Marcello Carli: ” Ad Udine la vittoria di Giampaolo”

Marcello Carli: ” Ad Udine la vittoria di Giampaolo”

Ha parlato quest’oggi, attraverso le pagine dell’edizione locale de “Il Tirreno”, il ds Marcello Carli che nella giornata di sabato ha festeggiato sia il rinnovo di contratto sia la prima vittoria della squadra che anche quest’anno ha costruito.   Sabato sono arrivati due bei regali Direttore

Commenta per primo!

Ha parlato quest’oggi, attraverso le pagine dell’edizione locale de “Il Tirreno”, il ds Marcello Carli che nella giornata di sabato ha festeggiato sia il rinnovo di contratto sia la prima vittoria della squadra che anche quest’anno ha costruito.   carli marcelloSabato sono arrivati due bei regali Direttore…Che regalo, perchè la gioia vera è stata proprio quella di vincere ad Udine in quel modo. Ovviamente mi ha fatto piacere anche l’attestato di stima del Presidente, che ringrazio, ma sapete che fra me e l’Empoli non c’è bisogno di contratti.”   Parliamo di Udine: l’Empoli è tornato? L’Empoli non se n’è mai andato. L’unico problema che ha avuto, ed è una mia responsabilità, è stato quello di avere la squadra al completo solo a fine agosto, in ritardo. D’altra parte il nostro mercato non poteva essere diverso, avevamo bisogno di mettere dentro i giocatori e soprattutto gli uomini giusti. Lo abbiamo fatto, ma come sapevamo a costo di prolungare l’attesa. E in questo contesto è stato eccezionale Marco Giampaolo a non metterci pressioni di nessun tipo e a lavorare sodo senza mai lamentarsi una volta.”   Anche al Friuli non è andato male: i suoi cambi sono stati decisivi.Quella di Udine è la vittoria di Giampaolo. Certo anche di un gruppo straordinario, che l’ha voluta e inseguita fino alla fine, ma la copertina se la merita il mister per quello che ha fatto fin dal primo giorno.”   Cioè?L’eredità di Sarri sarebbe stata pesante per chiunque. Lui ha gestito e sta gestendo una situazione non semplice con umiltà ed intelligenza. Doti che ci daranno ancora molto.”   Intanto l’ultima gara ha detto che anche il problema della condizione atletica sembra sulla via della soluzione..Credo che anche questo discorso fosse legato al fatto che abbiamo completato la squadra in ritardo. ma non ho mai pensato che fosse un guaio senza soluzione. Forse ci è mancata e ci sta mancando un po’ di brillantezza, ma arriverà lavorando e giocando insieme.”   Quindi ci sono ancora margini di crescita?Si, in tutti i sensi. A livello fisico e non solo, d’altra parte non è da molto che il gruppo lavora assieme al completo. Ma vedendoli allenare penso che siamo davvero sulla giusta strada.   Peccato che dietro l’angolo ci sia già un altro impegno…Vero, non possiamo ne dobbiamo distrarci, o tanto meno sentirsi già a posto cosi. Con l’Atalanta prima e Frosinone poi ci attendono altre due battaglie durissime e dovremo essere bravi come lo siamo stati ad Udine se non di più. D’altra parte in serie A di semplice, se sei l’Empoli, non c’è mai niente. Noi abbiamo la follia di pensare di costruire un’altra impresa, un altro sogno. E sappiamo che per riuscirci ci aspettano ancora tanta strada e tanti sacrifici.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy