LUTTO | Ciao Giorgio Ariani, grande uomo di spettacolo, e tifoso azzurro.

LUTTO | Ciao Giorgio Ariani, grande uomo di spettacolo, e tifoso azzurro.

Un annuncio su Facebook, nei due profili personali di Giorgio Ariani, a firma dei figli Tiziana, Camilla e Niccolò: «Cari amici Giorgio Ariani purtroppo oggi ci ha lasciati, è andato a far ridere i santi in paradiso…». Un annuncio che chiude un sabato triste e piovoso. Giorgio lascia un vuoto

Giorgio ArianiUn annuncio su Facebook, nei due profili personali di Giorgio Ariani, a firma dei figli Tiziana, Camilla e Niccolò: «Cari amici Giorgio Ariani purtroppo oggi ci ha lasciati, è andato a far ridere i santi in paradiso…». Un annuncio che chiude un sabato triste e piovoso. Giorgio lascia un vuoto, per tutti, nel mondo del teatro, della tv, del cinema ed in quello calcistico, visto che Giorgio è stato spesso ad Empoli; Giorgio, come Carlo Monni, altro uomo di spettacolo che ci lasciò poco tempo fa, era un grande tifoso dell’Empoli. Viveva a Martignana, piccola frazione nel comune di Montespertoli, ma alle porte di Empoli. Giorgio ArianiGiorgio Ariani, che salì alla ribalta della tv italiana sul finire degli anni settanta (nel ’76 era nel cast della trasmissione “L’Altra Domenica” condotta da Renzo Arbore dopo che nel 1972 aveva iniziato la carriera come doppiatore nel cartone da tv prodotto da Rai Gulp, ndr), diventò popolare grazie al cinema dove fu attore nei seguenti film “L’esercito più pazzo del mondo”, “I carabbimatti”, “il sommergibile più pazzo del mondo” e soprattutto “Pierino la peste alla riscossa” (al posto di Alvaro Vitali, ndr). Poi lo sbarco in tv con Drive In, SPQR, Acqua Calda, La sai l’Ultima?, e fu proprio in tv nel 1986 che divenne ufficiale il suo “amore” per l’Empoli quando si presentò da “capitano” della squadra di tifosi azzurri che riuscì anche a vincere il campionato del tifo, una seguitissima trasmissione che andava in onda su Rete Quattro.

Giorgio Ariani campionato tifo empoli 1987
Giorgio Ariani, primo a sinistra, insieme ai tifosi azzurri nel 1987 con la coppa vinta nella trasmissione tv
La sua carriera proseguì di nuovo al cinema con anche la partecipazione nel film “Pinocchio” di Roberto Benigni, Tutti al Fronte, Caino e Caino, Strumstruppen, Zitti e mosca. Sui social nel giro di poche ore la notizia ha preso il largo e sono tantissime le condivisioni e i messaggi lasciati da amici, fan e sportivi azzurri. Anche il Centro Coordinamento Empoli Clubs, che ha postato una foto dove si vede Giorgio Ariani recentemente in visita alla sede dell’Unione Clubs Azzurri, ha voluto stringersi in segno di lutto al dolore dei familiari.   Ciao Giorgio ci mancherai!   Gabriele Guastella

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy