Le Pagelle di Udinese-Empoli

Le Pagelle di Udinese-Empoli

Ecco le pagelle riguardanti le prestazioni dei calciatori azzurri, redatte dalla redazione di PE, relative alla gara di oggi contro l’Udinese.    SKORUPSKI 6.5: Non ha grossissime colpe sul gol di Zapata, visto che la capocciata del colombiano è praticamente a mezzo metro dalla porta;

Commenta per primo!

Ecco le pagelle riguardanti le prestazioni dei calciatori azzurri, redatte dalla redazione di PE, relative alla gara di oggi contro l’Udinese.    SKORUPSKI 6.5: Non ha grossissime colpe sul gol di Zapata, visto che la capocciata del colombiano è praticamente a mezzo metro dalla porta; è bravo invece a sventare un pericoloso colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Per il resto non deve compiere parate, nella seconda parte di gara è praticamente inoperoso, ma quella smanacciata è comunque decisiva.   LAURINI 6: Sul primo gol si fa sorprendere dal fallo laterale che innesca Di Natale, non riuscendo a contrastare tempestivamente il capitano dell’Udinese e consentendogli di crossare per l’accorrente Zapata. Nel primo tempo sulla sua fascia i bianconeri affondano spesso, grazie anche all’ottima prova del laterale iracheno Ali Adnan. Nella ripresa aumentano nettamente i giri del suo motore e prende le misure dal suo avversario diretto.   TONELLI 6.5: Anche lui arriva in ritardo nella chiusura su Di Natale, ma si fa rispettare sui palloni alti e gioca una gara “orgogliosa”. Cerca di dirigere la difesa azzurra col solito piglio e non è facile, vista la presenza di due attaccanti incisivi come Zapata e Di Natale. Riesce anche, in alcune situazioni, a farsi fare fallo e a rifiatare la sua squadra.   BARBA 6.5: In mezzo viene preso d’infilata da Zapata nella dormita che porta al gol dell’Udinese. Per il resto è attento e concede poco agli avanti avversari, mettendoci il fisico quando serve. Non tocca sempre “di fioretto”, a volte sbroglia matasse pericolose con rilanci intelligenti e provvidenziali.   di natale maccarone empoli udineseMARIO RUI 6.5: Dalle sue parti l’Udinese nel primo tempo non attacca molto e quindi non è chiamato agli straordinari difensivi. Al contempo, però, non riesce a spingere come siamo abituati a vedere, frenato dal dinamismo di Edenilson. Nel secondo tempo è più intraprendente e, soprattutto dopo l’uscita di Di Natale e la superiorità numerica, si propone con maggior coraggio.   ZIELINSKI 6: Nel primo tempo a volte si incaponisce troppo nell’azione personale e perde palloni a centrocampo, situazione molto pericolosa perché l’Udinese può partire così in contropiede. La prestazione odierna di Piotr non è del tutto soddisfacente, perché da lui ci si aspetterebbe un cambio di passo diverso, ma è condizionata dal pressing e dall’instancabile aggressività dei bianconeri.   PAREDES 7.5: Giampaolo lo inserisce con la speranza di dare più incisività al centrocampo azzurro e la mossa si rivela azzeccata. Non solo perché procura, grazie a una bella finta, l’espulsione del greco Konè, ma anche perché un minuto dopo infila il gol del pareggio con un destro velenoso. Il suo impatto con la gara è davvero devastante, riesce a dare quel qualcosa che fino a quel momento mancava. Sempre pericoloso.   DIOUSSÈ 6: Comincia più timidamente del solito, poi acquista man mano sicurezza cercando di mettere in moto i tre attaccanti azzurri. Giampaolo però decide di toglierlo a fine primo tempo, un po’ a sorpresa, sostituendolo con Ronaldo, forse poco contento della distribuzione dei palloni da parte del quasi 18enne (domani) senegalese.   RONALDO 6.5: Entra per Dioussé per cercare di rivitalizzare il gioco dell’Empoli, apparso un po’ troppo lento nel corso della prima frazione. Si inserisce subito bene nella gara, provando a impensierire Karnezis con radenti tiri dalla distanza. La sua condizione atletica sta chiaramente salendo, potrà dare un ottimo contributo in questo difficile campionato.   CROCE 6.5: In fase di attacco cerca di barcamenarsi più che può, soffre però inevitabilmente le ripartenze e la fisicità dei colleghi bianconeri. Il Prestigiatore non molla e, seppur col continuo fiato sul collo da parte di Badu, prova a distendersi in alcune delle sue proverbiali accelerazioni palla al piede.   SAPONARA 7.5: Si accende a corrente alternata, anche perché davanti a lui c’è un vero e proprio muro. Quando però mette in moto il suo talento cristallino è sempre pericolosissimo, tant’è che molto spesso i difensori avversari devono fermarlo con le cattive. Ad inizio secondo tempo fa una delle progressioni delle sue, che viene sventata solo da un miracoloso intervento di Karnezis; il portiere greco si conferma su un suo tiro da pochi passi, ma Ricky è ancora decisivo in zona assist perché serve a Big Mac la palla del 1-2.   PUCCIARELLI 6: Solito grande movimento per la punta pratese che cerca, con i suoi movimenti, di far inserire centralmente Saponara e far salire la squadra. Soffre la gabbia udinese e non si fa vedere molto negli ultimi venti metri, prende molti falli ed esce claudicante dal campo. Anche per lui una gara tutta cuore e corsa.   LIVAJA SV: Gioca gli ultimi dieci minuti cercando di mettere a disposizione la sua fisicità a servizio della squadra e tenendo qualche pallone in avanti.   MACCARONE 7: Si lamenta per un giallo subito per simulazione, segna un gol che gli viene forse ingiustamente annullato, ma al 91′ zittisce il Friuli e con una girata deposita in rete il gol della prima vittoria azzurra del campionato. Il Gladiatore non molla mai, anche quando sembra che l’età e la stanchezza lo frenino risulta sempre essere decisivo.   GIAMPAOLO 7.5: La squadra nel primo tempo non riesce a superare il muro eretto da Colantuono e ha un po’ di problemi sulla costruzione del gioco, che risulta troppo farraginoso e poco rapido. Nella ripresa prova a dare una scossa, effettuando due cambi a centrocampo, e le sue mosse sono pressoché decisive. Paredes, in particolar modo, cambia il volto alla gara entrando da subito nel match e portando l’Empoli in parità. Se l’Empoli cambia completamente volto nel secondo tempo è anche merito suo: possiamo dirlo, ormai questa squadra è sempre più sua.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy