il calcio di rigore e l’espulsione, lo ripetiamo per onestà intellettuale. Per il resto “The Wall” quasi perfetto, facendosi trovare sempre al posto giusto disinnescando con regolarità gli attacchi del Palermo. Bene come altre volte il suo contributo sulle palle aeree.   COSTA : 6.5 Conferma il suo processo di crescita con una prestazione positiva, nella quale è riuscito a farsi trovare pronto a respingere le iniziative dei siciliani. In più di una circostanza si è distinto per buone chiusure togliendo le castagne dal fuoco.   MARIO RUI : 6.5 Non inizia nel migliore dei modi il Portoghese, soffrendo in particolar modo in fase di non possesso. Poi con il passar del tempo riesce a prendere le misure agli avversari, opponendosi e anticipando in più di una circostanza i diretti controllare. Come di consueto la sua gara è intrisa di determinazione ed abnegazione.   ZIELINSKI : 6 Un primo tempo in cui fatica più del solito e dove anche noi facciamo fatica a vederlo. Parte decisamente meglio nella ripresa dove anche se sbaglia qualcosa è sempre propositivo nello sviluppo della manovra, tenendo bene la posizione. Sempre più calato in questo ruolo non suo.   per pagelleMAIELLO : 5,5 Gioca in maniera e sbaglia anche diversi appoggi. Nel secondo tempo, dopo il vantaggio azzurro, qualcosa in più ma è un passo indietro rispetto al primo tempo di Genova.   PAREDES : 5,5 Suo il primo tiro in porta (seppur debole e centrale) dei nostri in avvio di gara. L’argentino non riesce però poi ad essere nuovamente pericoloso dalle parti del portiere e gioca una gara ad intermittenza. Roma a parte non ha mai fatto grandissime cose partendo dall’inizio   BUCHEL : 6 Entra con ordine svolgendo quanto chiesto dal mister.   SAPONARA : 7 Tra le linee è sempre pericoloso e quando si accende è sempre il più temibile dei nostri, come quando costringe il portiere ad un intervento miracoloso con i piedi nel primo tempo. Geniale la punizione (che si era procurato)  con cui segna il gol del vantaggio sfruttando il salto della barriera e scegliendo il rasoterra. Prezioso anche in fase difensiva.   MACCARONE : SV   PUCCIARELLI : 6 Ha la palla buona a dieci dalla fine del primo tempo ma tira su Sorrentino, due minuti dopo calcia alto sempre da buona posizione. La gara di Manuel però non è solo questa, anzi è fatta di grande densità, di corsa, di movimento e di appoggi quasi sempre perfetti. Non arriva il gol, solo quello.   LIVAJA : 5,5 Impegna Sorrentino dopo 11 minuti, dopodichè non da mai la sensazione di poter fare quello che dovrebbe, segnare. Dalla sua il fatto che è  davvero difficile prendergli palla, in questo è bravo come quando fa prendere il giallo a Struna o come quando trova quell’angolo “prendi fiato” nel finale.   KRUNIC : SV   MISTER GIAMPAOLO: 6.5  Prepara come di consueto al meglio la gara. Gli azzurri giocano una gara molto ordinata e hanno il merito di non limitarsi solo a difendere, ma cerca anche di offendere sfiorando il gol. Nella ripresa dopo il gol siglato da Saponara, la squadra dimostra di saper soffrire, mettendo sul terreno grande voglia di portare a casa questa vittoria. 14 punti in 10 giornate è un bottino rilevante, forse al di là delle aspettative. Bene così, ma tutti sappiamo che la strada è ancora molto lunga.    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy