Le pagelle di Reggina-Empoli 0-3

Le pagelle di Reggina-Empoli 0-3

Ecco le pagelle degli azzurri della gara del Granillo giocata all’orario di pranzo; chiuso con un trionfante 3-0. Redatte come di consueto dalla redazione di PianetaEmpoli.it   PELAGOTTI: 6.5 Schierato in sostituzione dell’infortunato Bassi, si fa trovare pronto peraltro in una campo dove lo scor

Commenta per primo!

Ecco le pagelle degli azzurri della gara del Granillo giocata all’orario di pranzo; chiuso con un trionfante 3-0. Redatte come di consueto dalla redazione di PianetaEmpoli.it   PELAGOTTI: 6.5 Schierato in sostituzione dell’infortunato Bassi, si fa trovare pronto peraltro in una campo dove lo scorso anno aveva disputato una delle sue peggiori partite. Dopo dieci minuti è bravo a disinnescare un velenoso tiro di Bombagi e molto reattivo a salvare d’istinto su Comi. Sul finire del 1° tempo la traversa l’avava salvato su tiro di Fischnaller.   LAURINI: 6 Molto impegnato in apertura dei due tempi, dove gli esterni calabresi lo mettono in affanno costringendolo a giocare molto basso. Si fa ammonire e in apertura di ripresa va in qualche situazione in affanno. Riesce comunque a reagire dando il suo contributo in fase di appoggio, meno esplosivo del solito in avanti.   TONELLI: 6 Qualche disattenzione nella ripresa, condita da qualche errore di troppo in fase di fraseggio. Tuttavia, a livello complessivo, riesce a essere consistente anche sulle palle alte, denotando buona elevazione e senso della posizione.   REGINI: 6.5 Si fa saltare da Fischnaller in occasione della traversa dei padroni di casa, per il resto è sempre attento su ogni palla; facendo le diagonali quando è necessario. La difesa anche grazie alla sua crescita sta acquisendo sicurezza e compattezza.   HISAJ: 6 Meno esplosivo di altre volte, gli esterni reggini partono con un ritmo indiavolato e soprattutto i primi minuti sono di sofferenza. Tuttavia non si abbatte dimostra di saper soffrire riuscendo a arginare i propri dirimpettai. Il ragazzo dimostra maturita, e lo dimostra il fatto che limita le sue discese in avanti, visto che spesso gli avversari non lo permettono.   VALDIFIORI: 6.5 Nella prima parte della gara soffre molto come il resto degli azzurri, con il passar del tempo prende in mano il centrocampo; nulla di appariscente ma dirige l’orchestra con grande autorità e personalità. E’ in buona condizione fisica e gioca con molta tranquillità. Sta tornando quel Mirko che avevamo visto due anni fa.   MORO: 7 Da rivedere più volte il lancio di 30 metri che libera Tavano, di questo Empoli è il motorino inesauribile. A destra oltre a tamponare sono fondamentali i suoi inserimenti. Sta vivendo la sua seconda giovinezza.   CROCE: 6 Torna titolare dopo l’infortunio alla caviglia rimediato contro il Vicenza. Non è al meglio della condizione come logico che sia ma dimostra come sia fondamentale nello scacchiere di Sarri, sia in fase di possesso che in copertura. Lo ritroveremo probabilmente in migliore condizioni alla ripresa del campionato.   SIGNORELLI: S.V.   SAPONARA: 7.5 Oh come gioca Saponara (è una ripetizione, lo sappiamo). Gli mettono un uomo addosso, a volte due a volte tre ma lui scappa sempre ed è semplicemente devastante. Da rivedere la facilità con la quale mette un assist al bacio per Tavano che chiude di fatto la gara. Prezioso anche dietro visto che toglie dalla nostra area almeno 7 dei dodici angoli battuti dalla Reggina. Stratosferico.   TAVANO: 7 Firma con una doppietta d’autore il blitz del Granillo, arrivando a 10 reti; proprio lui che aveva segnato nell’ultima vittoria in riva allo stretto nella stagione 2005-06. Si procura il rigore che poi trasforma spiazzando il portiere. Si fa trovare pronto nel posto giusto nel momento giusto sull’assist telecomandato di Ricky Saponara. Per il resto è una continua spina del fianco della difesa di casa.   MCHELIDZE: S.V   MACCARONE: 7 Mette il punto esclamativo sulla vittoria azzurra, con un gol nel finale che gli permette di sbloccarsi. Dopo quasi due mesi di astinenza (ultimo gol 10 novembre a Crotone) si sa per gli attaccanti il gol è tutto. Ma il contributo che da è a tutto campo, sia in fase offensiva dove da il contributo dialogando con i compagni e mettendo in affanno gli avversari con i suoi slalom stile Tomba dei tempi d’oro, non disdegnando di dare il proprio contributo in fase difensiva.   ROMEO:S.V   MISTER SARRI: 7.5 Questa squadra oltre a essere spumeggiante e spettacolare, è anche molto matura e solida. Questa partita era irta di ostacoli, si veniva da quella beffa dai contorni drammatici del giorno di S.Stefano. Ultima gara prima della sosta in un orario inusuale in un campo dove non si era mai vinto in serie B (le sole vittorie 1981-82 eravamo nella vecchia serie C1 e 2005-06 era serie A). Al di la delle statistiche, è un gruppo che sa soffrire ed è mentalmente forte e granitico. Per dare merito a quello che sta facendo la squadra va detto che in due mesi  ha vinto 9 delle ultime 13 gare con 3 pareggi ed 1 sconfitta. Numeri che hanno proiettato gli azzurri in piena zona play-off con 33 punti (34 sul campo) con ampio merito . Tutti numeri resi possibili si, dai giocatori che vanno in campo, ma anche da lui, sempre più “deus machina” di questo gruppo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy