Le pagelle di Vicenza-Empoli (voti alti)

Le pagelle di Vicenza-Empoli (voti alti)

Ecco le pagelle relative alla gara di questo pomeriggio degli azzurri al “Menti” di Vicenza, redatte come di consueto dallo staff di PianetaEmpoli.it.   BASSI: 7 Sicuro e autoritario nelle poche volte nelle quali gli attaccanti veneti lo impegnano, incolpevole sul gol (peraltro ininfluente dei

Ecco le pagelle relative alla gara di questo pomeriggio degli azzurri al “Menti” di Vicenza, redatte come di consueto dallo staff di PianetaEmpoli.it.

 

BASSI: 7 Sicuro e autoritario nelle poche volte nelle quali gli attaccanti veneti lo impegnano, incolpevole sul gol (peraltro ininfluente dei veneti).

 

HYSAJ: 7 Riportato a destra per l’indisponibilità di Laurinì. Copre bene la fascia di competenza con attenzione e diligenza, non disdegnando proiezioni in fase offensiva dove da il suo eccellente contributo.

 

REGINI: 7 Si conferma insuperabile al centro della difesa, il consueto muro praticamente invalicabile per gli attaccanti veneti, denotando un eccellente senso della posizione.

 

TONELLI: 7.5 Prestazione quasi impeccabile per il centrale azzurro, fondamentale nella fase iniziale della gara quando i veneti spingono con grande veemenza. La ciliegina sulla torta è il gol del 2-0 avvenuta su una palla inattiva provata laungamente in allenamento. Per lui il quarto sigillo stagionale.

 

ACCARDI: 7 Fatica nella parte iniziale del confronto, quando soffre la spinta dei biancorossi, i quali sfondano in un paio di situazioni. Con il passare del tempo prende le giuste misure e, grazie anche alla sua esperienza, acquisisce confidenza e autorità, dando il suo contributo nelle due fasi.

 

VALDIFIORI: 7 Soffre nella prima parte del confronto l’intensità e la foga degli avversari, con il passare dei minuti prende in mano il centrocampo, dettando i tempi con grande autorità. Dando geometrie e qulità al gioco degli azzurri.

 

MORO: 7 Consueto contributo nella fase nevralgica del campo, percorre la consueta quantità di chilometri, sia in fase di non possesso. Molto efficace in fase di costruzione della manovra, con aperture illuminate verso i compagni

 

SIGNORELLI: 6 Entra in campo quando la partita ha ormai emesso i suoi verdetti, con il pubblico di casa che ha ormai sfollato. Tuttavia prestazione diligente quella del venezuelano.

 

Croce Daniele (Empoli 2012/13)CROCE: 7.5 Le sue accelerazioni sulla fascia sinistra sono semplicemente devastanti. Quando ha spazi a disposizione per gli avversari sono guai. Conferma una ottima condizione fisica, che potrebbe essere decisiva in questo rush finale.

 

SAPONARA: 7.5 Per  lui un inizio partita difficile, con gli avversari che andavano a raddoppiare su di lui. Con il passare del tempo quando la squadra riesce a alzare il baricentro, e svilluppare il proprio gioco. Riesce a sfondare e a essere devastanti con combinazioni vincenti, con Tavano e Maccarone, con azioni da manuali del calcio.

 

TAVANO: 8 Semplicemente devastante, Ciccio con il cinismo dei grandi bomber sigla una doppietta che in pratica spacca la partita e toglie sicurezza agli avversari. Per lui gol che gli permettano di entrare in corsa anche la classifica cannonieri.

 

MCHEDLIDZE S.V

 

MACCARONE: 8 E menomale era in dubbio per un guaio muscolare, anche lui come il compagno d’attacco Tavano, per lui anche un grande assist per Tavano per il gol che apre la partita. Anche lui semplicemente devastante.

 

PUCCIARELLI: 6 Anche lui come Signorelli, entra quando i giochi sono fatti. Tuttavia da il suo contributo in una seconda fase del confronto che aggiunge poco alla partita.

 

MISTER CALZONA/SARRI: 8

Gara preparata in maniera perfetta dallo staff tecnico azzurro. Far sfogare il Vicenza nella prima parte del confronto, supportato da un tifo caloroso. La squadra poi ha preso le redini del confronto,

mettendo in mostra le combinazioni che mettono fuori giri la difesa del Vicenza, ottenendo l’ 11° vittoria in trasferta un autentico record per la squadra azzurra. Empoli che dimostra di saper regger la tensione, di essere l’unica squadra a poter salvaguardare i play-off che con il pareggio di oggi si farebbero. Adesso rimangono 180′ da vivere in apnea con una quantità di combinazioni possibili. Ad ogni modo questa stagione per gli azzurri questa stagione rimarrà nella mente. Il gol di Tonelli è frutto del lavoro costante sul campo: chiedere a chi era presente agli allenamenti durante la settimana…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy